>

Novantasei miliardi di euro sequestrati in frontiera. Ma nessuno dice nulla.

Mar­cel­lo Sapo­na­ro, dal suo Blog, è da un po’ che lo sta dicen­do, in una serie di post di cui que­sto è l’ul­ti­mo.

Sul sito del­la Guar­dia di Finan­za si tro­va que­sto comu­ni­ca­to. Scar­no ed essen­zia­le, dice che qual­che gior­no fa in fron­tie­ra a Chias­so, sono sta­ti seque­stra­ti 96 miliar­di di euro in tito­li di sta­to a dei giap­po­ne­si che pas­sa­va­no di lì

Pari a 134 miliar­di di dol­la­ri, la cifra è enor­me. Una di quel­le cifre che ven­go­no usa­te esclu­si­va­men­te nel­le trat­ta­ti­ve tra sta­ti, per­chè è dura che un pri­va­to, per quan­to ric­co, fac­cia un busi­ness in cui tra­sfe­ri­sce que­sto capi­ta­le a un altro pri­va­to. E’ una cifra tal­men­te enor­me da esse­re supe­rio­re all’ul­ti­ma finan­zia­ria.

La cifra, che potreb­be rico­strui­re non solo l’a­bruz­zo post ter­re­mo­to ma annul­la­re, come dice giu­sta­men­te Sapo­na­ro, qua­si tut­ti i pro­ble­mi strut­tu­ra­li ita­lia­ni, le code negli ospe­da­li, i pro­ble­mi del gas, la man­can­za di liqui­di­tà e parec­chio altro era con­te­nu­ta nel dop­pio fon­do di una vali­get­ta, sot­to for­ma di Bond del­la Fede­ral Reser­ve e altri tito­li al por­ta­to­re ame­ri­ca­ni.

La GdF sta lavo­ran­do per sta­bi­li­re l’au­ten­ti­ci­tà dei tito­li, ovvia­men­te, ma tut­to lascia sup­por­re che fos­se­ro ori­gi­na­li.

La rete però è trop­po occu­pa­ta a spar­la­re di Ber­lu­sco­ni e del gover­no per occu­par­si di que­sto fat­to, che dovreb­be inve­ce far sal­ta­re i gril­li in testa a chiun­que. Una cifra del gene­re non si muo­ve infat­ti sen­za un moti­vo dei più robusti. 

Chi dove­va com­pra­re cosa con 96 miliar­di di euro? E come mai sono tran­si­ta­ti pro­prio dal­la sviz­ze­ra? Cosa c’è die­tro allo spo­sta­men­to di una cifra così enor­me? Qua­le sta­to dove­va esse­re com­pra­to con quel­la cifra? O qua­le eser­ci­to pri­va­to dove­va esse­re finan­zia­to? O maga­ri qua­le col­po di sta­to? O qua­le atto ter­ro­ri­sti­co?

Insom­ma non veni­te­mi a dire che era una sem­pli­ce fuga di capi­ta­le!

Con­di­vi­di

7 Comments

  1. blushaft ha detto:

    …e chis­sà dal­la Sviz­ze­ra dove sareb­be­ro finiti…
    beh se sono veri, il 40 % vie­ne inta­sca­to dal­lo sta­to ita­lia­no come multa.…mica male.…
    per cita­re un esem­pio sul­le cifre,
    il dise­gno di leg­ge sul­la mano­vra finan­zia­ria per la regio­ne auto­no­ma del­la sar­de­gna per il 2009 è pari a 8 miliar­di 329 milio­ni 652 mila euro…
    qui il link originale :
    http://www.regione.sardegna.it/j/v/25?s=110546&v=2&c=241&t=1

  2. Umberto Veronesi ha detto:

    Nota­re bene le coin­ci­den­ze, trat­te da un quo­ti­dia­no ticinese…
    Come ripor­ta­to da AsiaNews.it, il 30 mar­zo scor­so alcu­ni quo­ti­dia­ni ame­ri­ca­ni ave­va­no dato la noti­zia che il Mini­ste­ro del Teso­ro ame­ri­ca­no ave­va a dispo­si­zio­ne 134,5 miliar­di di dol­la­ri dal fon­do spe­cia­le per i tito­li finan­zia­ri “pro­ble­ma­ti­ci”. Una cifra ina­spet­ta­ta, che con­sen­ti­va al gover­no Oba­ma di non chie­de­re nuo­vi fon­di al Par­la­men­to statunitense.
    E’ noti­zia di que­ste ore le dimis­sio­ni del mini­stro degli Inter­ni nip­po­ni­co Kunio Hatoya­ma. Ini­zial­men­te lega­te ad uno scre­zio sul ver­ti­ce del­le Poste giap­po­ne­si, le dimis­sio­ni del mini­stro sono ora mes­se in rela­zio­ne con il maxi­se­que­stro di Chiasso.

    • Franz ha detto:

      Dav­ve­ro sin­go­la­re, nev­ve­ro? Chis­sa’ cosa dia­vo­lo ave­va­no in men­te… for­se uno smal­ti­men­to di tito­li tossici?

  3. Il Veronesi ha detto:

    Mah… dove si tro­va­no ora sti tito­li? Che cen­tri il viag­get­to del nostro pre­mier da mr. Obama?

    • Valeria ha detto:

      Infat­ti, non pos­so fare a meno di chie­der­mi dove sono finiti.
      Dubi­to che la GdF stia lì a girar­se­li fra le mani per accer­tar­si del­la loro auten­ti­ci­tà e, nel frat­tem­po, tut­to il colos­sa­le giro che ci sta die­tro sta lì pazien­te ad aspet­ta­re il verdetto.
      Altra cosa che non pos­so fare a meno di doman­dar­mi è come mai un tra­sfe­ri­men­to così “tran­quil­lo” (nes­su­no viag­ge­reb­be con una cifra da capo­gi­ro assie­me a cal­zi­ni, mutan­de e spaz­zo­li­no da den­ti se non fos­se ben sicu­ro di quel che fa) sia sta­to intercettato.
      Ma per­ché mi met­te­te que­sti dub­bi che poi non ci dor­mo la not­te?!!! :oogle: