>

SolarWorld No 1. Dalla germania auto elettrica da 120 km/h

Ecco­la qui. Si chia­ma Solar­World N1, vie­ne pro­dot­ta dal­l’o­mo­ni­ma azien­da tede­sca ed è sta­ta pre­sen­ta­ta ieri a Mila­no. L’au­to, ali­men­ta­ta inte­ra­men­te a cel­le foto­vol­tai­che, rag­gin­ge una velo­ci­tà mas­si­ma di 120 km/h, pesa come una piu­ma ed è lun­ga 5 metri. 

Un gio­iel­lo per pro­muo­ve­re una tec­no­lo­gia, quel­la del foto­vol­tai­co, che potreb­be rap­pre­sen­ta­re in futu­ro una vali­da alter­na­ti­va al petro­lio

Al momen­to il ren­di­men­to dei pan­nel­li sola­ri cosid­det­ti, non è gran che. Ne occor­ro­no parec­chi per met­te­re insie­me una quan­ti­tà di Watt rile­van­te. Ma se la met­te­te insie­me ad altre fon­ti eco­lo­gi­che, qua­li l’eo­li­co, il geo­ter­mi­co o l’i­dro­ter­mi­co… beh, per ali­men­ta­re un’a­bi­ta­zio­ne ce ne sareb­be d’a­van­zo. Tan­to che con un suo impian­to, la Solar­World Spa, costrut­tri­ce del pro­to­ti­po, si per­met­te di ali­men­ta­re un inte­ro ospe­da­le per bam­bi­ni.

Cer­to, oggi que­sti impian­ti costa­no una fol­lia, tan­to che (nono­stan­te quel­lo che dico­no quel­li che li ven­do­no) per il pri­va­to il gio­co al momen­to anco­ra non vale la candela. 

Ma pri­ma o poi qual­che gover­no un po’ sve­glio ci met­te­rà dei fon­di, maga­ri lan­cian­do una pro­du­zio­ne indu­stria­le. Allo­ra i gio­chi saran­no diversi. 

Per il momen­to accon­ten­tia­mo­ci di anda­re in giro in silen­zio e sen­za con­su­ma­re nul­la.

Solo di gior­no però. Que­st’au­to non ha bat­te­rie nè accu­mu­la­to­ri. Quin­di di not­te non si muove.

Con­di­vi­di