>

Pubblici divorzi e privati sposalizi: de occulta virtute

Il mol­lo media­ti­co. Così lo defi­ni­rei ormai il vizio, del tut­to occi­den­ta­le, squi­si­ta­men­te Defi­lip­pia­no, di dare aria ai fat­ti pro­pri sul media di tur­no.

Sarà per accor­do eco­no­mi­co o for­se anche per un mal cela­to e poco com­pren­si­bi­le biso­gno di con­di­vi­sio­ne, sarà per quel­lo che si vuo­le, ma il vizio di lava­re i pro­pri pan­ni in piaz­za sem­bra aver ormai inva­so il costume. 

E il trom­be­rec­cio? Quel­lo inve­ce rima­ne fal­sa­men­te occul­to, por­ta­to sem­pre sui media ma con l’ap­pa­ren­te disac­cor­do del pro­ta­go­ni­sta papa­raz­za­to, sal­vo poi sco­prie il fru­scia­re di bigliet­to­ni fra­gran­ti

Sarò all’an­ti­ca, ma per­so­nal­men­te apprez­zo un altro agi­reQuel­l’an­ti­co gusto di far le cose per il gusto di far­le e sen­za che nes­su­no ne abbia cono­scen­za

Quel sot­ti­le pia­ce­re di attua­re sen­za pare­re ciò che deve tro­va­re fat­to e agi­to, nel più tota­le silenzio. 

Non faci­le da capi­re for­se di que­sti tem­pi. Ma cre­de­te­mi, è così che acca­do­no le vere cose

Di nasco­sto.

Con­di­vi­di

1 Comment

  1. Fede ha detto:

    Amen!!