>

Se te lo prendo non te lo rendo: body building al femminile. Meglio un po’ di sana gnocca!

female_body_builders05Quando la mania del body buil­ding por­ta a risul­ta­ti deci­sa­men­te poco pia­ce­vo­li.

Negli States la cosa ha pre­so pie­de già da un po’, e mol­te don­ne fini­sco­no per rovi­nar­si com­ple­ta­men­te, oltre ai rischi sani­ta­ri cui si espon­go­no inu­til­men­te

Per rag­giun­ge­re risul­ta­ti come quel­lo qui sopra infat­ti le “dol­ci signo­re”, oltre che sot­to­por­si a regi­mi ali­men­ta­ri rigi­dis­si­mi, si stra­fan­no di ormo­ni, pastic­che, inte­gra­to­ri pro­tei­ci e quan­t’al­tro, cosa che secon­do alcu­ni stu­di recen­ti è anco­ra più peri­co­lo­sa per una don­na che per un uomo.

news6_3

Aver cura del pro­prio cor­po ha un sen­so e spes­so è di pub­bli­ca uti­li­tà (nel sen­so che ral­le­gri l’oc­chio altrui), ma quan­do si arri­va a cer­ti estre­mi mi sem­bra dav­ve­ro trop­po! O no?

(A pro­po­si­to: gnocca’s gal­le­ry è appe­na sta­ta aggior­na­ta, sia­mo a quo­ta 482!)

Condividi