>

Terremoto in Abruzzo: anche i Vigili del Fuoco accusano Bertolaso di inefficienza

Ripor­to uno stral­cio pub­bli­ca­to su infoaut.org. Si trat­ta di una dichia­ra­zio­ne di Anto­nio Jiri­ta­no, rap­pre­sen­tan­te sin­da­ca­le dei Vigi­li Del Fuo­co, in cui lo stes­so accu­sa Ber­to­la­so di esser­se­ne sbat­tu­to ampia­men­te del­le segna­la­zio­ni che da due set­ti­ma­ne pre­oc­cu­pa­va­no gli stes­si VVFF:

“La respon­sa­bi­li­tà è total­men­te del sot­to­se­gre­ta­rio Ber­to­la­so. Come al soli­to ha avu­to un atteg­gia­men­to sac­cen­te, quel­lo del pro­fes­so­re di tur­no, e ha sot­to­va­lu­ta­to le mis­si­ve che da alme­no due set­ti­ma­na con­ti­nua­va­mo a invia­re. Noi come Vigi­li del fuo­co sono alme­no 15 gior­ni che rice­via­mo richie­ste di infor­ma­zio­ne per que­sta atti­vi­tà sismi­ca che pro­se­gue da un paio di set­ti­ma­ne. Noi ave­va­mo il sen­to­re che qual­che cosa era nel­l’a­ria. Si pote­va benis­si­mo pen­sa­re a un’at­ti­vi­tà di pre­ven­zio­ne sul ter­ri­to­rio. Non dico che biso­gna­va eva­cua­re la popo­la­zio­ne ma alme­no por­ta­re avan­ti tut­te quel­le atti­vi­tà che avreb­be­ro potu­to evi­ta­re dan­ni mag­gio­ri. A noi man­ca pro­prio l’at­ti­vi­tà di pre­ven­zio­ne sul territorio”.

E con­ti­nua: “In que­sto momen­to alla pro­te­zio­ne civi­le sono impe­gna­ti in altre cose. Han­no volu­to dare l’im­ma­gi­ne di una Napo­li ripu­li­ta dal­la spaz­za­tu­ra tra­la­scian­do quel­lo che è il ter­ri­to­rio. Ma sono anni ormai che l’at­ti­vi­tà di pre­ven­zio­ne del­la Pro­te­zio­ne Civi­le non c’è. Ormai il loro lavo­ro è cen­tra­to solo sui gran­di even­ti. Non c’è più l’at­ti­vi­tà di soc­cor­so in Ita­lia da par­te del­la Pro­te­zio­ne Civi­le. Eppu­re è in mano al sot­to­se­gre­ta­rio Ber­to­la­so che si occu­pa di tut­t’al­tro e non di que­ste cose. Vivia­mo in un pae­se a rischio sismi­co sot­to cui si muo­vo­no quo­ti­dia­na­men­te le plac­che tet­to­ni­che. Nono­stan­te tut­to que­sto atti­vi­tà di pre­ven­zio­ne da par­te del­la Pro­te­zio­ne Civi­le non se ne vede. A cosa ser­ve que­sto sot­to­se­gre­ta­rio se non fa valu­ta­zio­ni immediate?”

Quin­di non c’e­ra solo l’e­va­cua­zio­ne da met­te­re in atto, come qual­che fur­bo­ne ha com­men­ta­to su que­sto blog e altri, ma altre con­tro­mi­su­re da appron­ta­re, se la pro­te­zio­ne civi­le non fos­se sta­ta impe­gna­ta a fare lo spaz­zi­no a Napo­li.

Cre­do che Ber­to­la­so farà un po’ di fati­ca a giu­sti­fi­ca­re anche questo.

Con­di­vi­di

10 Comments

  1. Ciccio ha detto:

    Ma un medi­co che czzo può fare alla pro­te­zio­ne civile?
    E’ un arro­gan­te e pre­sun­tuo­so. Stan­no anche sul­la sua coscien­za i mor­ti di l’Aquila

  2. Laura ha detto:

    Dove­va­no sem­pli­ce­men­te avver­ti­re la gen­te di abban­do­na­re le case e no dire di star tranquilli!

  3. Matteo ha detto:

    Sono un Vigi­le del Fuo­co in ser­vi­zio pres­so il coman­do pro­vin­cia­le di Chie­ti ed ho una lau­rea in geo­lo­gia appli­ca­ta. Lo sape­va­te che non pos­so fare il geo­lo­go all’in­ter­no del Cor­po per­chè sono rico­no­sciu­te solo le figu­re pro­fes­sio­na­li degli inge­gne­ri e degli archi­tet­ti? Non è un para­dos­so? Come si fa a par­la­re di pre­ven­zio­ne se il geo­lo­go vigi­le non può met­te­re a frut­to le espe­rien­ze di stu­dio e le capa­ci­tà acqui­si­te negli anni all’in­ter­no di un cor­po mag­gior­men­te coin­vol­to nel­le cala­mi­tà natu­ra­li? Ho sem­pre par­la­to di pre­ven­zio­ne ma occor­re far­la con le figu­re pro­fes­sio­na­li adat­te a ciò: scu­sa­te ma il geo­lo­go non può esse­re mes­so all’angolo!!!
    Mat­teo Grifone.

    • Franz ha detto:

      E uno dei tan­ti pro­ble­mi di que­st’I­ta­lia; la casta degli albi pro­fes­sio­na­li. Nel tuo caso poi la cosa è anco­ra più assurda!

  4. GIUSEPPE ha detto:

    GIUSEPPE EX VIGILE DEL FUOCO DI NOLA PAESE CHE HA DATO ALLA LUCE GIORDANO BRUNO. ESPRIMO SOLIDARIETA’ NEI CONFRONTI DI GIULIANI-
    DOTTORE: VOLEVO FARE UN’ OSSERVAZIONE A SEGUITO DELLA MIA ESPERIENZA DI SERVIZIO MILITARE E QUELLA TRENTENNALE DA VIGILE DEL FUOCO SENZA MAI ESSERE RACCOMANDATO DA NESSUNO E SEMPRE OPERATIVO PER TUTTE LE COSE SUCCESSE DAL 1976 IN POI DURANTE IL SERVIZIO DA MISSIONARIO PRESTATO.
    ESPERIENZA: SE LA STRUMENTAZIONE ELETTRONICA OMOLOGATA MISURA IL FONDO AMBIENTALE DI UNA ZONA STABILITA E LA MEDIA E’ SEMPRE 100 IL RISULTATO RISULTA NELLA NORMA MA SE I VALORI DELLA MEDIA RADDOPPIANO DIVENTANDO 200 C’E’ QUALCOSA DI NUOVO CIOE’ UN’ ANOMALIA E LA MISURA ANOMALA VA STUDIATA SIA CHE SIA RADON – AMMONIACA – ANIDRITE SOLFOROSA – FORTE PUZZA – VIBRAZIONI. L’OPERATORE CONSEGNA I DATI ANOMALI E IL CAPO LO DENUNCIA E I SCENZIATI DIPENDENTI DEL CAPO DANNO RAGIONE AL GRANDE CAPO CHE GESTISCE BENE I SOCCORSI .
    IN CONCLUSIONE IL CAPO DELLA PROTEZIONE CIVILE GESTISCE BENE
    I SOCCORSI MA IL CAPO SEMBRA CHE HA TRASCURATO I SEGNI EVIDENTI CHE LA NATURA TRASMETTE SEMPRE PRIMA DELLA MORTE .

    NOLA TERREMOTO GIORNO 06- 04 – 2009 ORE 3:32

    • Franz ha detto:

      Cre­do che il com­por­ta­men­to di Ber­to­la­so in que­sto caso non sia pro­prio sta­to enco­mia­bi­le. Al tem­po stes­so, for­se anche lui ha degli ordi­ni. Altri­men­ti non si spie­ghe­reb­be per­chè la pro­te­zio­ne civi­le si impe­gna­ta in mil­le com­pi­ti che con la sua natu­ra han­no ben poco a che spar­ti­re (vedi la rac­col­ta dei rifiuti)!

    • Franz ha detto:

      Scu­sa, dimen­ti­ca­vo di rin­gra­ziar­ti per il commento.