>

Giovanardi: test antidroga a chi vuol guidare il motorino. E a chi vorrebbe guidare l’Italia?

Ecco­la qui la noti­zia fur­ba del­la set­ti­ma­na: il mini­stro Gio­va­nar­di vor­reb­be intro­dur­re l’ob­bli­ga­to­rie­tà del test anti­dro­ga per chi vuo­le gui­da­re il moto­ri­no, pri­ma che pren­da la patente.

Se il ragaz­zo vie­ne tro­va­to posi­ti­vo al test , non avrà né paten­ti­no né paten­te. Andrà a pie­di per sal­va­guar­da­re la sua inco­lu­mi­tà e quel­la degli altri

Nien­te da dire. Solo non vedo per­chè la stes­sa rego­la non dovreb­be vale­re per chi vuo­le gui­da­re qual­co­sa di mol­to più gros­so che un moto­ri­no: la respon­sa­bi­li­tà di gui­da­re l’I­ta­lia cre­do infat­ti sia mol­to mag­gio­re al confronto.

Se Gio­va­nar­di vuo­le intro­dur­re una rego­la simi­le comin­ci quin­di ad isti­tui­re con­trol­li gior­na­lie­ri anti­dro­ga davan­ti a mon­te­ci­to­rio, come ave­va­no fat­to le Iene qual­che tem­po fa.

E il pri­mo che si fa tro­va­re stra­fat­to… fuo­ri dai coglioni!

Tag Tech­no­ra­ti: , ,

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. andrea ha detto:

    uno spi­nel­lo ogni tan­to non crea camio­ni­sti peri­co­lo­si ma si fa di tut­ta un erba un fascio

  2. Umberto Veronesi ha detto:

    E’ un tema che ha mol­to da esse­re ana­liz­za­to. E pur­ga­to da incli­na­zio­ni poli­ti­che, cre­do offra mol­ti spun­ti. Se voglia­mo gene­ra­liz­za­re, anche l’al­lo­ro (Lau­rus nobi­lis) è una pian­ta che, usa­ta con mae­stria, può indur­re in sta­to allu­ci­na­to­rio, può crea­re dipen­den­za, ma, soprat­tut­to, è tos­si­co ed ucci­de. Non lo si vie­ta per­ché non ha con­no­ta­zio­ni poli­ti­che, per il momen­to. Alla stes­sa manie­ra far­si una can­na non ha effet­ti più noci­vi del fumar­si una siga­ret­ta men­tre si beve un bic­chie­re di ros­so (anche se non ha gli effet­ti posi­ti­vi del vino). Non ce li ha e basta. Ed ammaz­zar­si di can­ne da mane a sera per anni sap­pia­mo che pro­vo­ca dei dan­ni seri e che gene­ra muta­zio­ni del com­por­ta­men­to peri­co­lo­se. Ma anche ammaz­zar­si di zuc­che­ro da mane a sera fa dan­ni semi irre­ver­si­bi­li. O proi­bia­mo tut­to o edu­chia­mo la gen­te ad un uso con­sa­pe­vo­le di ciò che la Natu­ra ci rega­la. Io sarei per la seconda…