>

ATTENZIONE! Il nuovo decreto DDL sulla sicurezza non è come dicono i giornali: apre la porta alla censura di Stato!

Ieri il sena­to ha appro­va­to il nuo­vo DDL sul­la sicu­rez­za, com­pre­so un emen­da­men­to, il nume­ro 50 Bis, pro­po­sto dal­l’U­DC per mano di Giam­pie­tro D’A­lia. Il testo ori­gi­na­le lo tro­va­te qui, ma ve ne ripor­to un pez­zo per comodità:

Art. 50-bis.

(Repres­sio­ne di atti­vi­tà di apo­lo­gia o isti­ga­zio­ne a delin­que­re com­piu­ta a mez­zo inter­net)

1. Quan­do si pro­ce­de per delit­ti di isti­ga­zio­ne a delin­que­re o a disob­be­di­re alle leg­gi, ovve­ro per delit­ti di apo­lo­gia di rea­to, pre­vi­sti dal codi­ce pena­le o da altre dispo­si­zio­ni pena­li, e sus­si­sto­no con­cre­ti ele­men­ti che con­sen­ta­no di rite­ne­re che alcu­no com­pia det­ta atti­vi­tà di apo­lo­gia o di isti­ga­zio­ne in via tele­ma­ti­ca sul­la rete inter­net, il Mini­stro del­l’in­ter­no, in segui­to a comu­ni­ca­zio­ne del­l’au­to­ri­tà giu­di­zia­ria, può dispor­re con pro­prio decre­to l’in­ter­ru­zio­ne del­la atti­vi­tà indi­ca­ta, ordi­nan­do ai for­ni­to­ri di con­net­ti­vi­tà alla rete inter­net di uti­liz­za­re gli appo­si­ti stru­men­ti di fil­trag­gio neces­sa­ri a tal fine.

Ho mes­so in gras­set­to la par­te che rap­pre­sen­ta un vero peri­co­lo per tut­to que­sto pae­se.

Se è vero che que­sto decre­to potreb­be ser­vi­re per com­bat­te­re quel­la par­te male­det­ta del­la rete che inci­ta all­la mafia, a fare san­to Rii­na, a stu­pra­re le don­ne in grup­po, e quin­di potreb­be esse­re un otti­mo stru­men­to con­tro que­ste por­ca­te, ren­dia­mo­ci con­to che quel­la fra­se per­met­te di oscu­ra­re qua­lun­que sito, blog o forum, chiun­que deci­da di dire che una qual­che leg­ge è una puttanata!

Quel “disob­be­di­re alle leg­gi” ren­de tal­men­te inter­pre­ta­bi­le il decre­to da ren­der­lo un siste­ma per­fet­to per cen­su­ra­re chiun­que deci­da di denun­cia­re un’a­zio­ne del governo!

E’ un po’ che lo dico, e con me mol­ti altri.

ATTENZIONE! La liber­tà che cre­de­te di ave­re rischia di anda­re incon­tro ad una dra­sti­ca riduzione! 

Sve­glia!

Intan­to che i gior­na­li se la mena­no con Elua­na, le tet­te e gli stupri
e con la scu­sa del­la sicu­rez­za, tan­to cara a tut­ti i regimi,
que­sto gover­no si sta for­nen­do di tut­ti i mez­zi lega­li per far tace­re chiun­que osi contrastarlo! 

Tag Tech­no­ra­ti: ,

Con­di­vi­di

13 Comments

  1. Umberto Veronesi ha detto:

    Ho sem­pre deri­so chi denun­cia­va il “peri­co­lo per la demo­cra­zia” ogni vol­ta che veni­va pro­mul­ga­ta una leg­ge in Ita­lia che des­se un po’ di cre­di­bi­li­tà al siste­ma legi­sla­ti­vo, giu­di­zia­rio e giu­ri­di­co del Pae­se. Anche per­ché (e potre­mo par­lar­ne se si deci­de­rà in tal sen­so) riten­go che non ci sia alcu­na demo­cra­zia oggi in Ita­lia e che per tan­to, tale siste­ma non pos­sa esse­re in peri­co­lo, in quan­to ine­si­sten­te. Tut­ta­via il dise­gno di leg­ge sul­la sicu­rez­za (non è un decre­to, in real­tà), è pre­oc­cu­pan­te. Cia­scun pun­to è cri­ti­ca­bi­le o meno, è giu­di­ca­bi­le secon­do diver­si cri­te­ri. La cosa che riten­go dav­ve­ro oscu­ra è il qua­dro com­ples­si­vo del dise­gno. Per la pri­ma vol­ta vedo una limi­ta­zio­ne com­ples­si­va del­le liber­tà ed una gra­ve inge­ren­za del­lo Sta­to in ciò che dovreb­be esse­re costi­tu­zio­nal­men­te garan­ti­to a cia­scu­no di noi. Cre­do val­ga la pena tene­re seria­men­te sot­t’oc­chio la situazione.

    • franz ha detto:

      Pur­trop­po si. Il pro­ble­ma di decre­ti come que­sto è che se inter­pre­ta­ti cor­ret­ta­men­te sono per­fet­ta­men­te legit­ti­mi e uti­li. Se ad inter­pre­tar­li è qual­cu­no che inve­ce vuo­le diver­tir­soi un po’… sia­mo fregati!

  2. Valeria ha detto:

    Caro Franz, a pro­po­si­to di: “Que­sto gover­no si sta for­nen­do di tut­ti i mez­zi lega­li per far tace­re chiun­que osi contrastarlo!”
    Tan­to per alleg­ge­ri­re un po’ ricor­do (da “Le leg­gi di Mur­phy”) la pri­ma leg­ge di Brien: “Nel­la vita di qual­sia­si orga­niz­za­zio­ne, la sua capa­ci­tà di fun­zio­na­re mal­gra­do se stes­sa pri­ma o poi si esaurisce.”
    🙂

  3. Sting ha detto:

    Di fat­to sono d’ac­cor­do con Vero­ne­si, la demo­cra­zia in Ita­lia non c’è. Semplicemente.
    Cir­ca l’o­rien­ta­men­to del gover­no attua­le, oggi ho capi­to che c’è in atto un vero e pro­prio col­po di sta­to. Il pre­si­den­te degli arro­gan­ti ha affer­ma­to che se il pre­si­den­te del­la repub­bli­ca non fir­ma il decre­to, vare­rà un dise­gno di leg­ge, che lo farà appro­va­re in tre gior­ni e che se neces­sa­rio farà in modo di modi­fi­ca­re la costi­tu­zio­ne (che per inci­so pone il capo del­lo sta­to a garan­te di un abu­so nel legi­fe­ra­re). Come dire, non c’è pro­nun­cia­men­to di magi­stra­ti, non c’è costi­tu­zio­ne che ten­ga, non c’è leg­ge, per­ché la leg­ge sono IO!
    Post scrip­tum: non esclu­do che gli ita­lia­ni, trop­po impe­gna­ti con le vicen­de del G.F. e i posti­ci­pi di cam­pio­na­to, non si accor­ga­no di ciò che è già da tem­po in atto. Un ten­ta­ti­vo di azze­ra­re il pen­sie­ro cri­ti­co ed autonomo.

  4. Umberto Veronesi ha detto:

    Poche ore fa è sta­to appro­va­to l’emendamento Cas­si­nel­li, ad ope­ra dell’On. Cas­si­nel­li (PDL), che ha di fat­to abro­ga­to l’art. 50 del Ddl n. 2180, noto in rete come l’emendamento D’Alia. La rete tira un sospi­ro di sol­lie­vo e ringrazia.

  5. anakin ha detto:

    si e vero la cen­su­ra c’è ma e anche vero che la sini­stra ten­de a pub­bli­ca­re di tutto,anche le cose private.viva la liber­tà ma anche la privacy.

  6. ivan ha detto:

    Scusatemi,ma ho un dubbio,il pac­chet­to di sicu­rez­za di cui par­la­no tan­to oggi è già legge?In pra­ti­ca da doma­ni è leg­ge appli­ca­bi­le e da rispettare?Mi rife­ri­sco soprat­tut­to ai per­mes­si di sog­gior­no che devo­no esse­re pagati..

    • franz ha detto:

      Scu­sa Ivan, per il ritar­do di que­sta rispo­sta. Il pac­chet­to di cui par­lo in que­sto post non è lo stes­so che sta sol­le­van­do tut­to il cla­mo­re attuale.
      Il DDL di cui al pre­sen­te post è sta­to appro­va­to ed è leg­ge, esclu­so l’e­men­da­men­to D’A­lia (il pri­mo ammaz­za blog)
      Il decre­to sul­la sicu­rez­za odier­no inve­ce, det­to decre­to Alfa­no, gra­zie al cie­lo non è anco­ra legge.
      Per que­sto la blo­go­sfe­ra sta pian­tan­do tut­to que­sto casino.