>

Ricerca della verità: vibrazione ed energia evidentemente c’è altro da vedere!

Alcu­ni mi han­no det­to che non capi­sco­no dove voglio anda­re a para­re con que­sti arti­co­li sul­la ricer­ca del­la veri­tà. E’ sem­pli­ce! Quel­lo che cer­co di mostra­re è che esi­sto­no mol­ti aspet­ti del­la nostra vita, per la veri­tà così tan­ti da fare impres­sio­ne, che per una serie di moti­vi non riu­scia­mo a cogliere.

Se un sem­pli­ce bra­no musi­ca­le di 30 secon­di come quel­lo che ho inse­ri­to in un post pre­ce­den­te è in gra­do di tra­smet­te­re una sen­sa­zio­ne, di cam­bia­re maga­ri anche il nostro modo di pen­sa­re, per­chè con­ti­nua­re a far­ci fre­ga­re da colo­ro che insi­sto­no sul mate­ria­li­smo, il meto­do scien­ti­fi­co a tut­ti i costi, che con­ti­nua­no a soste­ne­re che non esi­ste nul­la se non è scien­ti­fi­ca­men­te provabile?

La nostra vita è que­sta, vero, ma per espe­rien­za per­so­na­le pos­so garan­ti­re che c’è vera­men­te anco­ra mol­to da vede­re, mol­to che è nasco­sto alla nostra osser­va­zio­ne, solo per il fat­to che non sap­pia­mo dove e come guar­da­re. Spe­cial­men­te in Italia.

Basta girar­si intor­no, per sape­re cosa suc­ce­de nel mon­do: sia­mo dipen­den­ti dai media, i qua­li a loro vol­ta sem­bra­no fare a gara per chi dice più cazzate.
Se qual­cu­no si per­met­te di dire che esi­ste for­se un modo diver­so di vede­re le cose, si vede apo­stro­fa­re da uno come Ange­lo (un tizio che è pas­sa­to a lascia­re un com­men­to del caz­zo sul­lo scor­so post) che sostie­ne di aver capi­to cosa voglio dire solo per aver zam­pet­ta­to qua e là su que­sto blog.

Cose come la ricer­ca, lo stu­dio, l’e­splo­ra­zio­ne di quel­lo che gli esse­ri uma­ni potreb­be­ro espri­me­re ven­go­no liqui­da­te sem­pre più in fret­ta alla voce “stron­za­ta” o bol­la­te come scioc­chez­ze, ma la cosa che più mi fa incaz­za­re, è che a fare ciò è per lo più gen­te che pas­sa la sua gior­na­ta a par­la­re del­le tet­te del gran­de fra­tel­lo, o a com­men­ta­re il gos­sip del momento.

Se a qual­cu­no può anco­ra far como­do cre­de­re che la vita che sta viven­do è quel­la per­fet­ta per lui, non ho pro­prio nul­la da obiet­ta­re, sono caz­zi suoi!

A me non sta bene con­ti­nua­re a far­mi pren­de­re per i fon­del­li da gen­te che cer­ca di con­vin­cer­mi a vive­re una vita vuo­ta, pri­va di signi­fi­ca­to, alla fine del­la qua­le non sarò fon­da­men­tal­men­te cam­bia­to di una vir­go­la, spac­cian­do­me­la per la vita perfetta.

Con­di­vi­di

2 Comments

  1. Yonas ha detto:

    PIENAMENTE D’ACCORDO, BEL BLOG, COMPLIMENTI!

    • franz ha detto:

      TI rin­gra­zio mol­to, sia del pas­sag­gio che del complimento.