>

Campagna mediatica su stupri, Englaro, Grande Fratello e C. Ma a cosa puntano ‘sti giornali?

Sta­ti­sti­ca­men­te il nume­ro di denun­ce per stu­pro o vio­len­za ses­sua­le, sin­go­la o di grup­po, è in calo da due anni. Ma sono pron­to a scom­met­te­re che in que­sti gior­ni ben pochi ita­lia­ni sareb­be­ro dispo­sti a crederlo.

E que­sto gra­zie al fat­to che pra­ti­ca­men­te non pas­sa gior­no sen­za che sui gior­na­li par­ta un arti­co­lo su un nuo­vo epi­so­dio riguar­dan­te que­sti reati.

Al di là del fat­to che comun­que era ora che un po’ di pres­sio­ne media­ti­ca faces­se muo­ve­re il culo alla poli­ti­ca su un argo­men­to da sem­pre tenu­to in sor­di­na, al di là del­l’o­dio­si­tà intrin­se­ca del rea­to in que­stio­ne, e al di là del­le coin­ci­den­ze, quan­do le testa­te gior­na­li­sti­che ita­lia­ne si muo­vo­no in que­sto modo, a me spun­ta rego­lar­men­te il dub­bio: cui pro­de­st? Chi ci gua­da­gna?

Pen­sa che ti ripen­sa, rivi­sti i toni degli ulti­mi arti­co­li, que­sta vol­ta sono un po’ rima­sto al palo, con solo due ipo­te­si: o si vuol far cre­sce­re una rab­bia xeno­fo­ba, o si sta sem­pli­ce­men­te facen­do leva sul­la par­ti­co­la­re mor­bo­si­tà ita­lia­na per ven­de­re di più.

L’effet­to col­la­te­ra­le cer­ta­men­te è che l’atten­zio­ne ita­lio­ta in que­sto perio­do si svia dai casi­ni del­l’e­co­no­mia e dal­la cri­si la cui onda­lun­ga sta viep­più alzan­do il livel­lo del­la mer­da in cui tra poco affo­ghe­re­mo, dul­cis in fun­do for­nen­do una val­vo­la di sfo­go alla rab­bia che va a river­sar­si con­tro i rei di stu­pro, donan­do qual­che secon­do di respi­ro a quei respon­sa­bi­li di situa­zio­ni ben più pesan­ti che comin­cia­va­no a sen­tir la pol­tro­na tre­mar­gli sot­to il culo.



Ben ven­ga infat­ti lo sput­ta­na­men­to nei con­fron­ti di una Ber­nar­di­ni che si pre­oc­cu­pa più del­la sor­te di quat­tro vol­ga­ri quan­to luri­di delin­quen­ti inve­ce che del­la vit­ti­ma del­l’ul­ti­ma vio­len­za, ma cer­chia­mo di non fare la fine degli idio­ti.

Men­tre stia­mo ad arra­par­ci per le tet­te di una qual­sia­si ragaz­zi­na pla­sti­ca­ta, o in alter­na­ti­va a sba­va­re come cani rab­bio­si spe­ran­do qua­si di assi­ste­re ad un altro stu­pro per pro­va­re la libi­di­ne di un pub­bli­co lin­ciag­gio, la situa­zio­ne non migliora.

Cer­chia­mo di ricor­dar­ci che se impic­chia­mo un qual­che delin­quen­te per stra­da que­sto non ci aiu­ta ad arri­va­re alla fine del mese in un pae­se ormai deva­sta­to dal­la man­can­za di dena­ro, dal­la cri­si del cre­di­to e da un gover­no che sem­bra non sap­pia fare il suo lavo­ro ma che in real­tà a me da la sen­sa­zio­ne di saper­lo fare benis­si­mo.

E’ evi­den­te il ten­ta­ti­vo di svia­men­to del­l’o­pi­nio­ne pub­bli­ca dai veri caz­zi ama­ri, con­cen­tran­do­la inve­ce su sin­go­le vicen­de, qua­li quel­la del­la Engla­ro o quel­la del “bran­co” di turno.

La stra­da ver­so un peri­co­lo­so auto­ri­ta­ri­smo, per non dire peg­gio, è sem­pre più in disce­sa, e noi stia­mo acce­le­ran­do la cadu­ta sen­za accorgercene.

Tag Tech­no­ra­ti: , , ,

Con­di­vi­di

10 Comments

  1. bravoreal ha detto:

    è la tv , la tv la tv la tv.….
    Da sem­pre cer­ca­no di indi­riz­za­re il pen­sie­ro del­le peco­re , o per uno sco­po poli­ti­co o per uno sco­po eco­no­mi­co. Spes­so ci rie­sco­no con le esa­ge­ra­zio­ni gior­na­li­sti­che, per que­sto ci sia­mo rot­ti il.… e decli­ne­re­mo al più pre­sto al rim­piaz­zo del­la tv con inter­net, alme­no qui si sen­to­no più cam­pa­ne, ed uno è libe­ro di sce­glie­re la sua ( e a vol­te di far­si un pen­sie­ro proprio).…
    Par­lia­mo un’al­tro pò di tv, ave­te sen­ti­to per caso le mani­fe­sta­zio­ni (del tut­to accet­ta­te) a gui­do­nia e a lam­pe­du­sa di for­za nuo­va? NO per­chè for­se FN dice il vero, ma a qual­cu­no dà un fasti­dio enor­me allo­ra si ripie­ga su altre notizie
    A que­sto pun­to i veri fasci­sti sono quel­li del­la tv e i demo­cra­ti­ci ad essa allegati

    • franz ha detto:

      Hai ragio­ne, di que­sta secon­da noti­zia è dif­fi­ci­le tro­va­re traccia!

  2. Valeria ha detto:

    Bra­vo Franz! Me lo doman­do da giorni!!!
    Spo­sta­re l’attenzione, cer­ta­men­te. Il che la dice lunga…
    Il peri­co­lo di que­ste pres­sio­ni media­ti­che è enor­me: è solo fumo; secon­do me non c’è alcu­na inten­zio­ne di affron­ta­re seria­men­te il pro­ble­ma stu­pri e moool­tis­si­me inten­zio­ni di far pas­sa­re inos­ser­va­ti i pro­ble­mi del paese.
    Sono d’accordo con te!

  3. Riccardo ha detto:

    Ciao…grazie del­la visi­ta e com­pli­men­ti per il sito…molto cari­no. Non so se con­vie­ne fare scam­bio link anche se abbia­mo stes­so page rank. Trat­tia­mo cose com­ple­ta­men­te diver­se. Che dici?

    • franz ha detto:

      Non cre­do, mi sa che Goo­gle ci sga­me­reb­be male. Ma gra­zie per visi­ta, com­men­to e pensiero.

  4. Sting ha detto:

    A vol­te c’è qual­che spif­fe­ro nel­l’in­for­ma­zio­ne poli­ti­ca, sta­mat­ti­na han­no per­mes­so ad una psi­co­lo­ga del­la Man­gia­gal­li ne cor­so una inter­vi­sta, di affer­ma­re che il nume­ro degli stu­pri NON è aumen­ta­to, ma c’è “una mag­gio­re atten­zio­ne”. Non cre­do che qua­sta opi­nio­ne sarà ripor­ta­ta con mol­ta riso­nan­za, c’è da sod­di­sfa­re la “pru­de­rie” ita­lio­ta e fare audien­ce. In com­pen­so il Ber­lu­sca ne ha det­ta una bel­lis­si­ma, e cioè che i magi­stra­ti sba­glia­no a man­da­re ai domi­ci­lia­ri i pre­sun­ti (non mi pare sia­no sta­ti con­dan­na­ti in via defi­ni­ti­va…) stu­pra­to­ri. I suoi ami­ci e col­la­bo­ra­to­ri che, con­dan­na­ti in via defi­ni­ti­va, con­ti­nua­no a rico­pri­re inca­ri­chi di gover­no sono inve­ce “vit­ti­me” di un com­plot­to dei giu­di­ci comu­ni­sti. Ma alme­no si ren­de con­to del­le caz­za­te che dice?.….….…. Bè, maga­ri lui sì, ma mol­ti ita­lia­ni NO!!

    • franz ha detto:

      La respon­sa­bi­li­tà di chiun­que abbia una posi­zio­ne rico­no­sciu­ta come auto­ri­ta­ria dal­la gen­te è una cosa che trop­pi, trop­po spes­so dimen­ti­ca­no di avere!

      • Valeria ha detto:

        Vero, veris­si­mo! Ma anche la respon­sa­bi­li­tà di chiun­que abbia facol­tà di eleg­ge­re i rap­pre­sen­tan­ti di gover­no è una cosa che trop­pi dimen­ti­ca­no. Insom­ma, se Ber­lu­sca è lì qual­cu­no ce lo avrà pure mes­so. O no?

        • Franz ha detto:

          Lui come chiun­que altro. Come ho det­to da qual­che par­te tra i vari post, cre­do vera­men­te che una diver­sa con­sa­pe­vo­lez­za nel­le per­so­ne potreb­be gene­ra­re un diver­so gover­no. Tie­ni pre­sen­te inol­tre che il nostro siste­ma elet­to­ra­le por­ta qua­si sem­pre ad un voto di rifiu­to, oltre che impe­di­re il voto diret­to, per­chè al momen­to per una per­so­na anche mol­to meri­te­vo­le, arri­va­re nel­la posi­zio­ne di esse­re elet­ta in un ipo­te­ti­co gover­no, è qua­si impossibile.

          • Valeria ha detto:

            E anche que­sto è vero! In par­ti­co­la­re mi rife­ri­sco alla fac­cen­da del­le per­so­ne meri­te­vo­li; sem­bra che ci voglia­no ben altre “qua­li­tà” per fare stra­da negli ambien­ti del­la politica…