>

Strattera, ADHD, Atomoxetina FDA lancia allarme tossicità: stiamo uccidendo dei bambini solo perchè sono vivaci!

PORCA PUTTANA!!!

Grazie a Cathe per la segnalazione!

Mi è arri­va­to sta­mat­ti­na il comu­ni­ca­to stam­pa del­l’Associazione Giù le Mani dai Bambini.

Fatelo gira­re!

Negli sta­ti uni­ti la FDA ha ema­na­to un allar­me tos­si­ci­tà per quel­le por­ca­te che geni­to­ri irre­spon­sa­bi­li con­ti­nua­no a pro­pi­na­re ai loro bam­bi­ni che han­no l’uni­ca col­pa di esse­re dei gran casi­ni­sti agi­ta­ti.

Il comu­ni­ca­to lo tro­va­te qui in ingle­se, e qui sul sito dell’Associazione. Andatelo a leg­ge­re!

La FDA avver­te che il far­ma­co può ave­re EFFETTI EPATOTOSSICI LETALI! 

Perchè in Italia non ne par­la nes­sun gior­na­le? Cosa aspet­ta l’Ente Italiano di Farmacovigilanza a pren­de­re provvedimenti?

Che cre­pi qual­che bim­bo, maga­ri col fega­to spappolato?

Invece di rom­pe­re i coglio­ni con le pole­mi­che sul­la RU486,

per­chè non si occu­pa­no di que­stio­ni urgen­ti come questa?

E in Vaticano, per­chè inve­ce di spac­ca­re i maro­ni pen­san­do alla salu­te dei feti non si occu­pa­no di quel­la dei bam­bi­ni già venu­ti al mon­do?

MI INCAZZOOOOO!

Tag Technorati: , , ,

Condividi

2 Comments

  1. Umberto Veronesi ha detto:

    L’Ente Italiano di Farmacovigilanza è trop­po impe­gna­to a far sì che resti vie­ta­to pub­bli­ciz­za­re i medi­ci­na­li omeo­pa­ti­ci. Purtroppo da sem­pre, ma pro­prio da sem­pre, gli uomi­ni han­no fat­to esat­ta­men­te que­sto gene­re di cose. Ciò che cam­bia nel tem­po sono le fina­li­tà. Soldi? Solo per sol­di? Siamo cer­ti che si fac­cia­no que­ste cose solo per i sol­di? O for­se vi sono dei fini, per cer­te azio­ni ese­cra­bi­li? Esiste una men­te cri­mi­na­le man­dan­te? So che non lo sapre­mo mai, e quan­t’an­che riu­scis­si­mo a saper­lo non lo potre­mo mai pro­va­re. Ma l’i­dea del solo pro­fit­to non mi con­vin­ce: per pro­fit­to uno fa cir­co­la­re dei far­ma­ci inu­ti­li spac­cian­do­li per pana­cea, ma non dei far­ma­ci leta­li. Non so. Se esi­stes­se qual­co­sa di uti­le da fare…