>

Manifestazione di massa islamica a Milano: preghiera, protesta o sfida?

Sabato pome­rig­gio: a Milano e a Bologna, qual­che miglia­io di isla­mi­ci “occu­pa­no” le due rispet­ti­ve piaz­ze del Duomo per pro­te­sta­re con­tro i Raid a Gaza.

Oggi ho pro­va­to a chia­ma­re la que­stu­ra di Milano, per sape­re se que­sta mani­fe­sta­zio­ne fos­se o meno auto­riz­za­ta. Dopo diver­si rim­bal­zi tra cen­tra­li­no e vari uffi­ci (nel­la mag­gio­ran­za dei qua­li non rispon­de­va nes­su­no), ho rinun­cia­to, dato che nes­su­no sem­bra­va esse­re in pos­ses­so di que­sta informazione. 

A quan­to leg­go su “Il Giornale” di oggi, in que­sto arti­co­lo (che peral­tro con­si­glio cal­da­men­te di leg­ge­re), per quan­to riguar­da Milano pare pro­prio che non ci fos­se nes­su­na auto­riz­za­zio­ne. I dimo­stran­ti, sem­pre secon­do l’ar­ti­co­lo, era­no gui­da­ti dall’Imam del­la ex-moschea di via­le Jenner (che non si capi­sce cosa ci fac­cia in giro, data l’ac­cu­sa – e se non erro anche la con­dan­na – di ter­ro­ri­smo) e han­no inva­so la piaz­za. Il resto lo pote­te leg­ge­re nell’articolo. 

Facciamo due con­ti: in due cit­tà Italiane, con­tem­po­ra­nea­men­te una fol­la di musul­ma­ni deci­do­no di pro­te­sta­re con­tro i raid a Gaza. Lo fan­no occu­pan­do le piaz­ze prin­ci­pa­li, non­chè sim­bo­li cri­stia­ni per eccel­len­za, sen­za auto­riz­za­zio­ne, e con un coor­di­na­men­to degno di un eser­ci­to.
Il Duomo chiu­de i por­to­ni per “pre­cau­zio­ne”, e NON SUCCEDE ALTRO.

In Italia mi pare esi­sta­no diver­si rea­ti con­fi­gu­ra­bi­li, dal­la mani­fe­sta­zio­ne non auto­riz­za­ta, all’oc­cu­pa­zio­ne abu­si­va di suo­lo pub­bli­co for­se. Il fat­to che il Duomo sia sta­to costret­to a chiu­de­re le por­te potreb­be anche far pen­sa­re all’ar­ti­co­lo 405 del codi­ce pena­le, che puni­sce con pena fino a due anni di reclu­sio­ne chiun­que impe­di­sca l’e­ser­ci­zio del cul­to reli­gio­so in luo­ghi pub­bli­ci o a tal sco­po destinati.


Nessuna rea­zio­ne da par­te del­le for­ze del­l’or­di­ne. Nessuna rea­zio­ne pari­men­ti da par­te del­la popo­la­zio­ne ita­lia­na, trop­po impe­gna­ta in quel momen­to nel­l’in­se­gui­men­to dei saldi. 

Quella che è avve­nu­ta a Milano altro non è che una sfi­da. I musul­ma­ni pote­va­no anda­re a pro­te­sta­re davan­ti alle amba­scia­te israe­lia­ne. Perchè pro­prio nel­le due piaz­ze sim­bo­lo del­la reli­gio­ne cat­to­li­ca inve­ce? Sfida,semplicemente sfi­da: alle auto­ri­tà, ai cit­ta­di­ni, alla religione. 

L’ho det­to, lo ripe­to e non mi stu­fe­rò di far­lo. La demo­cra­zia occi­den­ta­le è anda­ta a put­ta­ne! Senza ner­bo, sen­za la volon­tà e la for­za di difen­de­re i pro­pri valo­ri e i pro­pri idea­li, al suo posto vigo­no il per­be­ni­smo, il buo­ni­smo, la dema­go­gia, e il quie­to vive­re, quel­lo stes­so quie­to vive­re che tra non mol­to avrà la sua neme­si quan­do un Muezzin can­te­rà le sue lita­nie como­da­men­te sedu­to sul­la testa del­la Madonna del Duomo di Milano.

E nes­su­no farà nul­la, per­chè sarà trop­po tardi!

Tag Technorati: , ,

Condividi

2 Comments

  1. the_highlander ha detto:

    che ver­go­gna non dico altro… se lascia­no pas­sa­re que­sta crea­no un pre­ce­den­te. Ma chi dia­mi­ne ci gui­da? Ma c’è rima­sto qual­cu­no con i coglio­ni in Italia? Ci sono per­so­ne che gui­da­no que­ste mas­se di igno­ran­ti come gli pare, e nes­su­no fa nulla.