>

Ma Ratzinger è nato a Sparta? Prima no diritti ai gay, adesso no a quelli dei disabili.

E alè. La serie di occa­sio­ni in cui la chie­sa cat­to­li­ca mostra tut­to il suo splen­do­re prosegue.

L’ultima? Qui, sul Corriere. Non han­no rati­fi­ca­to la riso­lu­zio­ne Onu per i dirit­ti dei disa­bi­li. Detta riso­lu­zio­ne pre­ve­de di adot­ta­re una serie di misu­re affin­chè per i disa­bi­li sia­no garan­ti­ti pari dirit­ti a varie cose, tra cui salu­te e sessualità.

E ovvia­men­te è pro­prio que­sto che non pia­ce alla chie­sa. Essendo com­pre­so l’a­bor­to nei dirit­ti in que­stio­ne, allo­ra “Santa” Romana Chiesa deci­de di negar­li in toto. Parola del soli­to sim­pa­ti­co­ne Monsignor Migliore.

Sempre più cari­ni, sem­pre più con­so­ni al mes­sag­gio cri­stia­no… Mi chie­do vera­men­te se qual­cu­no lì den­tro non abbia avu­to una bot­ta di ricor­di di una vita pas­sa­ta in cui face­va il gine­co­lo­go a Sparta.

Tag Technorati: , ,

Condividi

8 Comments

  1. fabio ha detto:

    RATZINGER HA PERFETTAMENTE RAGIONE. A PARTE IL FATTO CHE IO SONO ASSOLUTAMENTE CONTRARIO ALL’ABORTO, RITENGO SBAGLIATO RATIFICARE UNA RISOLUZIONE CHE PERMETTA DI ABORTIRE SE CI SI ACCORGE CHE SI PARTORIRA’ UN DISABILE. UN DISABILE VA ACCETTATO COMUNQUE ED AMATO FINO ALLA FINE COME SE FOSSE UN GUERRIERO SPARTANO IN SALUTE.

    • Sting ha detto:

      Bene, per­fet­to, avan­ti così.
      Infatti il vati­ca­no ha stan­zia­to milio­ni di euro del pro­prio teso­ro per­so­na­le (per­chè è faci­le fare i mora­li­sti con i sol­di degli altri) per:
      1) Elevare le popo­la­zio­ni del 3° mon­do dal­lo sta­to di pro­fon­da indi­gen­za e dispe­ra­zio­ne in cui ver­sa­no e por­tar­le ver­so più sane con­di­zio­ni sani­ta­rie e di vita
      2) Diffondere una sana edu­ca­zio­ne ses­sua­le, sen­za nascon­der­si che non sia­mo nel 20.000 A.C. ma nel 2008, che per­met­ta anche con l’u­so del pre­ser­va­ti­vo, di ave­re gra­vi­dan­ze responsabili.
      3) Promuovere la ricer­ca in modo da dimi­nui­re con esa­mi mira­ti la pro­ba­bi­li­tà di ave­re figli disabili
      4) Non abban­do­na­re le fami­glie che deb­ba­no cre­sce­re figli disa­bi­li, soste­nen­do­le con ini­zia­ti­ve socio eco­no­mi­che (le pre­ghie­ri­ne non han­no mai paga­to cure, inse­gnan­ti di soste­gno etc.)
      E poi imma­gi­no che per soste­ne­re con tan­ta for­za la sua posi­zio­ne lei abbia in fami­glia un paren­te disa­bi­le psi­chi­co o fisi­co, e quin­di sap­pia bene di cosa si sta par­lan­do, abbia vis­su­to fino in fon­do l’an­go­scia e il dub­bio di poter­ce­la fare, e offri­re alla crea­tu­ra in que­stio­ne un vero aiu­to, e si sia con­fron­ta­to con la dif­fi­ci­le scel­ta di dove­re annul­la­re la pro­pria vita ogni san­to gior­no, per soste­ne­re qual­cu­no che, mal­gra­do tut­to, da solo non ce la può fare.
      Perchè se tut­to quel che ho elen­ca­to è vero, tut­to ok, altri­men­ti fareb­be bene a riflet­te­re un pochi­no, e maga­ri, a far­si veni­re qual­che dubbio.…
      Cordialmente

    • franz ha detto:

      Io riten­go sba­glia­to impe­di­re di abor­ti­re a chi lo vuo­le fare, a pre­ci­sn­de­re dal­la filo­so­fia. Punto. E riten­go idio­ta nega­re tut­ta una serie di dirit­ti per­chè si è con­tra­ri a uno di que­sti. Ripunto.

    • sam ha detto:

      Bisogna leg­ge­re bene i fat­ti: che sen­so ha difen­de­re i disa­bi­li in vita ed eli­mi­na­re quel­li che stan­no per nascere?

    • franz ha detto:

      Il vati­ca­no non uò fir­ma­re la con­ven­zio­ne per­chè non vuo­le. Punto. E que­sto lo qua­li­fi­ca in toto. Ripunto

  2. federico leopardi ha detto:

    Proposta: abo­lia­mo il vati­ca­ne con un bel refe­ren­dum su sca­la pla­ne­ta­ria: tan­to, ora­mai, con lo splen­di­do Insegnamento di Mastro Gesù non ha pro­prio nien­te in comune!!!…