>

Pubblicità: in Italia abbiamo Pippo Baudo, all’estero invece…

Sting mi ha man­da­to una mail e mi ha ispi­ra­to per que­sto post: ho rastrel­la­to qual­che spot pub­bli­ci­ta­rio su you­tu­be, tan­to per ave­re un’i­dea di quan­to sia­mo “libe­ri” in Italia.

Per ogni pro­dot­to ho asso­cia­to quel­li este­ri e quel­li tia­lia­ni. Indo­vi­na un po’ ? In Ita­lia non fac­cia­mo pub­bli­ci­tà ai pro­fi­lat­ti­ci, alle moto… e il resto fa sem­pli­ce­men­te CAGARE se raf­fron­ta­to con i pro­dot­ti del mar­ke­ting stra­nie­ro. Così… tan­to per gradire!!!

Ecco­ne un paio stra­nie­ri sul­la birra:

http://www.youtube.com/watch?v=GH7bjIajc0A





E quel­lo ita­lia­no (la bir­ra moretti):





Uno stra­nie­ro sui pro­dot­ti per capelli:

http://www.youtube.com/watch?v=ewzTQpNjQsM

E uno italiano:





Uno este­ro sui pro­fi­lat­ti­ci (il mio pre­fe­ri­to, con i miglio­ri salu­ti a Papa Ratzinger)





E uno ita­lia­no (Non ne abbia­mo! L’u­ni­co che sono riu­sci­ti a fare è quel­lo del­lo sti­mo­lan­te per lei!)

http://www.youtube.com/watch?v=IZVJnXYECE0
Lo spot del­la Yama­ha R1… e alla fine dite­mi se non sie­te pron­ti a com­prar­ne una! (in Ita­lia non ne abbiamo)





Cathe­ri­ne Zeta-Jones e Tom Jones per T‑Mobile.





Noi cosa abbia­mo? (lascia­mo sta­re, va’…)

http://www.youtube.com/watch?v=PIdvliw8Zng
Alys­sa Mila­no per i cosmetici:

http://www.youtube.com/watch?v=KmAr8RVM5So

L’e­qui­va­len­te italiano:

http://www.youtube.com/watch?v=Z8ViDGKEWj0

Con­di­vi­di

7 Comments

  1. Julk ha detto:

    http://www.youtube.com/watch?v=mXTYkL7qxu8
    Non capi­sco come in ita­lia non si fac­cia­no inve­sti­men­ti sul­l’e­du­ca­zio­ne ses­sua­le, al pri­mo posto sul­l’u­so dei preservativi.

    • franz ha detto:

      One­sta­men­te nem­me­no io, ma cre­do che la doman­da andreb­be gira­ta diret­ta­men­te a papa ratzinger

  2. the_highlander ha detto:

    Pren­den­do il tema del­le dif­fe­ren­ze tra pae­si stra­nie­ri mi ha col­pi­to un’os­ser­va­zio­ne sen­ti­ta alla radio da una socio­lo­ga che face­va nota­re come noi in Ita­lia ai bam­bi­ni pun­tia­mo mol­to sul­le sto­rie come pinoc­chio, capuc­cet­to ros­so e altre dove il comu­ne deno­mi­na­to­re è ubbidisci=stai bene altri­men­ti sono ca..zi men­tre nei pae­si nor­di­ci l’e­roi­na del­le sto­rie è pip­pi cal­ze­lun­ghe, che abi­ta da sola, si arran­gia e vive mil­le avven­tu­re spin­gen­do­si fino ai mari del sud per libe­ra­re il padre … legggg­ger­men­te diver­so come model­lo non credete? 🙂

  3. Sting ha detto:

    Io vor­rei strin­ge­re la mano a quel dio che fa il cur­vo­ne in dera­pa­ta sul­la R1…
    Un mito!

  4. antonio ha detto:

    Aspet­ta­te un momen­to, ma poi lo spot del­la Durex O (che come dice­va­te è l’u­ni­co che sono riu­sci­ti a fare) è sta­to cen­su­ra­to comun­que, se non ricor­do male… Ma allora…

    • franz ha detto:

      Esat­to! L’han­no comun­que cen­su­ra­to! In Ita­lia non esi­ste più man­co quel­lo! Però poi fan­no le cam­pa­gne di pre­ven­zio­ne con­tro l’AIDS… hai presente?