>

Crisi mutui: la BCE taglia ancora i tassi, ma l’effetto sulle rate dei mutui si sentirà fra sei mesi.

Me la sono fat­ta spie­ga­re bene dal diret­to­re di tre ban­che diver­se, tan­to per esse­re sicu­ro… La cosa fun­zio­na così:

Occor­re innan­zi­tut­to guar­da­re sul con­trat­to di ero­ga­zio­ne del mutuo. La mag­gior par­te è aggan­cia­ta all’Eu­ri­bor a tre mesi.

Que­sto signi­fi­ca che il tas­so vie­ne varia­to in rela­zio­ne alla media degli ulti­mi tre mesi.

Quin­di, facen­do quat­tro rapi­di con­ti, cal­co­lan­do che i tas­si han­no comin­cia­to a scen­de­re negli ulti­mi due mesi

(gli opos­sum ave­va­no comin­cia­to pri­ma in effet­ti… no, dai scu­sa­te… que­sta me l’ha pas­sa­ta la mutua!!!),

gli effet­ti si sen­ti­ran­no dopo un dop­pio perio­do, quin­di fra cir­ca quat­tro mesi, direi ver­so marzo.

E nel frat­tem­po le ban­che… cucchiaiano.

Con­di­vi­di

4 Comments

  1. the_highlander ha detto:

    mmhh, ma in teo­ria dovreb­be fun­zio­na­re anche al con­tra­rio, se i tas­si aumen­ta­no i mutui aumen­ta­no con ritar­do. A pro­po­si­to, cono­sci uno che è diret­to­re di tre ban­che diver­se??! Cavo­li, chis­sà che sti­pen­dio! Ah ah ah scu­sa ma dopo quel­la del­l’o­pos­sum ci stava. 😉

  2. antonio ha detto:

    Ciao, per ono­ra­re il vero e non le soli­te con­clu­sio­ni da bar… Vai dai diret­to­ri del­le 3 ban­che (che pro­ba­bil­men­te stan­no pen­san­do se avran­no anco­ra un posto dove lavo­ra­re dopo il fal­li­men­to del loro dato­re di lavo­ro…) e digli chia­ra­men­te di non rac­con­ta­re STR.…..ATE: il tas­so Eui­bor a 3 mesi NON E’ una media! Tale tas­so è il prez­zo del dena­ro che le ban­che paga­no per pre­star­si dena­ro per un perio­do di 3 mesi (se il perio­do fos­se 6 mesi si use­reb­be l’eu­ri­bor a 6 mesi se il pre­sti­to è per un gior­no il prez­zo sareb­be il tas­so OVERNIGHT). Il valo­re di que­sto tas­so VARIA GIORNALMENTE.
    Il moti­vo per cui ades­so il tas­so di scon­to Euro­peo è MOLTO dif­fe­ren­te dal tas­so Euri­bor sta nel­la POCA FIDUCIA che le ban­che han­no tra di loro. Per que­sto moti­vo si sta pen­san­do di “inven­ta­re” un nuo­vo tas­so di inte­res­se per­chè se è vero che non ci si può fida­re dei dati fino ad oggi for­ni­ti dal­le ban­che, è altret­tan­to vero che noi cit­ta­di­ni (pri­va­ti o impren­di­to­ri) rila­scia­mo abbon­dan­ti garan­zie alla ban­ca che ci con­ce­de un finan­zia­men­to. Quin­di non è più giu­sto che il pri­va­to paghi per le CA.…ATE che han­no fat­to le ban­che e si crei una nuo­va uni­tà di prez­zo per i finanziamenti.
    Cor­dial­men­te… 😉 E.