>

Crisi mutui: Il signoraggio questo sconosciuto 16 – Il 43,2% delle quote di Bankitalia non si sa dov’è!

gottingmoney.jpgNegli scor­si post, abbia­mo per così dire “spac­ca­to” i soci di ban­ki­ta­lia nei rela­ti­vi possessori.

Sommando le quo­te così “spac­ca­te”, abbia­mo trac­cia­to il 42% cir­ca del­le par­te­ci­pa­zio­ni alle quo­te azio­na­rie di Bankitalia. Il rima­nen­te 58% è fra­zio­na­to sui soci che non abbia­mo men­zio­na­to. Giusto? SBAGLIATO!

Noi abbia­mo pre­so i soci indi­ca­ti nel grup­po di azio­ni­sti rile­van­ti di Bankitalia, e li abbia­mo divi­si nei rela­ti­vi azio­ni­sti. Ma le quo­te appar­te­nen­ti agli azio­ni­sti di Bankitalia del pri­mo livel­lo, som­ma­te, dan­no 255.768 quo­te su 300.000. Che fa l’ 85.2%. Noi ne abbia­mo trac­cia­to il 42%. Questo signi­fi­ca che man­ca all’ap­pel­lo il 43,2% di quo­te, pari a: 129.600 quo­te su 300.000.

Ora, può dar­si che non sia sta­to in gra­do di tro­va­re tut­ti gli azio­ni­sti rile­van­ti dei vari soci di Bankitalia, ma con­si­de­ran­do che il trac­cia­men­to dei prin­ci­pa­li è avve­nu­to tra­mi­te Consob, il dub­bio che mi vie­ne è:

CHI CAZZO HA IN MANO 129.600 (il 43,2%) QUOTE DI BANKITALIA? 

Qui di segui­to c’è il risul­ta­to del­l’ac­cor­pa­men­to degli “spac­ca­ti”

Proviamo ora a vede­re cosa suc­ce­de con­so­li­dan­do quel­li che si ripe­to­no. Otteniamo:

Fondazione Carisbo – 7.85% (Per la par­te­ci­pa­zio­ne in Carisbo, Banca Intesa)
Banco di Sicilia – 6.34% (Per la par­te­ci­pa­zio­ne in Unicredit)
INPS – 5% (se stesso)
Credit Agricole – 3.4% (per le par­te­ci­pa­zio­ni in: Banca Intesa, Cariparma)
Fondazione Monte dei Paschi di Siena – 2.65% (Per la par­te­ci­pa­zio­ne in MPS e Biverbanca)
Compagnia di San Paolo – 2,4% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Banca Intesa)
Carlo Tassara S.p.A. – 2.15% (per le par­te­ci­pa­zio­ni in: Banca Intesa, Assicurazioni Generali, Monte dei Paschi di Siena)
Fondazione Cassa di Risparmio di Genova e Imperia – 1.71% (Per la par­te­ci­pa­zio­ne in Carige)
Fond. Cariplo – 1.41% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Banca Intesa)
Fond. Cr. Padova e Rovigo – 1,38% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Banca Intesa)
BNP Paribas – 1.36% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in BNL)
Mediobanca – 1.235% (Per le par­te­ci­pa­zio­ni in Assicurazioni Generali, Banca Intesa)
Ente Cr. Firenze – 1,04% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Banca Intesa)
Fondazione Cassa di Risparmio Verona, Vicenza, Belluno e Ancona – 0.786% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Unicredit)
Fondazione Ca. Ri. di Biella – 0.69% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Biverbanca)
Banca Centrale del­la Libia con Lybian Foreign Bank e Lybian Investment Authority – 0.66% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Unicredit)
Fondazione Cassa di Risparmio di Torino – 0.6% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Unicredit)
Carimonte Holding S.p.A – 0.527% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Unicredit)
CnCep – 0.438 (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Carige)
Gruppo Allianz – 0.37% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Unicredit)
Assicurazioni Generali S.p.A. – 0.32% (per le par­te­ci­pa­zio­ni in Assicurazioni Generali, Banca Intesa, Carige)
Fondazione Cariparma – 0.3% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Cariparma)
Gruppo De Agostini – 0.211% (Per le par­te­ci­pa­zio­ni in Assicurazioni Generali, Banca Intesa)
Fondazione Ca. Ri. di Vercelli – 0.126% (per la par­te­ci­pa­zio­ne in Biverbanca)

Condividi