>

Crisi mutui: banche e sciacalli. Interessi alle stelle e si fotta l’euribor

Ho tro­va­to un inte­res­san­te docu­men­to, a com­pro­va del­la scia­cal­le­ria del­le ban­che in italia.

Leg­ge­te­lo qui.

In un momen­to in cui l’e­co­no­mia va let­te­ral­men­te a put­ta­ne, e occor­re­reb­be rilan­cia­re indu­stria e com­mer­cio, per far ripren­de­re la cir­co­la­zio­ne di dena­ro, le ban­che pen­sa­no bene di dedi­car­si al peg­gio­re scia­cal­lag­gio, quel­lo sugli inte­res­si dei prestiti.

A quan­to pare, i tele­fo­ni di con­fin­du­stria sono ber­sa­glia­ti di tele­fo­na­te di impren­di­to­ri pic­co­li medi e gran­di che denun­cia­no con­di­zio­ni com­ple­ta­men­te fuo­ri mer­ca­to pra­ti­ca­te da ban­che che si sono mes­se a det­ta­re legge.

Secon­do la BCE, il costo del dena­ro dovreb­be esse­re infe­rio­re al 4% ma mol­ti denun­cia­no tas­si supe­rio­ri al 6%, e in alcu­ni casi addi­rit­tu­ra del 9%.

A para­go­ne con il 5,61 di Set­tem­bre è puro strozzinaggio!

Que­ste situa­zio­ni DEVONO esse­re denun­cia­te. E por­ta­te alla luce. Esi­sto­no dei con­trat­ti alla base di mutui e pre­sti­ti. Que­sti con­trat­ti fan­no testo. Se ave­te un mutuo a tas­so varia­bi­le, e la rata non scen­de (ma pri­ma sali­va) anda­te a vede­re il con­trat­to. Se la ban­ca non lo ha rispet­ta­to, fate­le un culo così! E se non vi ascol­ta, ricor­da­te­vi che esi­ste un orga­ni­smo chia­ma­to ombud­sman, che è quel­lo depu­ta­to a diri­me­re que­sto gene­re di problemi.

C’è un uffi­cio per ogni ban­ca, e poi ne esi­ste uno anche a livel­lo cen­tra­le. Basta entra­re nel­la vostra filia­le e pian­tar­gli un nume­ro. Se non rea­gi­sco­no chie­de­te­gli di met­ter­vi in con­tat­to con l’om­bud­sman loca­le. Non pos­so rifiu­tar­si. Ma pri­ma leg­ge­te atten­ta­men­te il con­trat­to del vostro prestito.

Non fac­cia­mo­ci fregare!

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. Leandro Castelli ha detto:

    Dra­ghi ha appe­na fat­to una con­fe­ren­za stam­pa in cui “si augu­ra che l’Eu­ri­bor tor­ni sot­to quo­ta 5% entro bre­vis­si­mo tem­po”. Ave­vi ragio­ne. Sono pro­prio degli sciacalli!!!

  2. Ivo ha detto:

    Caro Franz, pur­trop­po devo infor­mar­ti che l’om­bud­sman ban­ca­rio NON E’ un orga­no impar­zia­le, come dovreb­be. Mi è capi­ta­to di rivol­ger­mi ad esso in un paio di occa­sio­ni, in pas­sa­to, e non ha MAI dato tor­to alla Ban­ca, nono­stan­te le mie ragio­ni fos­se­ro sacro­san­te! In un caso, ad es., ave­vo dispo­sto la chiu­su­ra di un mio c/c a fine anno, lascian­do sol­tan­to l’im­por­to con­si­de­ra­to (dal­lo stes­so ope­ra­to­re allo spor­tel­lo) suf­fi­cien­te per le spe­se di chiu­su­ra e la mia ban­ca (Popo­la­re di Nova­ra) ha fat­to, ovvia­men­te.… orec­chie da mer­can­te. Risul­ta­to: tre mesi dopo, con­vin­to di aver chiu­so il con­to, mi arri­va un estrat­to con­to in ros­so, su cui sono sta­ti adde­bi­ta­ti i bol­li e gli inte­res­si pas­si­vi (com­pe­ten­ze) del tri­me­stre! Che ovvia­men­te ho dovu­to ripia­na­re per poter chiu­de­re defi­ni­ti­va­men­te il con­to, dopo aver liti­ga­to con la ban­ca, il cui scor­ret­to com­por­ta­men­to è sta­to inve­ce giu­di­ca­to impec­ca­bi­le dal­l’om­bud­sman a cui mi ero rivol­to! Ciò acca­de per­chè que­sta figu­ra altro non è che un’e­ma­na­zio­ne del­le stes­se ban­che: il bri­gan­te non con­dan­ne­rà mai un suo compare!