>

Bocciato piano Bush, wall street a picco, le altre borse seguono. Perchè?

Ieri sera, come già segna­la­to nel post pre­ce­den­te, il pia­no anti­cri­si di Bush è sta­to boc­cia­to. Conseguenza (ovvia) il crol­lo del­le bor­se a livel­lo mon­dia­le (cosa che qual­cu­no sem­bra pre­ve­des­se). La doman­da sor­ge spon­ta­nea: perchè?

Perchè ave­va­no pau­ra di inge­ne­ra­re un infla­zio­ne da secon­da guer­ra mon­dia­le? Ma così è peg­gio, per­chè se il mer­ca­to immo­bi­lia­re crol­las­se in tut­to il mon­do come sta suc­ce­den­do negli USA, la cri­si sarà anco­ra peg­gio­re. E allo­ra: qua­l’è il moti­vo del­la boc­cia­tu­ra di que­sto piano?

Tutti i gior­na­li stril­la­no iste­ri­ci dan­do la noti­zia, ma ce ne fos­se uno che spie­ga per­chè il gover­no ame­ri­ca­no ha deci­so in que­sto senso.Se qual­cu­no ha un’i­dea si fac­cia avan­ti, per­chè mi pia­ce­reb­be capire.

Condividi