>

Caprioglio un mistero al matrimonio 4: risolto

Pen­sa­va­te aves­si mol­la­to? Per nul­la. Ci sono arri­va­to pro­prio ieri.
Al matri­mo­nio del­la Debo­ra nazio­na­le (sen­za l’ ”h”), è sta­ta reci­ta­ta un’e­le­gia. E’ que­sto che c’e­ra sul­le per­ga­me­ne in pos­ses­so di tut­ti gli ospi­ti. Un’e­le­gia appo­si­ta­men­te com­po­sta e scrit­ta da un poe­ta emer­gen­te, che un’a­zien­da fino­ra sco­no­sciu­ta anno­ve­ra tra le sue file.

L’a­zien­da si chia­ma Eccel­len­za­doc, e si occu­pa di que­sto. Per un even­to qual­sia­si si occu­pa di far scri­ve­re una com­po­si­zio­ne “ad hoc” per l’oc­ca­sio­ne, stam­pa­re del­le per­ga­me­ne mooool­to raf­fi­na­te, com­por­re un libro a mo’ di album che par­la dei pro­ta­go­ni­sti del­l’e­ven­to, in cui inse­ri­sce un tema nata­le com­ple­to (l’ho visto, sono una mare di pagi­ne, non di cer­to l’o­ro­sco­po di Novel­la 2000), e volen­do rea­liz­za anche un DVD con i momen­ti prin­ci­pa­li dell’evento.

Io la tro­vo una bel­la idea. Al posto del­le soli­te deci­ne di cor­ni­ci e ogget­ti assur­di, o del­le liste noz­ze sfi­ga­te, rega­la­re una cosa di que­sto tipo è sen­z’al­tro meglio. Alla fine al festeg­gia­to oltre al ricor­do rima­ne in mano qual­co­sa di tan­gi­bi­le, e che lo col­le­ga all’evento.

Non ci cre­de­re­te ma la teo­ria dei sei gra­di di sepa­ra­zio­ne ha fun­zio­na­to alla gran­de. Ci ho mes­so tre pas­sag­gi: chi mi ha pas­sa­to la pri­ma drit­ta era il fra­tel­lo di un’in­vi­ta­to. Que­sti a sua vol­ta ha chie­sto allo spo­so… et voi­là! Il gio­co è sta­to fatto.

Con­di­vi­di