>

Ucraina denunciata con false prove: condannati vigili a Milano

Noti­zia del Cor­rie­re Onli­ne, non so doma­ni se e in che posi­zio­ne sarà sul­l’e­di­zio­ne cartacea.

Una don­na ucrai­na nel 2004 vie­ne fer­ma­ta davan­ti alla sta­zio­ne cen­tra­le. Trat­ta­ta a malo modo, a quan­to pare pure schiaf­feg­gia­ta vie­ne denun­cia­ta dai vigi­li per com­mer­cio abu­si­vo e mul­ta­ta di 5.000 euro. Dopo quat­tro anni vie­ne fuo­ri che tut­te le pro­ve pre­sen­ta­te era­no fal­se, e che lei ave­va sem­pli­ce­men­te accom­pa­gna­to una paren­te al treno.

Con­dan­na­ti i vigi­li, che tra l’al­tro era­no uno pre­giu­di­ca­to e l’al­tro sot­to inda­gi­ne per altri moti­vi. Ma che caz­zo ci face­va­no in servizio?

Però la Morat­ti vuo­le mul­ta­re per “atti con­tra­ri al deco­ro” chi si fuma uno spi­nel­lo per strada.

E quel­lo sopra come lo defi­ni­sce, “atto favo­re­vo­le al decoro”?

Con­di­vi­di

1 Comment

  1. Myway ha detto:

    Car­fa­gna, Gel­mi­ni, Morat­ti ecc.ecc. Ahi, dolo­re.… ! Le quo­te rosa assu­mo­no una stra­na sfumatura…verso il marroncino…“fonsé” lo chia­ma­no i francesi.…