>

Stevia. Nuovo dolcificante. E gli altri? (La Miracolina, questa sconosciuta)

Lo zuc­che­ro non fa bene. Non ha mai fat­to bene, ma fin­chè se ne usa­va poco non si nota­va. Poi l’in­du­stria ali­men­ta­re ha ini­zia­to a fic­car­lo più o meno ovun­que, e i dan­ni si sono comin­cia­ti a vede­re. Par­lia­mo ovvia­men­te del­lo zuc­che­ro raf­fi­na­to, non mol­to dis­sil­mi­le da quel­lo “grez­zo” di can­na, anche se indu­bi­ta­bil­men­te mol­to più calorico.

Poi è arri­va­ta l’o­be­si­tà, la trip­pa, il gras­so e con essi il dia­be­te. Que­sta pato­lo­gia, la cui inci­den­za è schiz­za­ta alle stel­le negli ulti­mi anni, è ovvia­men­te in diret­ta cor­re­la­zio­ne con lo zucchero.
Ecco che allo­ra la famo­sa fra­se “il cer­vel­lo ha biso­gno di zuc­che­ro” si rive­la per la stron­za­ta che è. Allo­ra par­te imme­dia­ta­men­te la cro­cia­ta dei dolcificanti.

Il pri­mo, quel­lo sto­ri­co, è l’a­spar­ta­me. Que­sta por­ca­ta chi­mi­ca, per­chè di por­ca­ta trat­ta­si, vie­ne vie­ta­ta dal­la FDA fino al 1981, per­chè dan­no­sis­si­ma per la salu­te (nei soli­ti pove­ri sfi­ga­ti rat­ti da labo­ra­to­rio pro­du­ce con­vul­sio­ni e can­cri al cer­vel­lo). Poi cam­bia il pre­si­den­te, e stra­na­men­te l’a­spar­ta­me non è più dan­no­so. Se ne ven­de a quintali.

Nel frat­tem­po, in altre zone del mon­do, pra­ti­ca­men­te ovun­que, tran­ne che negli USA e in Euro­pa, si comin­cia ad usa­re l’e­strat­to di Ste­via, estrat­to mol­to più dol­ce del­lo zuc­che­ro ma che di zuc­che­ri ne con­tie­ne pochissimi.

Il prin­ci­pio dol­ci­fi­can­te con­te­nu­to nel­la Ste­via, si chia­ma Ste­vio­si­de (è uno dei due, ma è il prin­ci­pa­le). Lo Ste­vio­si­de di suo non fa male, ma un suo meta­bo­li­ta, lo Ste­vio­lo, si. E’ una sostan­za can­ce­ro­ge­na. Quel­lo che nem­me­no su wiki­pe­dia risul­ta chia­ro è se e quan­to lo Ste­vio­si­de pro­du­ca Ste­vio­lo come effet­to del­la metabolizzazione.

Tra­du­co: non si capi­sce se inge­ren­do Ste­vio­si­de poi nel cor­po que­sto si tra­sfor­mi in Ste­vio­lo e quanto.

Sta di fat­to che oggi, sul­la soli­ta Repub­bli­ca, com­pa­re la “noti­zio­na”, per cui stra­na­men­te ades­so la Ste­via inve­ce va bene.

Col­to da curio­si­tà, e sgar­fan­do su Inter­net sul­l’ar­go­men­to, tro­vo que­sta chic­ca: la Miracolina.
Si trat­ta di una sostan­za estrat­ta da una pian­ta afri­ca­na dal nome signi­fi­ca­ti­vo: Syn­se­pa­lum Dolcificum.

E’ una pro­tei­na, che quan­do fini­sce sul­la lin­gua “fre­ga” le papil­le gusta­ti­ve, facen­do loro sen­ti­re un sapo­re dol­ce al posto di quel­lo amaro.

La soli­ta FDA la mise fuo­ri leg­ge pri­ma del 1980 (non so quan­do con pre­ci­sio­ne) addu­cen­do il fat­to che era “peri­co­lo­sa per i dia­be­ti­ci”, anche se non ho tro­va­to nes­su­na giu­sti­fi­ca­zio­ne scien­ti­fi­ca o logi­ca a que­sta affermazione.

Ergo, è con orgo­glio che vi pre­sen­to la 1° Leg­ge del Dubbio :
– Un pro­dot­to indu­stria­le ha effet­ti noci­vi in misu­ra inver­sa­men­te pro­por­zio­na­le al suo costo al pubblico -

e il suo pri­mo corollario:
– Un pro­dot­to indu­stria­le ha effet­ti noci­vi in misu­ra inver­sa­men­te pro­por­zio­na­le al costo degli effet­ti col­la­te­ra­li dei pro­dot­ti omo­lo­ghi pre­sen­ti sul mercato -

Con­di­vi­di

3 Comments

  1. the_highlander ha detto:

    L’u­ni­co modo secon­do me di “taglia­re le gam­be” a tut­ta sta iste­ria chi­mi­ca e gene­ti­ca è di spin­ge­re le per­so­ne a cono­sce­re que­sto mon­do così quan­do al super­mer­ca­to pren­do­no una bot­ti­glia di coca dol­ci­fi­ca­ta ci pen­sa­no un atti­mo e van­no a pren­de­re maga­ri un suc­co di frut­ta non zuc­che­ra­to, oppu­re quel­la cosa tra­spa­ren­te che si chia­ma acqua… però non per tut­ti è faci­le rinun­cia­re a quel­la bot­ta di endor­fi­ne quan­do ci si spa­ra una bel­la dose di glucosio/saccarosio :-)…

  2. GIUSEPPE ha detto:

    FINALMENTE UNA NOTIZIA ATTESA DA TEMPO, LA STEVIA LA USIAMO IN
    TUTTA LA FAMIGLIA, FACENTOLA ARRIVARE DALLA GERMANIA, LA STEVIA
    NON AVREBE MERITATO UN TALE TRATTAMENTO DI ESSERE BANDITA DAL
    MERCATO ITALIANO, COMUNQUE, ANCHE CON RITARDO A VINTO LA RAGIONE CHE LA STEVIA MERITA UN PRIMO POSTO IN OGNI FAMIGLIA DEL
    MONDO, FA SOLO BENE ALLA SALUTE, E I SIGNORI CHE LANNO VIETATA
    LOSANNO BENISSIMO, MA ANNO FATTO FINTA DI NON SAPERLO, PUR
    SAPENDO DI MENTIRE. LA STEVIA RIPETO, LA USIAMO TUTTA LA FAMIGLIA DA PIU’ DI DUE ANNI, LO ZUCCHERO BIANCO E VELENO CHE
    PER COLPA SUA CI SONO MIGLIAIA DI PERSSONE CHE SONO MALATI: DI
    DIABETE,OBESITA’ DISTURBI IN GENERALI, ERA ORA CHE SI DICESSE CHE
    LA STEVIA E UN DOLCIFICANTE CHE LO FA LA NATURA, E RIPETO MERITA
    UN PRIMO POSTO IN TUTTE LE FAMIGLIE, VI RINGRAZIO TANTO DI AVERE
    AVUTO L’OPPORTUNITA’ DI POTERE DIRE LA MIA VERO OPINIONE SENZA
    ALCCUNA MANIPOLAZIONE DEL MIO PENSIERO,GRAZIE ANCORA, E VI
    SALUTO CARAMENTE A TUTTI .
    TORINO,19/01/2009. Giu­sep­pe Impiduglia.

    • Franz ha detto:

      Caro Giu­sep­pe, mil­le gra­zie per il tuo pas­sag­gio. Pia­ce­re di esser­ti sta­to utile.