>

Ogm: il gene Terminator non è un film

Premetto che que­sto cre­do sia solo il pri­mo post di una lun­ga serie.

Veronesi, Berlusconi e altri per­so­nag­gi del mon­do poli­ti­co sosten­go­no la vali­di­tà degli Ogm (orga­ni­smi gene­ti­ca­men­te modi­fi­ca­ti) nel­l’a­li­men­ta­zio­ne ani­ma­le e uma­na. Come tut­ti i soste­ni­to­ri, dico­no che non c’è peri­co­lo per l’uo­mo o l’a­ni­ma­le che si nutre di un Ogm.

Un ogm è un orga­ni­smo, vege­ta­le o ani­ma­le, il cui cor­re­do gene­ti­co, il cui DNA insom­ma, è sta­to modi­fi­ca­to arti­fi­cial­men­te per un qual­sia­si scopo.

Noi ordi­na­ria­men­te non lo sap­pia­mo, ma mol­te cose di cui ci nutria­mo han­no subi­to una o più di que­ste modi­fi­che. Mais, soia, tabac­co solo per dir­ne alcu­ni ormai sono com­ple­ta­men­te transgenici.
E non ven­ga­no a rac­con­ta­re che non è vero, per­chè altri­men­ti non si spie­ghe­reb­be il per­chè del­l’au­men­to del 4900% degli etta­ri col­ti­va­ti a Ogm negli anni dal 1996 al 2001.

Per quel poco che so, una muta­zio­ne è qual­co­sa nor­mal­men­te di mol­to len­to, e nel­la mag­gior par­te dei casi leta­le per l’or­ga­ni­smo in cui avvie­ne. Occasionalmente ciò non avvie­ne e la muta­zio­ne vie­ne “inglo­ba­ta” nel DNA del­l’or­ga­ni­smo muta­to, che la tra­smet­te­rà ai pro­pri discendenti.
Una muta­zio­ne arti­fi­cial­men­te indot­ta, non bene­fi­cia di que­sto “fil­tro” natu­ra­le, ma deve comun­que segui­re in futu­ro il nor­ma­le pro­ces­so natu­ra­le. Ergo mi sem­bra mol­to dif­fi­ci­le poter garan­ti­re che un’al­te­ra­zio­ne gene­ti­ca non sia dan­no­sa per l’uo­mo, se pri­ma non pas­sa un bel po’ di tempo.

Come se ciò non bastas­se, il busi­ness Ogm è qual­co­sa di estre­ma­men­te nefa­sto per tut­ti, tran­ne per quel­le mul­ti­na­zio­na­li che ne deten­go­no i soli­ti dirit­ti. Si, per­chè gli orga­ni­smi Ogm sono di pro­prie­tà, e pro­tet­ti da copyright.

Non mol­to tem­po fa (1988 – 99) la Monsanto mise in ven­di­ta tut­ta una serie di semi Ogm, con inne­sta­to un “gene ter­mi­na­tor”, ovve­ro un gene che impe­di­sce alla semen­te di ger­mo­glia­re al secon­do rac­col­to. Lo sco­po di que­sto gio­chet­to è ovvio: impe­di­re ai con­ta­di­ni di usa­re par­te del rac­col­to per semi­na­re per l’an­no suc­ces­si­vo, costrin­gen­do­li così ad acqui­sta­re ogni anno le semen­ti dal­la Monsanto e controllate.

Teoricamente l’Onu avreb­be con­dan­na­to que­sta pra­ti­ca, ma dal 2006 ha inve­ce deci­so che anda­va bene, per cui il gene ter­mi­na­tor in que­stio­ne è bel­la­men­te in giro a fare i suoi danni.

Mi vie­ne in men­te la pub­bli­ci­tà di un den­ti­fri­cio di qual­che tem­po fa: “Ti spun­ta un fio­re in bocca”.

Profetica, non c’è dubbio.

Condividi

4 Comments

  1. Francesca ha detto:

    Ciao Franz!

    A pro­po­si­to di Monstanto, è “piut­to­sto” inte­res­san­te spen­de­re qual­che mez­z’o­ra cer­can­do sul Web noti­zie sul­le loro semen­ti in India. Facilmente, si incap­pe­rà in qual­che inter­vi­sta a Vandana Shiva, che da sem­pre si bat­te con­tro lo sfrut­ta­men­to agri­co­lo del suo pae­se da par­te del­le gran­di socie­tà mul­ti­na­zio­na­li. Si tro­ve­rà anche qual­che inte­res­san­te noti­zia sui sui­ci­di dei con­ta­di­ni india­ni, fini­ti in rovi­na pro­prio gra­zie all’a­zio­ne del Gene Terminator…
    Tra l’al­tro è ormai chia­ra­men­te dimo­stra­to che i rac­col­ti OGM neces­si­ta­no del doppio/triplo quan­ti­ta­ti­vo di pesti­ci­di, rispet­to alle col­ti­va­zio­ni natu­ra­li. Molto inte­res­san­te, vero?!

    Saluti!

    Francesca

    • franz ha detto:

      Molto, infat­ti se noti la pre­mes­sa era che que­sto è solo il pri­mo post di una serie… ci sto lavo­ran­do sopra…
      Vandana Shiva è solo uno dei tan­ti che denun­cia­no su que­sto argo­men­to… c’è mol­to da leg­ge­re, solo che ogni tan­to lo schi­fo mi costrin­ge a pren­de­re una pausa 😉

  2. the_highlander ha detto:

    E’ vera­men­te ver­go­gno­so. Aspettiamo i pros­si­mi post Franz! Intanto mi informo …