>

Brunetta incipit: online i CV dei chirurghi

Eccola l’en­ne­si­ma dal­l’ANSA:

Brunetta si è chie­sto” per­ché uno deve leg­ger­si tut­to sul­lo yogurt o sul suc­co di frut­ta e poi non sape­re nul­la su chi ti opera”.

Quindi dal pros­si­mo anno il mini­stro per la Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta, vuo­le ren­de­re pub­bli­ci anche i cur­ri­cu­la e gli sco­re pro­fes­sio­na­li dei chi­rur­ghi. Lo ha annun­cia­to lo stes­so mini­stro inter­ve­nen­do a Radio Radicale.

Si, bra­vo. E poi per­chè non met­te in linea anche i loro ora­ri, così qual­che pazien­te incaz­za­to, a tor­to o a ragio­ne, farà pri­ma a far­li fuori.

Cazzo ma ‘sta gen­te si ren­de con­to di quel­lo che dice? Ma Brunetta per­chè non met­te in linea il suo e quel­lo di tut­ti i suoi col­le­ghi di CV?

E poi, qual­cu­no sa come ven­go­no cal­co­la­ti gli “sco­re” pro­fes­sio­na­li? Io non anco­ra ma ades­so mi documento.

No, per­chè se gli sco­re ven­go­no cal­co­la­ti con la stes­sa effi­cien­za media del Servizio Sanitario Nazionale, come mini­mo sia­mo rovinati…

Condividi

7 Comments

  1. Salve,
    scri­vo a nome di Ambulatoriprivati.it, in breve:
    un nuo­vo por­ta­le inter­net nazio­na­le di tec­no­lo­gia Web 2.0 (ora in fase di testing) che ha come obiet­ti­vo prin­ci­pa­le rac­co­glie­re tut­ti gli ambu­la­to­ri, poliam­bu­la­to­ri, cli­ni­che pri­va­te, ecc.. ed offri­re agli uten­ti quan­ta più tra­spa­ren­za pos­si­bi­le sul­le infor­ma­zio­ni del­la strut­tu­ra e soprat­tut­to sul medi­co stes­so che ne è responsabile.
    Quindi riguar­do all’i­dea del Ministro Brunetta si è dac­cor­do, è cor­ret­to for­ni­re più infor­ma­zio­ni pos­si­bi­li sul pro­fes­sio­ni­sta che andrà a cura­re il pazien­te. L’unica dif­fi­col­tà sarà sul meto­do di valu­ta­zio­ne, per­chè filo­so­fi­ca­men­te par­lan­do “erra­re huma­num est”, ma in que­sto con­te­sto, un erro­re può costa­re una vita… Dott. Daniele Cianci – Ambulatoriprivati.it – redazione@ambulatoriprivati.it

    • franz ha detto:

      Dott. Cianci, è pro­prio su que­sto che ver­te il mio post: il meto­do di valu­ta­zio­ne degli “sco­re” pro­fes­sio­na­li. Anche per­chè Brunetta par­la di met­te­re in linea TUTTI i cv di TUTTI i chi­rur­ghi ita­lia­ni, volen­ti o nolen­ti. la com­bi­na­zio­ne linea­re di “valu­ta­zio­ne degli sco­re” e “pub­bli­ca­zio­ne cv volen­ti o nolen­ti” secon­do me è leta­le. Lei par­la di erro­re che può costa­re una vita, e le do per­fet­ta­men­te ragio­ne. Dall’altro lato cre­do che un’er­ra­ta valu­ta­zio­ne del­lo “sco­re” di un chi­rur­go (e non par­lia­mo del­la pos­si­bi­li­tà che l’er­ro­re pos­sa esse­re volu­to), pos­so­no costa­re una vita pro­fes­sio­na­le. E non cre­do che nem­me­no que­sto sia poco.

      • Si si, infat­ti io non par­lo di even­tua­li “con­dan­ne”, anche per­chè il nostro pae­se ha biso­gno di ben altra giu­sti­zia, ma la pos­si­bi­li­tà di ren­de­re dispo­ni­bi­le una più qua­li­fi­ca­ta tra­spa­ren­za del­le infor­ma­zio­ni. Così facen­do secon­do il mio pun­to di vista, un utente/paziente può even­tua­le­men­te far­si un’opinione miglio­re rispet­to a quan­to pote­va fare in pre­ce­den­za. E riba­di­sco sol­tan­to che la dif­fi­col­tà sta nel valu­ta­re un pro­fes­sio­ni­sta rispet­to ad un altro, per­chè potreb­be acca­de­re che sia dav­ve­ro qua­li­fi­ca­to e bra­vo nel suo lavo­ro però ad es. per caso for­tui­to vie­ne “con­dan­na­to” per via di un’operazione non riu­sci­ta e che pro­ba­bil­men­te il pazien­te non era ope­ra­bi­le o non cura­bi­le o altro… Quindi come si farà a tro­va­re un meto­do vali­do ed efficiente..?

  2. franz ha detto:

    Non cre­do che sia mol­to sem­pli­ce in que­sto caso tro­va­re un meto­do. Il meto­do scien­ti­fi­co può andar bene per pesa­re le pata­te, non cer­to l’a­bi­li­tà pro­fes­sio­na­le di un uomo. Certo, se nel­la car­rie­ra di un chi­rur­go nes­sun pazien­te è mor­to sot­to i fer­ri, que­sta può esse­re un’in­di­ca­zio­ne, ma voglio cre­de­re che sia un caso piut­to­sto comu­ne. D’altronde non vedo nep­pu­re come sia pos­si­bi­le, allo sta­to attua­le del­le cose, veri­fi­ca­re gli anda­men­ti post-ope­ra­to­ri. Poniamo il caso di un chi­rur­go che si dedi­ca ai casi di can­cro. La sua media di soprav­vi­ven­za a die­ci anni sarà indu­bi­ta­bil­men­te infe­rio­re a quel­la di un suo col­le­ga che si occu­pa di chi­rur­gia del­la mano. Non cre­do che sia in alcun modo pos­si­bi­le sta­bi­li­re se un chi­rur­go è bra­vo o no, se non sia­mo chi­rur­ghi noi stes­si. Dobbiamo affi­dar­ci al sen­ti­to dire (tre­men­do, ovvia­men­te) o alle sta­ti­sti­che, maga­ri fal­sa­te, sicu­ra­men­te cal­co­la­te con qual­che meto­do assur­do da un incom­pe­ten­te che sie­de al governo.
    Altrimenti sareb­be come valu­ta­re l’a­bi­li­tà di un arti­gia­no da una sta­ti­sti­ca fat­ta da qual­cu­no che le sue ope­re non le ha nem­me­no mai viste.
    No, cre­do che la pro­po­sta di Brunetta sia sem­pli­ce­men­te inat­tua­bi­le, quan­to­me­no allo sta­to attua­le del­le cose.

    • E si, infat­ti l’i­dea di Brunetta è buo­na! Ma se si fa un pic­co­lo stu­dio di fat­ti­bi­li­tà ci si accor­ge che la solu­zio­ne è mol­to lontana.

  3. lia ha detto:

    MALGOVERNO NELLA P:A:in quel di Castelraimondo ser­ve mag­gio­re vigi­lan­za e con­trol­lo sul territorio.Dal feb­bra­io 2002 l’amministrazione comu­na­le tiene,illegittimamente demansionato,estromesso,eliminato dall’ufficio il coman­dan­te dei vv.uu;(uno dei quat­tro dipen­den­ti comu­na­li laureati,di otti­ma con­dot­ta mora­le e civile,incensurato,senza alcun pro­ce­di­men­to pena­le o giu­di­zia­rio a carico),sostanzialmente sen­za fare qua­si niente,a spe­se del contribuente.(Vedere sen­ten­za imme­dia­ta­men­te esecutiva,in internet,alla voce DEMANSIONAMENTO CAMERINO)