>

Ragazzo di 19 anni sprangato a morte. Razzismo o omicidio, comunque casini in arrivo.

E’ sta­to ucci­so un ragaz­zo nero, di 19 anni. For­se per aver ruba­to dei biscot­ti, o for­se per­chè era di colo­re, o for­se per qual­co­s’al­tro. Quel­lo che con­ta è che l’han­no spran­ga­to a morte.

Non c’è mol­to da dire, e la cosa non dovreb­be esse­re stru­men­ta­liz­za­ta per fazio­si­tà poli­ti­che. Sem­pli­ce­men­te le auto­ri­tà, inve­ce di dispia­cer­si, come fa la Morat­ti, e come sicu­ra­men­te tut­ti andran­no cian­cian­do sui media, dovreb­be­ro chie­der­si come sia pos­si­bi­le che due per­so­ne arri­vi­no ad ammaz­zar­ne una ter­za per un pac­co di biscot­ti o per il colo­re del­la pelle.

Riten­go che que­sto sia un evi­den­te segno dei tem­pi che stan­no per arri­va­re. Non si pos­so­no castra­re le per­so­ne su tut­ti i fron­ti e poi spe­ra­re che non acca­da nul­la. E’ come schiac­cia­re un bru­fo­lo gigan­te e pre­ten­de­re che non scop­pi: la pres­sio­ne dovrà sca­ri­car­si pri­ma o poi, e lo farà seguen­do la linea di minor resistenza.

Nel nostro pae­se non si arri­va più alla fine del mese ma in mol­ti casi nem­me­no a metà, non si può più fare nul­la sen­za anda­re in gale­ra o esse­re san­zio­na­ti in qual­che modo.

Nel nostro pae­se il pro­ble­ma del­l’im­mi­gra­zio­ne clan­de­sti­na rap­pre­sen­ta una vera minac­cia alla sicu­rez­za del­le per­so­ne a cui non vi è dife­sa, per­chè il cit­ta­di­no non ha dirit­to di difendersi.

Nel nostro pae­se la paro­la e la sati­ra non sono più libe­re, il ses­so non è più libe­ro, e nem­me­no il pensiero.

Non stu­pia­mo­ci: in un cli­ma come quel­lo attua­le, epi­so­di come que­sti è pur­trop­po nor­ma­le che accadano.

E non è una que­stio­ne di destra o di sini­stra, ma di con­ti­nua castra­zio­ne. E la castra­zio­ne gene­ra rab­bia che a sua vol­ta gene­ra vio­len­za. Terminale.

Con­di­vi­di

4 Comments

  1. Mfnews ha detto:

    Chi spu­ta in aria poi si bec­ca una cac­ca in faccia.

    Chi l’a­vreb­be mai det­to che dopo il nazi/fascismo e le sue nefa­ste con­se­guen­ze l’I­ta­lia avreb­be risco­per­to il suo pun­to più debo­le? Chi l’a­vreb­be mai det­to che dopo la cul­tu­ra glo­ba­le, la con­sa­pe­vo­lez­za del­l’in­ter­di­pen­den­za tra i popo­li, l’in­fluen­za tra­sver­sa­le del­le cul­tu­ra, ci sareb­be­ro anco­ra degli “esse­ri supe­rio­ri” capa­ci di stra­vol­ge­re la fac­cia di una socie­tà mul­ti­raz­zia­le in pochi mesi?

    L’I­ta­lia sta cam­bian­do, ma pur­trop­po in peg­gio. Dove­te pre­pa­rar­si ad esse­re insul­ta­ti, chia­ma­ti raz­zi­sti quan­do andret­te in giro per il mon­do. Se fino ades­so por­ta­re la tar­ga “ita­lia­no” si apri­va­no tan­te por­te, ades­so le cose cam­bie­ran­no. Vede­te, il mon­do oggi è più pic­co­lo che mai. Le imma­gi­ni dei rom sfrat­ta­ti e por­ta­ti come gli ebrei, le imma­gi­ni del­la pro­sti­tu­ta nige­ria­na NUDA/MALTRATTATA get­ta­ta per ter­ra, le imma­gi­ni di Emma­nuel con l’oc­chio ros­so, le imma­gi­ni del cine­se con la fac­cia coper­ta di san­gue, stan­no giran­do il mondo.

    Tem­pi duri si avvicinano.

    Pro­via­mo a riflet­te­re un po’, il raz­zi­smo è uma­no, tut­ti gli uomi­ni e don­ne han­no un piz­zi­co di que­sto virus e lo por­ta­no con se. Ma, … è la civil­tà che lo debel­la, l’e­du­ca­zio­ne, le nor­me mora­li giu­ri­di­che appli­ca­te e vis­su­te che lo man­ten­go­no lon­ta­no dai posti in cui abi­ta­no “PERSONE CIVILI” edu­ca­te e con buon senso.

    Per quan­to riguar­da l’a­li­bi del­la sicu­rez­za: è una por­ca­ta. Biso­gne­reb­be fare luce su altri temi che ben pre­sto dovrem­mo affron­ta­re: a) l’e­co­no­mia, b) l’e­du­ca­zio­ne, c) riscal­da­men­to glo­ba­le e le sue con­se­guen­ze, etc etc. Con il tema del­la sicu­rez­za qual­cu­no ha vin­to le ele­zio­ni. Mica sia­mo più sicu­ri adesso…

    Pro­va­te ad imma­gi­na­re se gli immi­gra­ti comin­cias­se­ro ad orga­niz­zar­si per un’au­to­di­fe­sa etni­ca, cosa avver­reb­be in Ita­lia? La vio­len­za non paga, il raz­zi­smo regre­di­sce il pae­se e la dife­sa dei ban­di­ti, dei cri­mi­na­li, dei raz­zi­sti (anche mino­ren­ni), tor­na l’I­ta­lia più inci­vi­le che mai. Ogni atto di ban­di­ti­smo va con­dan­na­to, e chi lo com­met­te deve pagare.

    http://4mfnews.blogspot.com/

    • franz ha detto:

      Mi sem­bri un po off-topic rispet­to al post, ma va bene lo stesso.
      Chi spu­ta in aria si bec­ca una caca­ta in fac­cia solo se non si spo­sta. In gene­re la caca­ta se la bec­ca quel­lo die­tro per il vento.

      Non ti sego il pro­cla­ma poli­ti­co per­chè comun­que scor­go alcu­ne cose inte­res­san­ti in esso. Spun­ti per una pos­si­bi­le discussione.
      Per ora mi limi­to a dire che quan­do gli immi­gra­ti arri­vas­se­ro ad orga­niz­za­re un’au­to­di­fe­sa etni­ca vor­reb­be dire che l’am­bien­te poli­ti­co intor­no a loro è arri­va­to ad un tale sta­to di degra­do da ren­de­re la stes­sa dife­sa una goc­cia in mez­zo ad un mare di casino. 

      Quel­lo del­la sicu­rez­za è un ali­bi quan­do vie­ne stru­men­ta­liz­za­to da un gover­no per por­re sot­to con­trol­lo il popo­lo, ma quan­do lo tira in bal­lo il popo­lo per­chè ne ha pie­ni i cosid­det­ti di non poter­si difen­de­re, allo­ra non è più un ali­bi e nep­pu­re una por­ca­ta, ma una tri­ste realtà…

  2. osciscast ha detto:

    Hola a todos, en mi pri­mer post me gusta­ría com­par­tir algo con voso­tros, Ya sabéis que para buscar y descar­gar músi­ca en inter­net, tene­mos muy pocas opcio­nes, gene­ral­men­te uti­li­za­mos el emu­le o el ares, pero yo per­so­nal­men­te encuen­tro bastan­te fru­stran­te bajar­me una can­ción y que no sea la que busco, por­que pier­do bastan­te tiem­po encon­tran­do mate­rial de calidad. 

    Una ami­ga me reco­men­dó uti­li­zar Alta­vz como mi busca­dor de músi­ca, y la ver­dad es una gozada. 

    Ade­más de poder escu­char la can­ción, descar­gar­la o agre­gar­la a tus listas pre­fe­ri­das pue­des encon­trar a otros usua­rios y com­par­tir tu músi­ca con ellos. 

    Hace mucho que no uti­li­zo emu­le, sino este [url=http://www.altavz.com][b]buscador de música[/b][/url].