>

iPhone: che puttanata!

Inu­ti­le rac­con­ta­re bal­le, come fan­no TIM e Voda­fo­ne. L’i­Pho­ne è nato per il mer­ca­to este­ro. In Ita­lia non ser­ve a un caz­zo. Vado spiegandomi.

Que­sto tele­fo­no nasce con un siste­ma ope­ra­ti­vo (i.e. il soft­ware che gli per­met­te di fun­zio­na­re) basa­to su Linux (siste­ma ope­ra­ti­vo per com­pu­ter, mol­to noto per­chè svi­lup­pa­to in ambien­te open­sour­ce, e quin­di gratuito).
Que­sto ren­de il tele­fo­no una vera chic­ca per gli sma­net­to­ni, ma un infer­no per gli uten­ti, che non rie­sco­no a far­ci una bea­ta maz­za, a meno che non si rechi­no da uno dei sud­det­ti sma­net­to­ni (che media­men­te prov­ve­de­ran­no a scu­cir­gli i dena­ri). Non so se anche la ver­sio­ne ita­lia­na è lega­ta all’o­pe­ra­to­re, vale a dire se lo com­pri con la SIM di Voda­fo­ne e ci met­ti den­tro la SIM del­la TIM, il tele­fo­no non fun­zio­na, ma il det­ta­glio è comun­que irri­le­van­te nel modo più tota­le, per­chè il difet­to fon­da­men­ta­le del­l’i­Pho­ne è che è sta­to pro­get­ta­to per un mer­ca­to che anco­ra non esi­ste, e che si vuo­le crea­re, ma in una nazio­ne che non è in Europa.
Divi­dia­mo que­sto tele­fo­no in tre parti:

1) L’in­ter­fac­cia uten­te, ovve­ro quel­l’in­sie­me di fun­zio­ni che con­sen­to­no all’u­ten­te di usa­re il sud­det­to hardware

2) Le fun­zio­ni avan­za­te: ovve­ro quel­lo che si può fare oltre che telefonare

3) il tele­fo­no vero e pro­prio, cioè la par­te hard­ware che per­met­te la fun­zio­ne prin­ci­pa­le: telefonare.

Pun­to 1) L’in­ter­fac­cia utente.

E’ ovvia­men­te una figa­ta. Nul­la da dire. Con il dito che sci­vo­la sul­lo scher­mo, è pos­si­bi­le fare dei nume­ri da mino­ri­ty report.

Pun­to 2) Le fun­zio­ni avanzate.

Sono prin­ci­pal­men­te fun­zio­ni ine­ren­ti l’u­ti­liz­zo del­la rete in mobi­li­tà. Cosa che in pae­si come l’I­ta­lia, dove l’ac­ces­so broad­band di tut­ti i gesto­ri vie­ne ven­du­to a caris­si­mo prez­zo, non ha secon­do me mol­to sen­so, a meno che non ci si voglia fuci­la­re lo sti­pen­dio in con­nes­sio­ni mobi­li. E’ vero che esi­sto­no le tarif­fe “flat”, ma è anche vero che van­no bene per un uso mol­to mode­ra­to del­la rete, che da qual­che anno a que­sta par­te ha visto cre­sce­re ver­ti­gi­no­sa­men­te i volu­mi medi di traf­fi­co gene­ra­to, per il con­si­de­re­vo­le aumen­to del­le dimen­sio­ni mini­me degli ogget­ti da tra­sfe­ri­re (una vol­ta un file più gran­de di 250Kb era con­si­de­ra­to un’of­fe­sa, oggi il volu­me medio di un file sca­ri­ca­to è di alcu­ni Mb). Con una con­nes­sio­ne HSPA, non è dif­fi­ci­le sca­ri­ca­re 7/8 Mby­te in pochi secon­di, sen­za accorgersene.
Il bel­lo di que­sta mac­chi­net­ta, è che le fun­zio­ni avan­za­te pos­so­no esse­re con­fi­gu­ra­te solo da un uten­te che masti­chi un po’ più di qual­co­sa di infor­ma­ti­ca. Altri­men­ti ti bec­chi la con­fi­gu­ra­zio­ne stan­dard, che ten­de a far­ti col­le­ga­re alla rete il più spes­so possibile.

Pun­to 3) Il telefono.

Costrui­to secon­do stan­dard qua­li­ta­ti­vi tipi­ci ame­ri­ca­ni, basa tut­ti i pro­pri para­me­tri medi sul­l’am­bien­te tipi­co USA: coper­tu­ra con pon­ti radio a segna­le estre­ma­men­te ele­va­to, in par­ti­co­lar modo nei cen­tri a for­te urba­niz­za­zio­ne. Que­sto signi­fi­ca che in Ita­lia, dove i segna­li por­tan­ti di TUTTI i gesto­ri sono estre­ma­men­te bas­si, sarà mol­to spes­so sen­za cam­po nel­le zone scar­sa­men­te coperte.
In più, come tut­ti i cel­lu­la­ri, quan­do si tro­va in con­di­zio­ni di scar­si­tà di segna­le, alza l’in­vi­lup­po sul­l’an­ten­na per ten­ta­re di rice­ve­re meglio, e così facen­do si stron­ca la batteria.

In buo­na sostan­za que­sto tele­fo­no non è altro che il ten­ta­ti­vo di rin­vi­go­ri­re un mer­ca­to stra­sa­tu­ro, gene­ran­do nel­l’u­ten­te un biso­gno che fino­ra non ave­va mai avu­to, e uno che inve­ce ha da sem­pre. Il pri­mo, quel­lo del­la con­nes­sio­ne mobi­le, il secon­do quel­lo del­l’og­get­to bel­lo, figo, tren­dy, da esi­bi­re come sta­tus sym­bol, anche se non vale un cazzo.

Ovvia­men­te il suc­ces­so in un pae­se di bab­bio­ni moda­io­li come l’I­ta­lia è per­fet­ta­men­te scontato.





Con­di­vi­di

3 Comments

  1. antonio ha detto:

    E bra­vo il nostro Franz.…che tie­ne impe­gna­ta la mente !

  2. federico leopardi ha detto:

    da tem­po leg­go i tuoi post e quel­li di Mau­ro con il mio ipho­ne: per me inter­net sie­te voi due, e non sono, pos­so assi­cu­rar­te­lo, un bab­bio­ne moda­io­lo. Ciao

    • Franz ha detto:

      Mai avu­to dub­bi! In più tie­ni pre­sen­te che quan­do ho scrit­to que­sto post l’i­pho­ne era il 2G… hai presente?