>

Polli

I tec­ni­ci del­la Bri­tish Air­ways han­no costrui­to una spe­cie di can­non­ci­no per lan­cia­re dei pol­li mor­ti alla velo­ci­tà mas­si­ma pos­si­bi­le con­tro i para­brez­za degli aerei di linea con lo sco­po di simu­la­re i fre­quen­ti scon­tri con gli uccel­li vagan­ti per veri­fi­ca­re la resi­sten­za dei parabrezza.

Alcu­ni inge­gne­ri ita­lia­ni, aven­do sen­ti­to par­la­re di que­sta ‘arma’, era­no desi­de­ro­si di pro­var­la sul para­brez­za dei loro nuo­vi tre­ni ad alta velocità.

Sono sta­ti pre­si accor­di con la com­pa­gnia ingle­se ed il can­no­ne è sta­to spe­di­to agli assi­sten­ti tec­ni­ci italiani.

Quan­do l’ar­ma è sta­ta atti­va­ta la pri­ma vol­ta, gli inge­gne­ri ita­lia­ni sono rima­sti impie­tri­ti men­tre il pol­lo spa­ra­to dal can­non­ci­no si schian­ta­va con­tro il loro para­brez­za infran­gi­bi­le e lo fra­cas­sa­va, rim­bal­za­va con­tro la con­so­le dei coman­di, stac­ca­va la testa del mani­chi­no mes­so al posto di gui­da, spez­za­va in due lo schie­na­le del­la pol­tron­ci­na del mac­chi­ni­sta e si anda­va ad inca­stra­re nel­la pare­te poste­rio­re del­la loco­mo­ti­va come se fos­se sta­to una frec­cia scoc­ca­ta da un arco.

I tec­ni­ci ita­lia­ni, scon­vol­ti, han­no tra­smes­so agli ingle­si i risul­ta­ti disa­stro­si del­l’e­spe­ri­men­to e i pro­get­ti del loro para­brez­za, sup­pli­can­do­li per­chè des­se­ro loro dei suggerimenti.

Arri­va imme­dia­to un fax del­la lun­ghez­za di una riga:

‘Scon­ge­la­te i polli’

Con­di­vi­di