Sulle scie chimiche (o chemtrails)

Da parecchio tempo, gironzolando sulla rete, trovo riferimenti a diversi indirizzi di siti che indagano su strani fenomeni atmosferici, detti scie chimiche o chemtrails.immagine5.jpg
Si tratta di striature nel cielo, che per la particolare forma e disposizione, da tempo sollevano parecchi interrogativi, non essendo direttamente riconducibili, per aspetto, altitudine o disposizione, alle normali scie lasciate dai motori degli aerei a reazione. In più, spesso queste scie compaiono in regioni non attraversate da aerei di linea, e dove poco prima dell’apparizione si registra un insolito traffico militare.
All’inizio degli anni ’90 cominciano a farsi sentire le prime segnalazioni ufficiali, ma vengono subito tacitate e screditate. Oggi a molti anni di distanza da quelle prime voci, la situazione è decisamente cambiata. Grazie alla capillare diffusione di Internet, e in particolare alle nuove possibilità date dalla diffusione della banda larga, sono comparsi numerosi documenti fotografici e video, che non possono più essere messi a tacere.

Questi fenomeni sono davvero preoccupanti, specialmente se osservati dopo alcune ore dal loro originarsi.immagine21.jpg immagine24.jpgimmagine23.jpg

Aldilà di casi eclatanti come quelli mostrati in alcuni allegati, è evidente che ci troviamo di fronte a fenomeni artificiali, volti a scopi, su cui sono state fatte le ipotesi più disparate, anche se quella più accreditata (e a cui, visti i documenti che si trovano in giro tendo a credere anche io), è quella di tentativi di controllo del clima. Comunque, quali che siano questi scopi, bastano alcune immagini per far venire i brividi.

Pubblico quindi volentieri in questo articolo alcune delle “slide” contenute nella presentazione alzalatesta.pps inviatami da un mio amico, perchè l’argomento da veramente da pensare. Soprattutto segnalo il sito SCIECHIMICHE.ORG e consiglio a tutti di prendersi del tempo per navigarlo tutto o in buona parte. E’ veramente impressionante la mole di documentazione che gli autori sono riusciti a raccogliere, documentazione assolutamente ufficiale e comprovata.
La cosa molto interessante da osservare, è che nonostante il rumore che si sente in rete, e la possibile pericolosità del fenomeno, come sempre i media tradizionali non citano mai o quasi mai questo argomento, almeno non che mi risulti.

Curioso, no?

immagine26.jpg immagine22.jpg

 

Condividi

8 Comments

  1. Oink ha detto:

    Franz, guarda che non è del tutto esatto quello che dici;)))
    In realtà le TV cominciano a muoversi.
    Ciao
    P.S. Complimenti per il blog

  2. Cessna ha detto:

    Queste immagini hanno dell’incredibile. Comunque anch’io ho visto delle nuvole di quel tipo, e negli USA. Lì la cosa è molto seguita, molto più che qui da noi.

  3. laura ha detto:

    Ciao!
    Seguo da tempo questa tematica.
    Volevo chiederti, conosci la legge che rende legale in Italia il passaggio di tali aerei?
    Potremmo abrogarla tramite petizione.
    Grazie mille.
    Laura

  4. franz ha detto:

    x Laura
    Non conosco nulla in merito, però proverò ad informarmi… appena possibile. Grazie del passaggio e del commento.

  5. corrado penna ha detto:

    lascia stare questi rizi velenosi, ci sono persone pagate dai servizi segreti per scrivere che le scie chimiche non esistono

    ti segnalo il mio dossier sulle scie chimiche, e ti consiglio di leggerlo attentamente, la situazione è sempre più allarmante (è visionabile sia on line che off line ed è presente anche una versione stampabile)

    http://scienzamarcia.altervista.org/dossier.html

    PS: ti ruberò 4 righe che hai scritto sul signoraggio citando la fonte per il mio prossimo articolo sul blog

    • franz ha detto:

      Per le 4 righe ti ringrazio, prendine pure quante ne vuoi.
      Per la segnalazione… ne ho un po’ in coda, e il periodo mi incalza con il lavoro ma prometto che provvedo!
      Grazie

    • Marco ha detto:

      Ciao,
      Sono passati quasi 10 anni dal tuo messaggio. Purtroppo il tuo blog non è più visionabile ma sarei davvero interessato a leggere il tuo dossier sulle scie chimiche, se ce l’hai ancora. Grazie mille!