Nel post precedente abbiamo visto che esiste una grossa difficoltà nell'uso della propria testa per tutta una serie di motivi. Abbiamo analizzato cosa accada nelle generazioni di persone più giovani, ma abbiamo detto che c'è un'altra classe che subisce lo stesso problema:
si tratta della classe dei "principianti" della ricerca interiore. Oggi c'è un fiorire incredibile

E' logico, e fa parte dei processi naturali: a volte è necessario distruggere qualcosa per poter poi ripartire da zero e ricostruire. Vale in tutti i campi, dalla filosofia alla politica, dalla didattica all'educazione, al commercio etc. etc.

Tuttavia, quello che secondo me troppo spesso si osserva, sui social, sulle testate online, ma anche e, soprattutto,

La Verità. La cerchiamo ma non sappiamo in effetti se esista una Verità. Tuttavia, per fortuna, "sapere" non è tutto quello che possiamo "noscere" e quindi qualcosa al nostro interno spinge tutti, vuoi in questa vita, vuoi nella prossima o a partire da una già trascorsa, a cercare la Verità.
La realizzazione della verità è progressiva,

Credo sia una delle frasi più comunemente riportate sostanzialmente ovunque: "Il vero maestro è dentro di noi". Con il significato secondo cui al nostro interno si trova tutto quello che ci serve per risvegliarci. La frase in sé è perfettamente esatta ma... c'è un piccolo problema: intesa nel modo sbagliato (cioè quello comune), è anche

Per provare a comprendere (anche se farlo con la mente non significa, ovviamente, risvegliarsi davvero) cosa sia il risveglio, usiamo un sistema che ho trovato essere estremamente efficace: portiamo tutto in giù di un gradino.

Tutto quello che possiamo sperimentare nella materia è di fatto una sorta di "eco", un riflesso di quello che possiamo sperimentare

Il pensiero realizzativo può essere il risultato di un processo intuitivo che ci fornisce una quadro di una qualunque cosa. Ma è pensiero realizzativo, il che significa che si basa sulla realizzazione. Quando il pensiero è invece speculativo, allora si basa su un processo mentale, senza una conoscenza oggettiva, ed è da qui che nasce l'opinione,

Siamo diventati dei divoratori di contenuti, ma non in senso positivo. Siamo bulimici nel consumare i contenuti che troviamo, complici, da un lato, la nostra superficialità, dall'altro i social la cui forma si presta (ovviamente in modo del tutto calcolato) proprio a questo.

Facciamoci caso: quante volte ci soffermiamo davvero a leggere completamente un contenuto (ovviamente

Page 1 of 372 1234371372
09/04/15

La Ricerca Interiore: conferenza a Lugano Mercoledi 15 Aprile

Mercoledi 15 Aprile sarò a Lugano presso il Centro Yoga Dinamico per una piccola conferenza. L’argomento sarà la Ricerca Interiore e nel corso della nostra “chiaccherata”, […]
01/09/14

Incoming news… nuovi libri e novità!

Beh… big per me, ma spero vi interessino. Ma andiamo con ordine; innanzitutto i libri: ce ne sono ben due in prossima uscita e uno che […]
29/05/14

Universo olografico: fatto sta che tutto è uno

Permettetemi di autocitare un passo da “La Magia del Cuore”. La domanda (che poi è il titolo di un capitolo) è: “Perchè Dio siamo noi?” “La […]
18/11/13

Perchè la Ricerca Interiore?

In senso generale, l’uomo ricerca sempre il piacere. Sia esso fisico, mentale, psicologico o spirituale, qualunque cosa faccia è determinata da un unico stimolo: il piacere. […]
11/11/13

Impariamo a leggere tra le righe

E’ importante, importantissimo che impariamo davvero a farlo. Ormai la parola è diventata puttana in mano di molti e riuscire a permeare la menzogna scritta può […]
15/07/13

Governo globale ed opera al nero

La via verso l’unità: questo dovrebbe essere il senso della globalizzazione, dello spostamento degli assi governativi verso un governo centrale. Ma la realtà è che, proprio […]
06/06/13

Internet: come distinguere le cose che hanno un senso dalle stronzate

Non è mai semplice separare il grano dal loglio, figuriamoci sulla rete, dove chiunque può scrivere qualunque cosa. Non esistono regole certe, naturalmente, ma ci sono […]
18/03/13

Oneness: il senso di sé

Cosa sentiamo di noi stessi? Qual’è il “senso di noi” che percepiamo quando pensiamo a noi stessi? La parola “oneness” è davvero notevole, applicata a questo […]
03/10/12

Eckhart Tolle e “lo spazio di adesso”

httpvh://www.youtube.com/watch?v=w5mOWa5t8Bc#! Eckhart Tolle… una persona straordinaria. Un uomo che ha vissuto qualcosa. Anzi, secondo me ben più di qualcosa, ma questo poco conta. Quello che conta […]
06/05/12

Dalle Nebbie del Tempo: perchè no?

La nebbia di oggi, originariamente pubblicata nel settembre 2009. Perchè no? Pubblicato originariamente il: 15/09/09. Potete ascoltare o scaricare il podcast direttamente qui sotto Di cento […]