Intanto grazie all'amico Roberto Rini per la foto di copertina!

Poi... parlare del silenzio può sembrare una contraddizione in termini e per molti versi lo è davvero. Tuttavia c'è qualcosa che credo vala la pena conoscere su di esso, qualcosa che spesso viene limitato nelle spiegazioni, per motivi di cui non vale la pena parlare.

Il silenzio,

Se ne sente parlare da un po' di tempo a questa parte. Le finestre di Overton sono diventate famose grazie a un po' di video e articoli di cui se ne parla.

In buona sostanza si tratta del modo in cui si può orientare l'opinione pubblica portandola a considerare normale qualcosa che fino ad un certo

Saper essere coerenti non è affatto cosa semplice, per due motivi fondamentalmente: il primo è che per essere coerenti occorre avere una "ampia visione" di ciò a cui vogliamo essere coerenti unita ad una non ordinaria capacità di sincerità verso sé stessi.

La visione serve a cogliere gli aspetti a cui aderire in tutta la loro

Credo che il fenomeno sia noto a tutti: quando si passa del tempo in modo piacevole sembra scorrere più in fretta rispetto a quando accade il contrario.
La ragione è semplice, eppure complessa. Per iniziare dobbiamo comprendere innanzitutto il concetto di vibrazione in senso esoterico e di frequenza vibratoria, sempre nello stesso ambito.

Per non farla troppo

Abbiamo detto nel filmato precedente che il tempo è, a tutti gli effetti uno "spazio": lo spazio, ad esempio per quanto ci concerne, entro cui si sviluppa la nostra vita sul pianeta.
Lo spazio di vita è quello spazio all'interno del quale possiamo "fare". Paradossalmente, è proprio il "fare" (ovvero l'azione) che crea... tempo (e quindi

Il tempo è forse la cosa più sfuggente che esista; crediamo di misurarlo, ma in realtà non facciamo che contare: i movimenti del bilanciere di un orologio, le vibrazioni di un quarzo, le rivoluzioni intorno al sole...

Il tempo è qualcosa che sfugge a ogni tentativo di misura diretta in quanto privo di una sua reale

Ciao, lettori di Franz's Blog.

Dal 2008 in questo blog ho cercato di promulgare una visione: quella di un mondo visto attraverso un pensiero il più possibile lucido, in cui la disposzione interiore la facesse da padrona... Sicuramente tra errori e omissioni ma altrettanto sicuramente con sincerità e cuore.

Non ho mai chiesto nulla in cambio di

Oggi l'informazione vera non è più disponibile per nessuno, se non appunto per quei pochi che hanno in mano tutti gli aspetti e anche per quei pochi, la consapevolezza vera di quello che accade è al di là da venire, in quanto spesso sono in possesso solo degli aspetti che li toccano direttamente.

In buona sostanza

E' sempre più frequente vedere rapporti sentimentali di ogni grado fallire, esaurirsi, spesso senza un vero motivo; non solo nei rapporti di coppia, ma ad ogni livello, amicizia, vicinanza etc. etc.; parlando con le persone anziane, risulta evidente che una volta i rapporti avevano una robustezza diversa, una loro essenza che oggi sembra essere sempre

Page 1 of 364 1234363364
27/07/15

A volte non c’entra il razzismo, quanto la percezione dell’errato.

  Guardiamo bene la foto qui a fianco, a corredo di questo post. L’ho vista su Facebook, postata da Giuseppe Merlino (di cui vi segnalo il […]
05/03/14

Il sottile fascino del sottile

A farci caso, il fascino che subiamo per tutto ciò che materiale non è, ha dell’incredibile. Ma a ben analizzarlo, quel fascino, non è che abbia […]
30/07/12

Cambio di percezione, capogiri, déjà vu e nuova vista

Supponiamo che stiamo iniziando un lavoro su noi stessi. Un lavoro che implica un aumento o anche “solo” un cambio qualitativo di consapevolezza., ad esempio, supponiamo […]
23/05/12

Italia e Italiani, Grecia e Greci. La percezione non è la stessa

“L’Italia ce la farà!” Il mantra preferito dei nostri politici, Monti in testa a tutti. Peccato che la loro percezione dell’Italia non sia la nostra. Noi […]
11/04/12

Distinguere ciò che si sente di chi abbiamo di fronte… non sempre è cosa semplice

Allora… partiamo da un presupposto: il sentire “direttamente” quello che prova un altro essere umano non è così facile come sembra. Molto spesso quello che sentiamo […]
03/04/12

Sentire il sentire

Come si fa a sentire? E che cos’è quella cosa chiamata “sentire”? Per quanto mi attiene la risposta è al tempo stesso semplice e complessa. Semplice […]
27/03/12

Se quello che senti non lo vedi, finisci per non capire.

Un grande uomo una volta mi fece notare questa cosa; se quello che senti differisce troppo da quello che cogli con i sensi, non capisci più […]
22/03/12

I Sussurri del Lama: la percezione della bellezza

Quasi quarant’anni fa, accompagnai il mio adorato Maestro in un viaggio molto lungo, che lo portò a visitare alcuni monasteri molto lontani dal nostro. La Sua […]
14/11/11

Quanto può durare l’amarezza?

La risposta è: pochi secondi! Perchè nell’istante stesso in cui la ascolti, capisci che l’amarezza non può che essere figlia dell’aspettativa. Certo, l’aspettativa può a sua […]
03/11/11

La sovrana fregatura della memoria

Le persone di solito non ci pensano: alla memoria, intendo. Eppure questa “cosa” è la vera interprete della realtà per come la vediamo noi. Tutti i […]