Internet

Smettetela di mettere le foto dei vostri figli su Facebook!

pedofilo_su_internetPosso capire che i figli so’ piezz’e core, e che ogni genitore vada orgoglioso di essi, ma esibirli pubblicamente sui Social Network, oltre ad essere puro narcisismo (e vabbè, cosa non lo è sui Social?), che potrebbe anche starci, è di una pericolosità inaudita!

Assisto quotidianamente, soprattutto nei mesi estivi, a torme di genitori orgogliosi e del tutto inconsapevoli delle conseguenze possibili dei loro atti, che mettono le foto dei loro figli in bacheca, mentre sono intenti a giocare, a nuotare, a praticare sport, a volte vestiti, altre volte  addirittura in costumino da bagno.

Quello che queste persone evidentemente…

Internet: come distinguere le cose che hanno un senso dalle stronzate

truthisoutthereNon è mai semplice separare il grano dal loglio, figuriamoci sulla rete, dove chiunque può scrivere qualunque cosa. Non esistono regole certe, naturalmente, ma ci sono molti sistemi per garantirsi un minimo di “verità”.

Innanzitutto occorre tenere presenti alcuni aspetti legati al “come” si trovano le notizie. Nella stragrande maggioranza dei casi, quando cerchiamo qualcosa, utilizzeremo un motore di ricerca (ormai indispensabile).

Questo già crea dei problemi: i motori di ricerca, primo fra tutti Google, non sono nati come strumenti interni della rete, ma sono realtà aziendali fortemente commerciali. Inevitabile quindi che i risultati delle ricerche eseguite tramite essi siano…

Il più grande monopolio mondiale… e nessuno sembra poterlo fermare

Il monopolio in questione è quello sull’informazione.  O meglio sulla possibilità di reperirla. Un vecchio assioma dice, tra le altre cose, che un’informazione di cui non si sospetta l’esistenza è come se davvero non esistesse. Diciamo, in termini semplici che potete avere in mano tutte le informazioni più importanti del secolo ma, se nessuno lo sa, esse sono completamente inutili.

E chi è oggi a detenere il predominio sulla posizione delle informazioni sulla rete? Ma Google, naturalmente.

Il motore di ricerca più famoso del mondo infatti, monopolizza letteralmente più del 90% delle ricerche sulla rete. Il che significa, tra…

Delibera dell’AGCOM: imminente il bavaglio totale a Internet

Il 6 Luglio, succederà in Italia una cosa oscena. Se tutto va come sembra che andrà, la rete sarà sostanzialmente finita in Italia.

Questo perchè, se passerà la delibera dell’AGCOM (e passerà se non si solleverà un polverone a livello popolare), a qualunque sito potrà essere ingiunto di ritirare contenuti in quanto sospetti (avete capito bene: basta il sospetto) di ledere qualche copyright.

La norma è strutturata in modo da essere un cavallo di troia, ed è una vergogna tutta italiana. Una porcata inventata grazie all’incompetenza ed alla malafede e che andrà a chiudere definitivamente il capitolo di quel poco…

Wi-Fi libero dal 1 gennaio 2011. Finalmente abolito il decreto Pisanu

In Italia il problema era bello grosso, grazie all’ignoranza di alcuni personaggi che non si capisce cosa ci facciamo in un governo.

Com’è noto, chiunque volesse offrire servizi di connettività pubblica (leggi internet point), era tenuto a registrare ed accertare l’identità dell’utente prima di concedere l’accesso alla rete.

Questo ovviamente ha impedito lo sviluppo del wi fi pubblico, cosa che in tutto il resto del mondo si è già sviluppata da parecchio. Non era neppure ipotizzabile l’installazione di reti comunali o statali a copertura cittadina, proprio per la difficoltà di registrare l’identità dell’utente.

Il tutto era nato dalla convinzione che…

Wikileaks: istruzioni per l’uso

Wikileaks fa tremare il mondo. Sputtana tutti alla grande, svelando quelle cose che i governi vorrebbero davvero tenere per se’.

Nulla di fantascientifico, niente UFO, cerchi nel grano o altri complotti o ipotesi varie; semplicemente svela quello che i vari organi governativi si dicono.

Il che, è peggio, molto peggio, di qualunque cosa, perchè i governi fanno tutto in modo occulto e spesso e volentieri si tratta di autentiche porcate.

Ecco perchè il mondo trema quando wikileaks parla.

Ma come si fa rovistare tra le tonnellate di materiale pubblicato dal sito? WL infatti non mette le notizie in prima pagina,…

Semantica e controllo: il desiderio ci identifica.

Per quanto sottile o raffinata, qualsiasi comunicazione è basata su dei segni. La sequenza in cui questi segni vengono disposti e la relazione tra essi viene definita sintassi.

Il rapporto tra i segni ed il loro significato viene definito semantica, mentre il rapporto tra i segni e chi trasmette l’informazione viene definito pragmatica.

In parole più semplici e riferite alla lingua, la sintassi si occupa di stabilire le regole secondo cui vengono messe le parole all’interno di una frase e le frasi all’interno di un discorso. La sintassi è qualcosa che più o meno tutti abbiamo studiato alle elementari e…

Non c’è solo il blog, ma anche il sito

Ehm… scusate, ennesima marchetta autoprodotta.

Solo per dirvi che ho appena ristrutturato il mio sito, quello che potete raggiungere cliccando sul menù, alla voce “Il sito”. Risponde all’indirizzo www.francescoamato.com

Tutto sommato, dopo anni che sviluppo siti per altri, mi sono reso conto che il mio personale non era granche. Un po’ la vecchia storia del calzolaio che va in giro con le scarpe rotte. Allora l’ ho risistemato (eufemismo… in realtà l’ho rifatto ex-novo). Se ci buttate un occhio, tra l’altro potete trovare lì la pagina dedicata al suono, con i mantra che ho pubblicato in questi anni.

Let me know…

Ma che te ne fai di un blog?

Domanda sacrosanta che mi è stata rivolta ieri da un amico, a cui rispondo in loco.

All’inizio fu un esperimento, un modo per studiare la rete e le sue leggi, un sistema per entrare attivamente in un mondo sconosciuto ed affascinante, in previsione di una crisi del mio settore lavorativo.

Poi però , scoprii altro.

Principalmente, come già dissi in altro post, la possibilità di mettere in ordine i propri pensieri. Scrivere, specialmente sulla rete, in cui la velocità di consumo di un argomento può essere fulminea, è un tremendo banco di prova.

Al di là del risultato (“chissè se…

Wi-Fi libero: forse Maroni ce la fa

L’Italia è e rimane l’unico paese di tutta Europa e Stati Uniti, in cui gli Hot-Spot pubblici richiedono la registrazione dell’utente con tanto di documento di identità.

Suggerisco la lettura di questo ottimo articolo del mitico Beppe Severgnini che spiega ottimamente l’intera faccenda.

Dal canto mio, la sintesi è la seguente: grazie al decreto Pisanu, in Italia qualsiasi accesso alla rete eseguito da luogo pubblico (Wi-Fi o Cable) richiede la registrazione dell’utente con carta d’identità o altro documento in un registro insieme all’ora di accesso e a quella di disconnessione.

Un ottimo sistema per impedire lo sviluppo delle comunicazioni e…

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!

Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate