Nel post precedente abbiamo visto che esiste una grossa difficoltà nell'uso della propria testa per tutta una serie di motivi. Abbiamo analizzato cosa accada nelle generazioni di persone più giovani, ma abbiamo detto che c'è un'altra classe che subisce lo stesso problema:
si tratta della classe dei "principianti" della ricerca interiore. Oggi c'è un fiorire incredibile

E' logico, e fa parte dei processi naturali: a volte è necessario distruggere qualcosa per poter poi ripartire da zero e ricostruire. Vale in tutti i campi, dalla filosofia alla politica, dalla didattica all'educazione, al commercio etc. etc.

Tuttavia, quello che secondo me troppo spesso si osserva, sui social, sulle testate online, ma anche e, soprattutto,

La Verità. La cerchiamo ma non sappiamo in effetti se esista una Verità. Tuttavia, per fortuna, "sapere" non è tutto quello che possiamo "noscere" e quindi qualcosa al nostro interno spinge tutti, vuoi in questa vita, vuoi nella prossima o a partire da una già trascorsa, a cercare la Verità.
La realizzazione della verità è progressiva,

Credo sia una delle frasi più comunemente riportate sostanzialmente ovunque: "Il vero maestro è dentro di noi". Con il significato secondo cui al nostro interno si trova tutto quello che ci serve per risvegliarci. La frase in sé è perfettamente esatta ma... c'è un piccolo problema: intesa nel modo sbagliato (cioè quello comune), è anche

Per provare a comprendere (anche se farlo con la mente non significa, ovviamente, risvegliarsi davvero) cosa sia il risveglio, usiamo un sistema che ho trovato essere estremamente efficace: portiamo tutto in giù di un gradino.

Tutto quello che possiamo sperimentare nella materia è di fatto una sorta di "eco", un riflesso di quello che possiamo sperimentare

Il pensiero realizzativo può essere il risultato di un processo intuitivo che ci fornisce una quadro di una qualunque cosa. Ma è pensiero realizzativo, il che significa che si basa sulla realizzazione. Quando il pensiero è invece speculativo, allora si basa su un processo mentale, senza una conoscenza oggettiva, ed è da qui che nasce l'opinione,

Siamo diventati dei divoratori di contenuti, ma non in senso positivo. Siamo bulimici nel consumare i contenuti che troviamo, complici, da un lato, la nostra superficialità, dall'altro i social la cui forma si presta (ovviamente in modo del tutto calcolato) proprio a questo.

Facciamoci caso: quante volte ci soffermiamo davvero a leggere completamente un contenuto (ovviamente

Page 1 of 372 1234371372
13/12/10

Salta il Banco Emiliano Romagnolo (BER banca). Sui media neppure una parola.

Grazie ad Artos per la segnalazione. Il Banco Emiliano Romagnolo, detto anche BER Banca, già commissariato da Luglio 2009, dal 6 Dicembre 2010 ha disposto il […]
27/06/09

Dalla padella di Berlusconi alla brace di chi?

Lo stillicidio di notizie su Berlusconi sta da oltre un mese spaccando in due, oltre ai maroni, anche il mondo politico, economico, informativo e dell’opinione pubblica. […]
13/06/09

La crisi c’è, eccome. Fra un po’ l’Italia se la compra qualche sceicco arabo.

Pochi giorni fa parlavo con un mio amico, uno di quei supertecnici che mettono in opera, personalizzano e fanno funzionare dei macchinari da centinaia di migliaia […]
27/02/09

Crisi mutui: dove sono oggi i nostri debiti? Ovunque tranne che in Italia. Un post eccezionale sul blog “Stampa Libera”

Oltre ad essere un ottimo blog che trovate a questo indirizzo, è anche egregiamente scritto. Oggi mi sono imbattuto in questo post, a firma Luigi di […]
08/11/08

Crisi mutui: il signoraggio questo sconosciuto 21 – Link utili

Una semplice raccolta di link utili ad approfondire l’argomento in rete: Articolo di Lino Rossi        Sistema monetario e signoraggio     Web of Debt    Signoraggio IT network    ADUSBEF  […]
06/11/08

Crisi mutui: la BCE taglia ancora i tassi, ma l’effetto sulle rate dei mutui si sentirà fra sei mesi.

Me la sono fatta spiegare bene dal direttore di tre banche diverse, tanto per essere sicuro… La cosa funziona così: Occorre innanzitutto guardare sul contratto di […]
04/11/08

Crisi mutui: il signoraggio questo sconosciuto 20 – Seconda conclusione

Forse non in molti sono al corrente del fatto che la Banca d’Italia dovrà passare per legge alla proprietà dello Stato entro il 2008. Su questo […]
29/10/08

Crisi mutui: il signoraggio questo sconosciuto 19 – Prima conclusione

Bankitalia vende allo stato pezzi di carta senza alcun valore (la moneta non è più garantita dalla riserva aurea). Lo stato li paga con il denaro […]
28/10/08

Crisi mutui: il signoraggio questo sconosciuto 17 – Il controllore controllato

Andiamo adesso a riunificare le quote in possesso dei cinque gruppi principali di azionisti di Bankitalia. Gruppo Intesa San Paolo, quote in controllo diretto: 91.035 su […]
26/10/08

Crisi mutui: Il signoraggio questo sconosciuto 16 – Il 43,2% delle quote di Bankitalia non si sa dov’è!

Negli scorsi post, abbiamo per così dire “spaccato” i soci di bankitalia nei relativi possessori. Sommando le quote così “spaccate”, abbiamo tracciato il 42% circa delle […]