Video e podcast

11/12/18

Sul dare

Dare... come dice R. Bach: "Condividere ciò che abbiamo di più bello con chi lo desidera". Non c'è nulla di più da fare, nulla che valga davvero la pena più del condividere. Certo, per dare bisogna avere. Ma non è neppure così detto, e il processo non è davvero così difficile. Iniziando con chi ci è vicino e con ciò che possediamo di materiale. Non serve esagerare: un buon piatto, cucinato per chi amiamo, un aiuto in una cosa che sappiamo che all'altro/a costa fare, per iniziare, ad esempio.
04/10/18

Kit online per la modifica del DNA. Ecco dove porta l’inconsapevolezza

Stamattina ho letteralmente fatto un salto sulla sedia quando ho letto l'articolo di Milena Gabanelli sul Corriere  e mi sono convinto di essere praticamente un profeta (scherzo... ma non troppo). Nell'articolo si spiega come ci sia un'azienda (The Odin, fondata da Josiah Zayner) che, senza la benché minima consapevolezza (o forse proprio con l'intenzione più totale) sta vendendo online kit di Cripr-Cas9, una tecnologia capace di intervenire sul codice genetico di batteri, virus, animali e esseri umani, consentendo una manipolazione completa del DNA, in modo sostanzialmente semplice ma, soprattutto, a basso costo.
01/10/18

Se qualcuno vende… è perchè qualcuno compra

Sembra qualcosa di logico, e lo è... ma il problema nasce quando ce ne dimentichiamo. Ci scandalizziamo per chi catturava esseri umani inermi per venderli come schiavi, dimenticando che questo significa che c'era qualcuno che li comprava. Odiamo chi vende armi agli stati canaglia ma dimentichiamo che questo significa che c'è qualche canaglia che le acquista. In buona sostanza, fino a che esistono acquirenti, ci saranno venditori. Tanto che, molto spesso, chi vende cerca di "creare il bisogno" in modo da poterlo poi soddisfare.
15/09/18

La Luce è ovunque… è già lì

Un giorno, quasi 15 anni fa, durante uno stato di meditazione decisamente non usuale, sperimentai un insegnamento. Riguardava la Luce. Fu una delle esperienze più belle della mia vita, in cui mi trovai "proiettata" nel pensiero la seguente frase: "Vedi? La Luce E'. E' ovunque, per sempre e da sempre. La Luce non deve arrivare da qualche parte: è già lì. Ovunque. Quello che manca è solo accorgersene." Non fu solo una frase proiettata: sperimentai in modo letterale la cosa, solo che successe su un altro piano e quindi, una volta tornato a "questa" realtà, pensai che la frase fosse riferita alla Luce dello spirito ma poi (e ci sono voluti un botto di anni per capirlo) mi resi conto che non c'è nessuna differenza tra Luce fisica e Luce spirituale. Sono esattamente la stessa cosa, solo che la prima è quella parte della seconda che possiamo vedere con gli occhi fisici. Incidentalmente questo è il motivo per cui tendiamo a distinguere spirito e materia quando in realtà non c'è davvero nessuna differenza.
06/09/18

Come cambiare qualcosa dentro di noi

Molte volte nella nostra vita, arriviamo di fronte a qualcosa di noi che non ci piace. Se siamo dei ricercatori, il numero di volte in cui questo accade si moltiplica in modo esponenziale man mano che la ricerca procede. E' normale, ed è così che deve essere. Dato che al nostro interno si stabilisce sempre di più un IO singolo sempre più espanso, nel senso che si mangia tutti gli altri, ecco che diventa sempre più possibile osservare il comportamento di altre parti di noi che non ne fanno parte
27/08/18

Entrare in un principio

Potremmo definire un principio proprio partendo dal significato del termine: principio = inizio. Ogni principio è causa di una serie di effetti che sono in qualche modo le conseguenze, seppur lontane, di quella causa.
13/08/18

La Goccia, un racconto di qualche anno fa

Molti anni fa, quando ero poco più di un ragazzino, scrissi questo piccolo racconto, dal titolo "La goccia". Un mio carissimo amico lo ha recuperato da un vecchio numero della rivista dell'associazione L'illustrazione di copertina è di Francesco Dessì, altro grandissimo aikidoka "organic".
09/08/18

Oggi parla Platone, sulla democrazia

Oggi semplicemente vi leggo un brevissimo stralcio dal Libro VIII della Repubblica di Platone. Ho tolto la forma di dialogo per presentre le affermazioni ed il ragionamento in modo continuo (e annoiarvi meno). Queste parole sono quelle originali dell'opera di Platone e non gli adattamenti effettuati nel corso del tempo. Non ho intenzione di commentare queste parole se non facendo osservare come siano incredibilmente sovrapponibili a quanto sta accadendo in questi ultimi anni, non solo nel mondo ma in Europa in particolare e in Italia ancora di più.
06/08/18

Antirazzismo razzista

Quando ero un bambino circa sui 10 anni, avevo dei compagni di classe, un paio in particolare, che riuscirono a farmi credere che chi ha la pelle nera è cattivo. Durò due giorni: alla prima frase razzista che tirai fuori mia madre mi prese per mano, mi fece sedere sul divano, poi andò alla libreria e tirò fuori un libro. Non un libro qualsiasi, ma uno fotografico. Adesso onestamente non ricordo il titolo ma, nei ricordi del bambino che ero, era grande, quadrato e pieno di foto a colori. Non erano foto qualsiasi: era un libro interamente dedicato a non so quale eccidio compiuto da bianchi in terra africana. Mia madre non disse una parola; si limitò a voltare tutte le pagine, una per una. E io piangevo. E lei voltava le pagine.
30/07/18

Il pericolo della borsa e dell’economia

E' di questi giorni la notizia dell'incredibile perdita di capitale subita da Facebook: il 19%. Un quinto del valore dell'azienda si è volatilizzato in un solo giorno. Il motivo? La crescita del fatturato è stata inferiore al previsto. Attenzione non hanno guadagnato di meno. Hanno aumentato il proprio guadagno meno del previsto. Sulla base di questo fatto, è avvenuto il crollo in borsa.