Ricerca della Verità e Tecnologia Interiore

Articoli sulla Ricerca della Verità, Meditazione, Yoga e argomenti spirituali in genere

Tecnologia Interiore: il mantra Iesu. Qualcosa che tocca veramente il cuore.

Non fa parte dei Bija Mantra. Non fa parte nemmeno dei mantra tradizionalmente eseguiti. E’ però un mantra a me estremamente caro.

Nella vita, a volte succedono cose strane, come il ritrovarti senza volerlo in lande sconosciute del Cuore, per cui il prezzo del biglietto d’ingresso può essere molto alto e quello di uscita ancora di più. Tanto da non avere di che pagarlo.

E’ in momenti così che uso immergermi in questo mantra; non allevia la tristezza, il vuoto che mi capita di toccare.

Ma per un istante… aiuta.

Come…

Tecnologia interiore: il canto armonico

tuva è la patria di origine del canto armonicoIl canto armonico o overtone, nasce nell’isola di Tuva, in Mongolia. E’ una tecnica semplice da trovare ma, al contempo, estremamente difficile da padroneggiare quando se ne voglia fare strumento di conoscenza.

In Italia non è molto conosciuta, se non per il lavoro di pochi. Il primo ad avventurarsi su questa strada fu Demetrio Stratos, famoso per i suoi bi e tri cordi. Tra i vari artisti italiani che studiano oggi questa tecnica posso senz’altro segnalare Roberto Laneri.

Il canto armonico propriamente detto prevede la generazione contemporanea di varie note; una ottenuta normalmente e le…

Perfezione e dintorni

Fra qualche giorno (finalmente!!!) vado in vacanza ma prima di partire vorrei approfittare ancora una volta della gentilezza di Franz (nel pubblicarmi le follie che scrivo) e della pazienza dei visitatori che mi leggono, per raccontare un episodio che, nella sua semplicità, ha costituito – per me – un importante insegnamento di vita; motivo per cui desidero condividerlo.

Luogo: un muretto in pietra, in montagna, in mezzo agli orti, situato all’ombra di ampie fronde degli alberi.
Una giornata meravigliosa, attorno tanto verde e un cielo azzurro intensissimo da farne quasi sospettare la profondità.

Protagonisti: due settantenni; lui e lei avevano fatto la scuola elementare assieme, non si rivedevano da moltissimo tempo.

Cominciano a parlare fra loro con quella confidenza caratteristica di chi si è conosciuto sui banchi di scuola e che spesso rimane intatta, anche a distanza di tanti anni, come se il tempo non fosse trascorso.

Io sono lì per caso e assisto alla loro conversazione così, semplicemente, col piacere di chi può permettersi di assaporare l’ascolto senza alcun obbligo di partecipare attivamente al dialogo.

Ciascuno di loro racconta un po’ di se’; stanno lì seduti sul muretto in pietra e ogni gesto, anche se involontario, inconsapevole, contiene in se’ qualcosa che sembra fare parte di un rito magico.

Tecnologia interiore: il mantra AUM

Questo non fa parte dei cosiddetti “Bijia Mantra“, anche se la sillaba AUM è considerata il vertice della rappresentazione vibratoria. E’ un mantra particolarissimo, la cui esecuzione richiede un po’ di intonazione da parte di chi lo esegue.

E’ infatti difficile che tutti arrivino comodamente alla stessa estensione, in basso o in alto. Occorre quindi, quando utilizzato non in “assolo”, che chi lo emette scelga una tonalità armonica con quella degli altri.

L’esecuzione che vi presento utilizza un tamburo come “metronomo”, oltre ad alcuni interventi di canto armonico ordinariamente non utilizzati in questo mantra.

Può essere un…

Una notte di vento. Ero lì, immobile…

…accanto ad una donna. Lei respirava lieve, nel sonno.

Io non dormivo: ascoltavo.
Ascoltavo il suono del vento fuori dalla finestra, tra gli alberi. Un soffio discontinuo, ineguale e senza ritmo. Più vicino, quello del respiro della donna accanto a me, ritmico, regolare, e placido.

Forse fu la differenza tra i due suoni, o forse la straordinaria somiglianza che trovai in essi. Fatto sta che mi trovai a percepire lo spazio che c’era tra me e il vento come qualcosa di pieno.

Come se fossi stato in tutto quello spazio, come se il vento fosse…

Luce e Suono. Solo vibrazione.

sunE’ una cosa che può capitare. Rimanere assorbiti all’interno per un tempo sufficiente per cui il chiacchiericcio meccanico del pensiero, piano piano scemi verso il nulla.

E’ in quei momenti che il silenzio improvvisamente ti avvolge. Una cosa strana, perchè parte dall’interno, ma poi finisce per includerti.

All’interno di questa dimensione inusuale, cui non si è avvezzi per nulla, la cui ricerca ti impegna per anni senza darti mai un minimo di garanzia, non è raro trovare qualcosa da ascoltare.

Altri timpani entrano in vibrazione, timpani collegati direttamente al cuore. Un altro suono, che…

Tecnologia interiore: un’esecuzione del mantra OM.

monaci-tibetaniE’ un mantra un po’ particolare, dato che li racchiude tutti, come se tutti gli altri fossero armonici di questo suono, ma è anche il più conosciuto. Per questo ho scelto questa registrazione come primo esempio pratico.

Ho scelto un’esecuzione abbastanza particolare, forse un po’ “forte”, ma il mantra OM non ha nulla a che vedere con qualcosa di debole, anzi; esprime tutta la bellezza di questo universo. E come tale è qualcosa di estremamente stabile, forte, continuo.

La potete ascoltare cliccando sul player qui sotto. Provate, se volete e potete,…

Tecnologia interiore: i mantra, questi sconosciuti.

mantra_waveE’ difficile per un occidentale non cascare nell’identificazione della parola Mantra con il più famoso di questi, ovvero il mantra Om. Ma soprattutto è difficile non identificarlo con l’aspetto new age dello stesso, purtroppo.

La New Age, come già detto in precedenza, è stata forse una delle più grosse rovine per tutto ciò che ha a che vedere con la ricerca della verità. Non perchè i contenuti di quel movimento fossero falsi, quanto per l’incredibile superficialità e, in molti casi, fuorviante idiozia, con cui vennero acquisiti e, di conseguenza, presentati.

Purtroppo a fare le spese di questa idiozia e sciatta romanticheria sono stati proprio quei contenuti che, per la loro profondità, possono toccare l’emotivo. Uno per tutti, il caso dei mantra.

E’ tale l’ignoranza sull’uso del suono per ottenere un effetto oggettivo che persino su wikipedia, dove si trova una [slider title=”definizione abbastanza esatta e approfondita del temine”]  La parola mantra deriva dalla combinazione delle due parole sanscrite manas (mente) e trayati (liberare). Il mantra si può quindi considerare come un suono in grado di liberare la mente dai pensieri.[/slider], manca un pezzo.

E’ vero: ripetere mentalmente un mantra ha l’effetto di liberare la mente dai pensieri vaganti. Ma dato che l’effetto si può ottenere ripetendo qualunque frase (anche “mi piace bere la coca cola” va bene se ripetuta abbastanza a lungo), viene da chiedersi perchè un popolo dalla spiritualità così profonda come quello indiano, abbia creato diverse tecniche di vocalizzazione e diverse sillabe da “cantare” ad alta voce.

Un esperimento sull’inconsapevolezza.

violinistaUna notizia di due anni fa ma molto interessante: Joshua Bell, uno dei più grandi violinisti al mondo, suona in incognito con il suo Stradivari per circa 45 minuti in una delle principali stazioni della metropolitana di Washington ma nessuno lo riconosce e riceve scarsa attenzione, come un semplice musicista da strada, guadagnando poco più di 32 dollari.

Un esperimento organizzato e filmato dal Washington Post alle 8 del mattino in un normale venerdì di gennaio del 2007, mentre transitavano per la stazione migliaia di persone.

Lo scopo dell’esperimento era quello di verificare se, in un contesto anomalo, la gente normale avrebbe riconosciuto un famoso e acclamato artista e, soprattutto ne avrebbe riconosciuto il talento. Così non è stato, sorprendendo non poco il famoso musicista che ha dichiarato:

“è stato veramente strano, era come se la gente…mi ignorasse. Quando ti esibisci per un pubblico pagante  il tuo valore è già riconosciuto. Ma lì, ho pensato: perché non mi apprezzano?”.

Tutto questo nonostante il livello estremamente elevato del repertorio proposto, alcuni tra i pezzi più difficili mai scritti per violino tra cui la Ciaccona di Bach e l’Ave Maria di Scubert.

Tra le poche persone che hanno manifestato un vero interesse di fronte alla musica eseguita dal famoso violinista c’è stato qualche bambino, in particolare uno di 3 anni che ha cercato più volte senza successo di tirare la mano della mamma per fermarsi ad ascoltare.

Un esperimento molto interessante che dimostra in maniera inequivocabile il basso livello di osservazione che in una situazione normale siamo in grado di mettere in atto, a causa della mancanza di consapevolezza, della nostra incapacità di essere svegli, presenti a noi stessi, come diceva Gurdjeff “di ricordarsi di se”.

La legge di minima azione. Ovvero… perchè si tende a non fare un cazzo.

batman5In questo articolo la notizia di una ricerca molto interessante, il cui risultato ha stupito anche gli addetti ai lavori.

L’essere umano è in grado di sviluppare la capacità di vedere nell’oscurità utilizzando le onde sonore come fanno i pipistrelli.

Più precisamente è stato dimostrato che è possibile con l’allenamento sviluppare la capacità di percepire l’ambiente che ci circonda sfruttando il ritorno del suono prodotto dallo schioccare della lingua.

Attraverso un costante allenamento di sole 2 ore giornaliere per circa 4 settimane, è possibile riuscire a distinguere marciapiedi ed alberi. Il maggior esperto di questo metodo è Daniel Kish, un uomo cieco fin dalla nascita che, sviluppato questo metodo fin da piccolo, riesce ad andare in bicicletta, giocare a palla ed ha addirittura ottenuto il brevetto di accompagnatore per non vedenti.

Le potenzialità dell’essere umano sono incredibili ed affascinanti. “VOLERE È POTERE” dice un antico detto.

Normalmente l’essere umano è passivo, poco efficace nel realizzare i propri propositi perchè non è abbastanza motivato e così non riesce a concentrare abbastanza energia in un unico punto per il tempo necessario a rompere il muro delle difficoltà che ogni risultato richiede per essere conseguito.

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!

Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate