Coronavirus cinese: facciamoci venire un dubbio

Potete ascoltare/scaricare il podcast qui sotto oppure iscrivervi al canale Telegram:

A proposito della recente cronaca sulla nuova infezione polmonare dalla Cina:

1) A Wuhan scoppia un’epidemia di un nuovo virus polmonare sconosciuto, molto contagioso, molto grave, molto letale. Dei primi 15 malati, 6 sono morti praticamente subito, mentre ad oggi abbiamo 1354 casi, di cui 41 morti e 38 guariti. Questo suggerisce che, probabilmente e per nostra fortuna, il virus originale era pericolosissimo ma è mutato favorevolmente, diventando meno mortale. Ma può sempre mutare ancora, e non sappiamo in quale direzione.

2) A Wuhan sorge l’unico laboratorio BSL4 (massima sicurezza biologica) cinese, in cui si studiano patogeni letali, tra cui quello della SARS.

3) I controlli sanitari cinesi impiegano uomini equipaggiati come se dovessero affrontare un’epidemia di Ebola, con tute NBC anche se non di massimo livello

4) Il governo cinese ha messo in quarantena qualcosa come 35 milioni di persone (praticamente come mezza italia)

Io un dubbio (anche più di uno e non solo adesso ma anche tra un paio di settimane quando il circo mediatico sarà al massimo del suo splendore) me lo farei venire…

Qui sotto trovate le vostre tanto amate fonti, tra cui John Hopkins University e Accademia delle Scienze Cinese.

Osservatorio in tempo semireale (aggiornamento giornaliero) John Hopkins University
https://arcg.is/0fHmTX

Descrizione laboratorio BSL-4 a Wuhan
http://lssf.cas.cn/en/facilities-view.jsp?id=ff8080814ff56599014ff59e677e003d
https://www.livescience.com/china-lab-meets-biosafety-levels-new-coronavirus.html
https://www.nature.com/news/inside-the-chinese-lab-poised-to-study-world-s-most-dangerous-pathogens-1.21487

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *