Glifosato e OGM: in Francia diffidano Juncker, in Italia Lorenzin apre le porte - Franz's Blog

Glifosato e OGM: in Francia diffidano Juncker, in Italia Lorenzin apre le porte

Potete ascoltare/scaricare il podcast qui sotto oppure iscrivervi al canale Telegram: 

E’ di oggi questo articolo su Le Monde in cui si parla di una lettera a Jean-Claude Juncker. Il suo autore, Christopher Portier, rinomato tossicologo mondiale, ex direttore di diversi istituti di ricerca degli Stati Uniti, ha avuto accesso ai dati provenienti da studi confidenziali sul Glifosato trasmessi dall’industria alle autorità europee, scoprendo informazioni che, casualmente, l’Unione Europea (in particolare quel simpaticone di Juncker) sembra aver completamente ignorato.

Come tutti sanno (o dovrebbero sapere), il Glifosato è un pesticida che costituisce la sostanza base del Roundup, un erbicida prodotto da quei campioni di correttezza della Monsanto che, negli anni, è diventato il più venduto al mondo, nonostante da parecchio tempo, e da parte di diversi organismi di sorveglianza, esperti internazionali e gruppi di ricerca, si siano avanzati moltissimi dubbi (per non dire prove) sulla sua cancerogenicità.

Juncker, con l’appoggio del nostro ministro Lorenzin che, sa va sans dire, è una sostenitrice dell’innocuità del Glifosato (evidentemente con la stessa logica e competenza con cui sostiene l’innocuità della somministrazione contemporanea di 12 vaccini) ha forzato la mano all’UE per autorizzare questo pesticida per altri 10 anni.

Le due agenzie (EFSA e ECHA) che dovrebbero studiare in modo oggettivo la possibile pericolosità del Glifosato, basano le proprie conclusioni sull’analisi di documenti segreti, forniti dalle stesse industrie come Monsanto. Tuttavia accade che con la “botta” di ricerche indipendenti portate avanti da diversi organismi internazionali quali l’IRCA, il fatto che l’Unione Europea basi le proprie decisioni su documenti non accessibili al pubblico non è più ammissibile e Portier, grazie anche all’aiuto di qualche eurodeputato riesce ad avere accesso (in modo del tutto legale) a quindici di questi studi (secondo Portier questa è la prima volta che questi documenti vengono messi a disposizione di un’agenzia di ricerca indipendente).

E cosa scopre il nostro ricercatore? Un nonnulla: semplicemente trova evidenza scientifica dell’aumento statisticamente significativo di ben otto diverse patologie tumorali a carico di fegato, reni, pelle, tiroide, seno e tessuti molli!

Capite? Negli stessi dati da cui EFSA e ECHA traggono la conclusione che il Glifosato non è cancerogeno, è chiaramente detto invece che ci sono ben otto diversi tipi di tumori che invece aumentano in seguito all’esposizione al pesticida di Monsanto. Ma Jean-Claude Juncker preme sull’acceleratore e chiede l’autorizzazione per altri 10 anni (!!!!) alla diffusione della sostanza (ripeto: con il sostegno chiaramente espresso in sede europea dal ministro Lorenzin), il tutto mentre oltreoceano vanno diffondendosi i cosiddetti “Monsanto papers“, una serie di documenti interni della Monsanto resi pubblici, dai quali risulterebbe evidente il livello di influenza raggiunto da questa multinazionale su varie agenzie di controllo, evidenza di tale portata da indurre più di un eurodeputato a “chiedere la costituzione urgente di una commissione d’inchiesta che indaghi sul pericolo che la Monsanto e i suoi prodotti rappresentano per oltre 500 milioni di cittadini europei

A questo punto Portier manda una lettera alla Commissione incaricata in cui “chiede rispettosamente di analizzare questi dati presenti negli studi,  e modificare le proprie posizioni di conseguenza, piuttosto che semplicemente ignorarli” come invece ha fatto. Da Bruxelles arriva la risposta della Commissione che assicura che chiederà a EFSA e ECHA di rispondere sulla maggior parte dei dubbi sollevati sulla valutazione scientifica dei dati. Tuttavia, si aggiunge in tale risposta “allo stato attuale, vista l’esame rigoroso di tutte le informazioni disponibili che è stato condotto dalle due agenzie europee, non c’è motivo di mettere in discussione le valutazioni scientifiche sul Glifosato condotte dall’Unione Europea“. Come dire: tutto e il contrario di tutto.

Ma Le Monde (che è ancora un giornale, non come gli organismi di propaganda del governo che in Italia si spacciano per tali) ha chiesto direttamente all’EFSA ragione di queste osservazioni, la quale risponde che “studierà attentamente” le questioni sollevate da Portier e che fornirà una risposta “a tempo debito“.

Ora, se qualcuno ha ancora dei dubbi su cosa sia l’Unione Europea e su chi siano le persone che la gestiscono… beh, veramente non so più cosa dire, ma una cosa è certa: non troverete traccia di questa storia sui media mainstream italiani, mentre invece su Le Monde, la trovate eccome (se volete leggerla tutta dovete fare come ho fatto io: spendere 2€!)

Un’ultima cosa: la Monsanto in Europa non esiste più, è stata acquistata dalla Bayer, la nota multinazionale farmaceutica con sede in Germania… In Germania… ce la fate a congiungere i puntini?

Ci si vede in giro!

 

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate