Religioni e castrazione femminile: opera al nero - Franz's Blog

Religioni e castrazione femminile: opera al nero

 

Potete ascoltare/scaricare il podcast qui sotto oppure iscrivervi al canale Telegram: 

Facendo seguito al video di qualche tempo fa, volevo oggi parlare di un altro motivo per cui le religioni andrebbero oggi abbandonate all’istante: la questione dell’imposizione.

Nell’istante in cui una religione vuole favorire lo sviluppo umano, non dovrebbe, mai e per nessun motivo, imporre nulla che non attenga la sfera della spiritualità. Qualunque ingerenza con la vita pratica dei fedeli, o addirittura con l’apparato legislativo del paese in cui viene professata, nel momento stesso in cui avviene denuncia solo una cosa: l’avvenuto decadimento di quella religione.

Il motivo è semplice: nell’istante stesso in cui una religione inizia a decadere, si accorge che, come istituzione, perde il proprio potere. I ministri di quella religione quindi si accorgono che andranno a perdere i propri privilegi e quindi faranno qualunque cosa, essendo esseri umani, per mantenere lo status quo. E dato che qualunque evoluzione interiore o spirituale porta quasi immediatamente ad abbandonare qualunque forma religiosa, ecco che lo scopo diventa proprio quello di impedire una crescita interiore dei fedeli.

A questo proposito, la cosa ormai comune a tutte le religioni è proprio la castrazione del femminile (ovviamente nelle donne). La donna infatti, come ripetuto più e più volte in articoli scritti in passato è il vero “deus ex machina” dell’evoluzione interiore. E’ femminile il potere creativo. E’ femminile il potere di iniziare.

E dato che questo potere si esercita proprio tramite l’energia sessuale (attenzione: ho detto energia sessuale, non “trombata senza ritegno”), ecco che il modo più efficace per castrare una donna e, di conseguenza, impedire la crescita spirituale o interiore di un popolo, è proprio quello di intervenire sulla sfera della sessualità. Da qui tutta la visione becera di tutte le religioni sul sesso, o su come una donna debba comportarsi o vestirsi, all’interno di una società.

Lo ripeto: nell’istante in cui una religione arriva ad imporre usi e costumi dal punto di vista materiale, cessa di essere una religione e diventa opera la nero.

In nessun cammino di autentica crescita spirituale si troverà mai l’imposizione di alcunché, se non dal punto di vista tecnico: se vuoi crescere e andare dal punto A al punto C devi passare per forza dal punto B. Ma non per imposizione morale o etica, quanto per semplice “consecutio” tecnica. Se vuoi andare in macchina da Milano a Roma, devi fare benzina. Altrimenti non ci arrivi. Stessa cosa identica.

Ma non parliamo solo di religioni. Una società in cui una donna è costretta a sottostare a interventi di plastica facciale, a rifarsi da capo a piedi per aderire ad imposti quanti assurdi canoni di bellezza, si assiste allo stesso scempio del Chador, del Burka o del Burkini o dell’abito talare. Certo, le conseguenze pratiche sono diverse: se una donna non si rifà le tette o si toglie l’abito da suora, non va di certo incontro alle conseguenze di una donna che in Arabia Saudita si toglie il Burka (e qui una bella fetta di differenza la si trova, è evidente) ma dal punto di vista evolutivo, cambia ben poco: sempre di opera al nero trattasi.

Una religione dovrebbe intervenire per difendere una donna, per garantirle la piena libertà di esprimere sé stessa in qualunque modo o momento e non fare esattamente il contrario.

E per quanto riguarda noi, che abbiamo magari le idee un po’ più chiare, dovrebbe essere nostro dovere batterci perchè le donne siano sempre più libere e non il contrario. Vietare un Burkini o obbligare ad indossarlo sono la stessa porcata. Quello che si dovrebbe fare è far comprendere questo a quante più donne possibili. Perchè che una donna arrivi a pensare che la castrazione impostale dalla religione non solo è giusta ma è addirittura sacrosanta, non ha ragione: è arrivata semplicemente in fondo alla corsa. In qualunque paese o sotto qualunque religione questo avvenga.

Ci si vede in giro!

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate