Provare una pratica di meditazione... non si può fare in un'ora! - Franz's Blog

Provare una pratica di meditazione… non si può fare in un’ora!

prova-gratuita-corsiUn articolo scritto sul blog di Antaratman Yoga, scaturito da alcune considerazioni a latere di una moda che si sta sempre più sviluppando, quella di pretendere di poter capire se una pratica, proposta in un corso o in una serie di eventi, fa al caso nostro oppure no.

Trovate l’articolo originale qui. “antaratmanyoga quelli che provano a fare meditazione per un’ora e poi passano ad altro

Provare un corso. Beh… non ci vedo nulla di male, mi pare ovvio. Si provano i corsi prima di iscriversi, per non gettare il tempo ed il denaro dalla finestra. Più che d’accordo.

Il problema è… che è un criterio disfunzionale. Come si può pensare di provare qualcosa per un’ora e pensare di decidere se è quello che fa per noi? Non lo capisco.

Qualunque attività anche puramente fisica, richiede un minimo di tempo per essere apprezzata: occorre capire la tecnica, appropriarsene e metterla in pratica. Il corpo si deve adattare… dunque come si può pretendere di giudicare in una sola ora se ci piace o se ci fa bene?

Per attività “leggermente” più elevate, quali la pratica dello Yoga o della Meditazione, a maggior ragione come possiamo pensare di essere in grado di coglierne gli effetti quando ci vogliono spesso ben più di pochi mesi anche solo per arrivare a scalfire un minimo di queste “attività”?

Il problema è ancora una volta la superficialità in cui questo mondo è venuto a trovarsi, insieme all’ignoranza. Le persone iniziano a sentire una traenza verso qualcosa che le porti ad uscire dallo stato in cui si trovano (e questo è un bene, mi pare) ma al contempo non hanno la minima idea di quello che davvero può farlo.

Ecco allora che il criterio di valutazione non è quanto una cosa sia efficace, ma quanto possa piacere soggettivamente. E qui, immancabilmente, casca l’asino.

Se una disciplina ha davvero la possibilità di cambiare qualcosa in noi è ovvio che non lo farà favorendo il modo in cui siamo ora. Ergo, se una disciplina “ci piace” dopo solo un’ora… i casi sono due: o quella disciplina non fa altro che gratificare il nostro ego, oppure non abbiamo ancora toccato nulla di essa.

Nel primo caso non solo non ci fa bene, anzi… è decisamente dannosa! Nel secondo invece… non dovremmo pensare di essere in grado di aver capito se va bene per noi oppure no.

Certo, possiamo decidere se ci piace l’ambiente, la persona che ci propone la cosa, magari anche se emotivamente non ci ripugna… forse anche percepire in qualche modo se quello che dice può avere un senso… ma è finita lì!

Oggi molte persone iniziano a sentire una traenza verso attività e discipline che possano in qualche modo alleviare la sofferenza o il disagio in cui si trovano… ma proprio perchè non conoscono e non sanno quasi nulla di quello che implica “togliersi dalla sofferenza”, finiscono per valutare erroneamente quello che fanno con il risultato di non ottenere assolutamente il risultato di cui sopra.

Certo, andare ad una conferenza e sentirsi appagati da qualche relatore che con tono soave ci dice quanto siamo belli, buoni e bravi e quanto l’universo sia pieno di angioletti che non vedono l’ora di riempirci di amore può anche essere piacevole (per qualcuno, forse)… ma non cambierà mai un solo atomo della nostra esistenza!

Per cambiare occorre sforzo, piccolo o grande che sia. Ma soprattutto, per valutare se una disciplina è in grado di cambiare qualcosa nella nostra vita occorre valutare una cosa: quanto ci porta fuori dal nostro conosciuto. Come logica conseguenza, occorre valutare quanto questa disciplina ci imponga uno sforzo e quanto questo sforzo tenda a produrre in noi un cambiamento nella direzione che desideriamo.

Quanto detto sopra è molto superficiale e approssimativo ma già così dovrebbe risultare ovvio che, più qualcosa è in grado di produrre in noi un cambiamento, più questo implicherà uno sforzo protratto nel tempo.

Non esiste nulla, a parte i miracoli, che possa cambiare qualcosa dentro di noi in meno di un’ora. Non esistono metodi ne, tantomeno, tecniche facili per ottenere qualcosa di così difficile come uno stato di consapevolezza più elevato!

Solo che noi, figli di questi tempi così ignoranti e brutalmente oscuri, pretendiamo non solo il miracolo, ma pure di poter capire se una disciplina fa al caso nostro senza neppure averla sperimentata per il tempo sufficiente ad acquisirne le tecniche di base.

Noi vogliamo tutto senza spendere nulla. Pretendiamo il miracolo senza sforzo; la pillola che ti fa passare il mal di testa in un momento è il modello che inconsciamente applichiamo a qualunque cosa.

Ed è anche per questo che le cose fanno così fatica a cambiare.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate