Cambiare la qualità vibratoria con il suono

Il suono, come abbiamo ormai detto spesso, attiene alla vibrazione. Ergo, la qualità vibratoria di un suono è ciò che più facilmente può influire sulla nostra qualità vibratoria.

Ovviamente non stiamo parlando dal punto di vista squisitamente fisico, quanto da quello sottile.

La centratura della consapevolezza in un punto determinato, porta al cambiamento di conseguenza della vibrazione globale che tenderà ad assumere una qualità specifica. E’ importante saper collocare la propria centratura ma altrettanto lo è il saperla spostare.

In questo brano affrontiamo proprio questo processo, con un suono ad hoc che, nell’arco di circa dieci minuti, sposta la centratura dal secondo chakra verso il quarto. Naturalmente è molto più efficace quando lo eseguiamo direttamente, ma anche il semplice ascolto, possibilmente in un momento di silenzio e tranquillità, produce i suoi effetti.

 

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.