Guardarsi indietro? No: meglio avanti. - Franz's Blog

Guardarsi indietro? No: meglio avanti.

Guardare avantiCome quando vai in moto, o in bici… meglio farlo poco, ma soprattutto molto velocemente. Se ti guardi troppo indietro, rischi davvero di andare a sbattere: perchè il passato è passato, ma può ancora inghiottire la tua attenzione.

Il rimpianto credo sia una cosa molto umana. Il rimpianto per quello che c’era, o avrebbe potuto esserci, e che non c’è più o non c’è stato.

Ma anche rimpiangere qualcosa che hai fatto, o che non hai fatto. E che, come dice De Vito nel suo famosissimo “monologo sulla vita”, ormai non puoi più cambiare. Daresti un braccio per farlo, ma non si può: è andata!

E allora, davvero come dice sempre De Vito, vale davvero la pena di andare avanti. E poi… è anche una questione di impossibilità fisica: ciò che appartiene al passato non si può proprio cambiare, e neppure resuscitare se è cessato.

Meglio allora davvero dare dei veloci sguardi, se proprio è necessario. Buttare un occhio allo specchietto ogni tanto. Magari qualcuno che era rimasto indietro ha preso la rincorsa e ti sta raggiungendo, magari anche superando, così fa lui strada per un po’.

Ma dopo un po’ anche questo esercizio rivela quanto è vuoto. Se qualcuno davvero va più in fretta… prima o poi te lo trovi davanti. Ed è una festa. E poi ci sono le strade laterali, da cui qualche nuovo compagno di viaggio può sempre sbucare, per affiancarsi o immettersi davanti a te.

Oppure ci può essere qualcuno, là davanti, dopo la prossima curva, qualcuno che non vedi ancora ma che sta percorrendo la tua stessa strada. E ancora te lo ritroverai davanti, non alle spalle.

Insomma: guardarsi indietro serve a poco. A meno che non vuoi fermarti per tendere una mano, per dare un passaggio a  qualcuno fino alla prossima città. Però ricordati che è per poco, poi scenderà anche lui.

Alla fine penso sia meglio, molto meglio guardare avanti: si vede più spazio di quanto se ne potrà mai vedere voltandosi.

E poi… santo cielo… se gli occhi ce li hanno messi davanti e non dietro ci sarà pure un motivo.

O no?

 

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate