Quando i giornali fanno davvero schifo… #giornali #disinformazione

carta straccia Corriere della Sera.

Titolo: “Norvegia, voto choc: il partito di Breivik verso il governo

Testo nell’articolo : “Dopo Utoya, il partito ha condannato senz’appello la peggiore strage sul suolo norvegese dalla Seconda guerra mondiale” (esattamente a metà del testo).

Ma poco prima: “Proprio quell’anno (2003) un ramo locale dell’organizzazione giovanile del Partito del Progresso scelse come presidente l’allora 23enne Breivik“. Pur di dare un’immagine pessima del partito in questione (sensata o no), sono andati a pescare un cosa fatta da una sezione giovanile locale dieci anni fa.

L’articolo è leggibile qui. Andate a leggerlo, così capirete a che livello di disinformazione stiamo arrivando in Italia.

I giornalisti sanno che noi italiani siamo mediamente deficenti, che ci limitiamo a guardare le figure o a leggere i titoli. Ed è proprio in questo che esprimono tutta la propria arte di pennivendoli, disinformatori, demagoghi e venditori di panzane: sfornando titoli che spesso e volentieri non hanno nulla a che vedere con il contenuto, quando addirittura non faziosi e completamente fuorvianti come in questo caso.

Non mi stancherò mai di dirlo: non fermiamoci ai titoli, o alle foto a corredo: leggiamo i contenuti, e facciamolo con estrema attenzione.

Altrimenti ci prenderanno sempre per il culo!

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.