Sicurezza o libertà?

M1 motorwayL’Unione europea spinge perché sulle auto siano installati sistemi di controllo della velocità che impediscano di superare i limiti di legge imposti dai vari paesi.
Il business è evidente: avete idea del costo di sistemi di questo tipo?  Stellare!  Fidatevi della parola di qualcuno che nella tecnologia nuota praticamente da ancor prima che nell’acqua.  I limiti sono così variabili che il sistema di rilevazione degli stessi dovrebbe condensare tecnologia ad altissimo livello: rilevamento ottico, microonde, infrarossi, rfid, e chi più ne ne metta!  Oppure bisognerebbe unificare tutti i codici stradali. Il costo di una simile cosa supererebbe qualunque cifra dei costi sanitari usati per giustificare il provvedimento.
La realtà è che della sicurezza non fotte un cazzo a nessuno! Quello che interessa a quei bastardi alla guida dell’UE è il controllo!  L’unica cosa che gli interessa è di poter controllare qualunque attività del privato in modo che di privato resti sempre di meno.
Cercate di svegliarvi per favore. La sicurezza è un’illusione creata ad arte per controllare le paure delle persone e indurle ad incamminarsi spontaneamente nei recinti a loro destinati. Non esiste sicurezza perché non esiste nulla di predeterminato.  In compenso più si accetta la limitazione della libertà personale più il controllo della nostra vita passa asld altri.  Rendetevene conto vi prego!  Limitare  la velocità delle auto serve solo a farle costare di più e ad impedire che si muovano in modo libero e non controllato, impedendo al guidatore di accelerare in caso di bisogno  o emergenza.
Cazzo! Piantatela di dare retta alla paura ma soprattutto piantatela di delegare la responsabilità delle vostre azioni a terzi solo per la paura di dover risponderne in proprio!
Perché alla fine è solo questo che fate ogni volta che invocate un’autorità esterna per risolvere un problema: abdicate voi stessi! Imparate a guidare invece di pretendere che lo stato provveda a calare la Scienza infusa nella testa di cazzo che entra ubriaco e contromano in autostrada.  Imparate a gestire un’auto per quello che è: un mezzo meccanico e non un’estensione della vostra vita. Imparate a gestire una frenata di emergenza,  un ostacolo improvviso, una sbandata su una macchia d’olio.
Invocare lo Stato per queste stronzate e per altre sempre meno importanti equivale a dargli le chiavi per entrare nella nostra vita a gamba tesa. Perchè lo stato è rappresentato da una manica di stronzi che abbiamo in parte eletto noi ma che in gran parte ci sono stati imposti dall’esterno. O davvero vi sentite rappresentati da un Monti o da un Letta?
Prendere in mano la responsabilità della propria vita: questo è il vero inizio!

Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.