Ma perchè siamo uniti solo per il calcio?

…che, onestamente, sarà anche una cosa bella, sarà anche lo sport nazionale ma lasciatemelo dire: con quello non ci viene in tasca una beata minchia!

Eppure l’Italia per la nazionale di calcio scende in campo, si fa prendere, piange e si commuove, si dispera… ma se facessimo la stessa cosa contro le iniquità, non sarebbe meglio?

Se noi italiani scendessimo in piazza con la stessa unità contro le ingiustizie… ma che forza avremmo?

Quale incredibile effetto sortiremmo se per aiutare qualcuno, o per un ideale serio, scendessimo tutti in piazza con l’entusiasmo e la voglia di esserci come quella dimostrata per la finale contro la Spagna?

22 milioni di spettatori hanno assistito ad una partita di calcio; se solo 200.000 persone (l”uno per cento) si dedicassero con la stessa intensità e lo stesso senso di unità in una preghiera, o in una pratica di meditazione, quale potrebbe essere il risultato?

Forse non sarebbe altrettanto spettacolare, ma sono convinto che sarebbe molto, molto più efficace.

Eppure non succede.

Per ora…

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

9 Comments

  1. Wfal ha detto:

    Condivido il tuo idealismo….pensa anche al potere che molti musicisti pop hanno avuto negli ultimi 50 anni…
    il problema forse e che quando come dici tu non viene in tasca una beata minchia l’energia si libera centrifuga…come il sole del nostro sistema solare che brucia e dona se stesso… pensa se per un attimo il sole si fermasse e pensasse ma perchè minchia devo bruciare me stesso ? forse è ancora la nostra stella che ci può dare lezioni di vita…
    e di amore…
    un abbraccio Franz…

    • Franz ha detto:

      Onestamente ‘sto commento non lo capisco. Mi stai dicendo che il calcio è da paragonare al sole? No, perchè nel caso… mi faccio veramente venire un dubbio… in più!

      • Wfal ha detto:

        Mi spiego meglio….
        Era solo una riflessione sull’uomo attuale incentrato sul mettere in saccoccia sempre qualcosa ….come chi gestisce il calcio le popstar etc… il fine è il profitto … ma se pensiamo al nostro sole che ci da la vita….se per un attimo si fermasse e dicesse “ma perchè devo riscaldare questo pianeta a me cosa ne viene ” saremmo già morti…il nostro sole ci da lezioni di vita in questo offrendosi continuamente ed indiscriminatamente…incentrato quindi sul “dare” (energia centrifuga) e non sul ricevere (energia centripeta)…
        Se imparassimo qualcosa dal nostro sole che come un velo di affetto ci accarezza tutti i giorni… non vi sarebbero più vari assembramenti umani concentrati per un profitto…ma come dici tu per scopi positivi ed evolutivi…perchè chi dirige lo farebbe non per denaro ma per un alto ideale…
        Questo era il mio commento di prima…
        Ciao Franz

      • Wfal ha detto:

        Il primo commento è stato un “pelino” sintetico e criptico … :shit:

  2. Fede ha detto:

    per ora

  3. Donatilla ha detto:

    Condivido pienamente..grazie Franz

  4. Sting ha detto:

    Mi ha stupito confrontarmi con persone (poche ma non importa), che “più comuni non si può” le quali in occasione della finale hanno fatto la stessa considerazione.
    Come sarebbe il mondo se la stessa energia, lo stesso spirito di gruppo, lo stesso entusiasmo, fossero dedicati a questioni meno bovine. (e questa è anche la mia considerazione e la mia opinione del calcio, non come sport in sè, ma come viene vissuto oggi…!)
    Mi ha piacevolmente stupito e mi ha fatto nascere la speranza che… forse un cambiamento è possibile.
    Non so quanto tempo e quante vessazioni ancora dovremo subire, ma le coscienze pare iniziano a svegliarsi, la gente a pensare senza telecomando.
    Sperèmm! 🙄

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.