Se lo senti tu, prima di non capirci un cazzo, pensa che lo sentono tutti. - Franz's Blog

Se lo senti tu, prima di non capirci un cazzo, pensa che lo sentono tutti.

Dipende da come uno si interfaccia con la vita: può essere più o meno sensibile, più o meno vulnerabile e di conseguenza può sentire più o meno distintamente delle sensazioni emotive più o meno profonde.

Quando si dice che qualcosa è nell’aria (riferito ad una sensazione, più o meno forte), non è proprio un modo di dire e basta. In realtà, non tutte le nostre sensazioni hanno un origine endogena (ovvero che parte dall’interno).

Anzi, molto più spesso, queste sensazioni originano dal nostro esterno: da qui il detto di cui sopra.

Ma siccome noi uomini siamo molto egoici, ecco che pensiamo di essere gli unici a provare quel tipo di emozione. Capita così che qualcuno, in particolare vena introspettiva, si ritrovi in serie preoccupazioni perchè non si spiega come mai in un tal giorno si senta in un tal modo. Se poi è poco poco ipocondriaco… è la fine!

Un buon modo per rapportarsi a ciò che si sente è cercare di esulare da questa convinzione, ovvero quella di essere gli unici fatti in un certo modo, e iniziare a pensare che, quando il nostro stato diventa “particolare” e in assenza di motivazioni oggettive per la sua sussistenza, molto probabilmente esso è generato dall’esterno, ovvero dalla situazione che può essere un particolare momento sociale, meteorologico o altro.

Pensandola in questo modo, si ottengono diversi vantaggi: il primo è che, portando la causa di una sensazione di disagio da noi all’esterno, si tenderà ad osservarla in modo meno soggettivo: cosa che porta quasi sempre al ridimensionamento della cosa.

Secondo, con un semplice processo deduttivo potremmo arrivare a pensare che le persone intorno a noi non sono poi così diverse da noi. Il che ci porterebbe a considerare il vicino un po’ meno estraneo di quanto non sia.

Terzo, potremmo osservare che in un certo periodo, alcune sensazioni sembrano essere troppo forti per la realtà dei fatti. Oppure, al contrario, troppo superficiali per essa. E questo ci permetterebbe di farci venire un dubbio in più, tipo: a che gioco stanno giocando? E chi sono i giocatori? O altro.

E’ un modo leggermente diverso di sperimentare la realtà emotiva quotidiana che presenta una sorta di carattere “globale” che, tra le altre cose, è perfettamente in linea con questa epoca.

Provare per credere!

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

2 risposte a Se lo senti tu, prima di non capirci un cazzo, pensa che lo sentono tutti.

  • Ciao Franz,

    credo, come tu scrivi, che, alle volte, la sensazione di disagio che viviamo provenga dall’esterno
    ed effettivamente approcciarsi alla vita a partire da quest’ottica, aiuta a vedere gli eventi con maggiore
    distacco e lucidità.
    Allo stesso modo credo che quando non troviamo in noi risorse per capire e per vivere uno stato armonico,
    possiamo, talvolta, cogliere all’ “esterno” qualcosa in grado di sollevarci, quello stesso qualcosa che
    unisce il Tutto (e che al tempo stesso è in noi).

    • Lo credo anch’io. Se vale in una direzione, perchè non dovrebbe valere nell’altra? Grazie del passaggio e del commento. Buona serata! :bye:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate