La sfiga della paura del nuovo – By Giuseppe

Dopo la disavventura della frittata andata a male la Personalità passò dei mesi a riflettere sull’accaduto.

Aveva imparato la lezione.

Però le mancava la compagnia e la “guida” dell’Essere.

Sentiva la sua vita inutile. Sempre le stesse cose, le stesse menate. Una noia…

Le pareva di girare a vuoto, come se si muovesse in un “circuito chiuso”, in un labirinto.

Lei voleva sinceramente divenire uno “strumento” efficiente nelle mani dell’Essere.

Provare l’ebbrezza dell’avventura.

Ma, poverina, aveva i suoi limiti. Il suo “computer” mentale aveva tanti “file infetti”, e ogni tanto era vittima di virus che rallentavano enormemente i suoi programmi o, addirittura, si aprivano da sole delle finestre che non centravano un cazzo coi suoi propositi, combinando un gran casino.

La personalità si mise perciò all’opera, e passò moltissimo tempo a fare “scansioni” per individuare i file infetti ed eliminarli.

Questo gran da fare della Personalità incuriosì molto l’Essere il quale, dando una sbirciatina in “basso”, vide che forse si poteva fare un altro tentativo di approccio.

L’Essere, in effetti, aveva un gran bisogno della Personalità per realizzare alcuni suoi “progetti”. Ma sapeva aspettare il momento giusto e le giuste condizioni. Lui aveva una diversa percezione del tempo.

Comunque ora sembrava che, forse, qualcosa di buono si poteva combinare.

Così, una bella mattina bussò alla porta della Personalità.

Inutile dire, baci e abbracci a profusione.

La gioia era tale e tanta che alla Personalità vennero le lacrime agli occhi dalla commozione.

Finita l’euforia iniziale l’Essere disse alla Personalità: – Visto che hai fatto una bella pulizia “interiore”, e ora sembra che funzioni proprio bene, che ne dici di aggiungere qualche software per potenziare il tuo sistema?

La personalità (con un po’ di timore) disse: – Si, ma…non sarà mica una cosa dolorosa? –

– Sai – disse l’Essere – si prova sempre un po’ di “dolore” nelle fasi di “potenziamento”. Ma dopo vedrai quante cose meravigliose in più potremo realizzare assieme. –

– Ma di cosa si tratta? – chiese la Personalità ancor più preoccupata.

– Dobbiamo cambiare il tuo sistema. In pratica dovremo “riprogrammarti”. Il tuo vecchio sistema è ormai obsoleto. Ci vuole qualcosa di più articolato e di più efficiente allo stesso tempo. Inoltre hai bisogno di velocizzarti. Abbi fiducia…

Personalità – Non è che non ho fiducia…è che mi sono affezionato a questo modo di essere. Sai…le mie abitudini…mi piace muovermi nel conosciuto…Poi mi fa un po’ paura muovermi nell’ignoto. Non si potrebbe lasciare le cose come stanno? –

Essere – No! E’ importante che tu divenga uno “strumento” più efficiente, altrimenti non riusciremo combinare nulla di buono. –

Personalità – E io non cambio.

Sì!

No!

Si!

Nooo!

Essere – Ho capito. Ci vediamo un’altra volta…

Personalità – Ma…te ne vai? Non lasciarmi così…dimmi almeno qualcosa…

EssereMA VA A CAGARE!!!

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

1 Comment

  1. Donatilla ha detto:

    :muah: :muah: :muah: Bravo Giuseppe … è proprio una bella lotta al cambiamento…

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.