L'intolleranza al cambiamento - Franz's Blog

L’intolleranza al cambiamento

La settimana scorsa, in un bar vicino a casa, mentre prendevo un caffè, ascoltavo i discorsi dei clienti: le frasi più ricorrenti erano quelle sul tempo e sulla temperatura: “Che caldo che fa”, “Fa troppo caldo” e così via, ovviamente in tono di lamentela.

Questa mattina, nello stesso bar, a distanza di pochi giorni, le frasi erano sempre sul medesimo argomento ma alla parola “caldo” c’era da sostituire “freddo”: “Che freddo che fa”, “Fa troppo freddo per la stagione” e ancora così via, sempre con lamentela.

A parte il fatto che il caldo di questi ultimi giorni era davvero eccezionale (non che fosse troppo… era semplicemente insolito per il mese di Ottobre), oggi veramente mi sono fatto quattro risate pensando all’idiozia della situazione: al 7 di Ottobre entravi in un locale pubblico e trovavi l’aria condizionata a palla. Quattro giorni dopo, se non fosse ancora vietato dalla legge, potresti trovare il riscaldamento acceso.

Un’intolleranza alle variazioni climatiche davvero patologica che ormai ci circonda da ogni lato!

Eppure ricordo che, quando ero bambino, non soffrivo di certo il freddo o il caldo: semplicemente mi vestivo come era più indicato per la stagione in corso.  E nelle stagioni intermedie mia madre mi insegnò a vestirmi a strati, in modo da potermi spogliare o rivestire per adeguarmi alla temperatura.

Oggi, a distanza di trent’anni da allora, le persone sembrano aver perso qualsiasi capacità di reagire tranquillamente ai cambiamenti del clima.

Eppure, a ben vedere, questa intolleranza nasce secondo me da elementi più profondi. L’incapacità di reagire a un cambiamento di temperatura è secondo il mio parere semplicemente il risultato di una chiusura sempre più forte, sempre più profonda, nei confronti della vita in genere.

L’uomo resiste al cambiamento per ragioni naturali: restare come si è rappresenta sempre la linea di minor resistenza. Eppure di questi tempi, l’immobilismo, sia interiore che esteriore, è sempre più pronunciato.

Lo status quo deve essere mantenuto a tutti i costi: si devono mantenere le abitudini, le cosiddette “tradizioni” (in realtà solo abitudini vecchie e reiterate nel tempo che con la tradizione non hanno proprio nulla a che vedere).

E’ un altro segno dei tempi moderni: la stasi. E’ sempre più difficile cambiare abitudini (sia in se stessi come in chi ci circonda). E’ l’energia che cala costantemente, mentre la superficialità, l’abitudinarietà e la meccanicità trionfano su tutto e tutti.

E’ l’intolleranza al cambiamento: quella cosa che un mio carissimo amico ha definito una volta “accelerazione verso il muro”.

Si, perchè il cambiamento è una delle certezze della vita. Non esiste nulla che rimane uguale a se stesso per sempre. Ergo, quando il cambiamento arriva, se sei elastico a sufficienza finisci per cavalcarlo, sfruttarlo o comunque adeguarti; viceversa finisci per schiantartici contro.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

3 risposte a L’intolleranza al cambiamento

  • Condivido pienamente, sia il contenuto che lo stile pacato del pezzo… :hat:

  • Bellissimo post! Condivido pienamente.
    Una delle più grandi fonti di sofferenza è proprio la resisteza al cambiamento, lo sprecare un mare di energia per trattenere ciò che sta andando, o opporsi a ciò che sta arrivando.
    E, al contrario di ciò che ci viene trasmesso dai media e dagli “esperti”, trovare sempre miglori strategie per prevenire, assicurare, evitare, proteggere etc. aumenta la paura e ci indebolisce.
    E il cambiamento diventa fonte di ansia e fobie… :shit:

  • Post pienamente veritiero, da ciò si evince la scarsità degli argomenti umani e non pensare che sul lavoro sia diverso, la gente parla sempre delle stesse cose, calcio tempo e più raramente di politica.
    Una domanda: perchè d’estate si possono far andare i condizionatori a palla e invece, per accendere il riscaldamento ci vuole un’autorizazione ministeriale ?
    La ritengo una stronzata e sopratutto una limitazione della libertà personale !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostieni Franz’s Blog

Se vuoi aiutarmi a tenere vivo questo blog, puoi fare una donazione. Non ci sono limiti, ne in basso ne in alto.

In ogni caso, Franz’s Blog resta a tua disposizione come per tutti.

Grazie infinite, qualunque sia la tua intenzione!





Newsletter:

Cosa aspetti... una pacca sulla spalla? Iscriviti! Metti la tua mail e clicca su submit. Io non faccio spam!


Cerca nel sito
Solo corrispondenza esatta
Cerca nel titolo
Cerca nel contenuto
Cerca nei post
Cerca nelle pagina
Professionals

Catherine Bellwald

Fisiatra, Agopuntrice, Esperta in Medicina Tradizionale Cinese

Iscriviti ai podcast
Su FB…
Guardiani

Guardiani

Guardiani

- Romanzo -

Sullo sfondo della millenaria guerra con i Kerberos, razza dedita alla conquista ed al dominio, i Guardiani, guerrieri antichissimi dotati di straordinari poteri e le loro bellissime compagne, le Donne di Razza, anch’esse dotate di poteri e percezioni sottili e in grado di tramutarsi in enormi pantere, sono alla ricerca del futuro Guardiano Imperiale, disincarnato a forza dai Kerberos e del tutto inconsapevole su un pianeta sconosciuto. La sopravvivenza di milioni di razze e pianeti dipende da una corsa contro il tempo per ritrovare Kirshan prima che lo facciano i nemici.

Kesa – Alla Fine della Solitudine

Kesa
Alla fine della solitudine.

Kesa Alla fine della solitudine

- Romanzo -

Una storia dolce e intensa, ambientata in una Milano moderna, ma che spesso ritorna ai ricordi di altre vite vissute da Mira, in tempi antichi in cui straordinari poteri le consentivano di influire sul destino di interi popoli. Una trama avvincente che guida il lettore con dolcezza in una dimensione spirituale di amore, passione e sacrificio, sullo sfondo del percorso interiore di un essere eccezionale.

La Magia del Cuore

La Magia del Cuore.

La Magia del Cuore

- Saggio -

Una sintesi di un cammino di ricerca interiore con suggerimenti, tecniche e metodiche per lo sviluppo personale.

Pensiero Lucido

Pensiero Lucido.

Pensiero Lucido

- Saggio -

Esposizione e metodi per una progressiva affinazione delle proprie capacità cognitive.

Antaratman Yoga

Antaratman Yoga.

Antaratman Yoga

- Saggio -

La descrizione delle tecniche vocali e dei contenuti alla base del metodo Antaratman Yoga.

Istruzioni d’uso del blog
Leggi prima di sparare cazzate! Leggi prima, poi spari cazzate