Percezione e centro motore: un esempio eclatante

Guardate il filmato (è brevissimo e con audio basso) alla fine di questo post, poi tornate a leggere queste righe.

Evan Longoria, un campione di baseball, durante un’intervista, senza poterla vedere, intercetta una palla sparata da un battitore lontano alle sue spalle e diretta alla testa dell’intervistatrice, risparmiandole un brutto colpo, potenzialmente letale.

Analizzando bene il filmato si nota che il movimento del braccio inizia un attimo prima di quello della testa che ruota per vedere la palla.

Per quello che posso capire, l’uomo ha percepito l’avvicinamento della palla molto prima (in termini di decimi di secondo) di vederla.

Qui abbiamo due fattori: il primo, la pura percezione dell’oggetto in avvicinamento (non c’è possibilità di intervento dei sensi: la palla è troppo veloce per sentirla ed è fuori dal campo visivo).

Il secondo, l’entrata in azione del centro motore che determina un movimento senza alcuna mediazione della corteccia cerebrale. E’ il centro motore a determinare il movimento del braccio e della testa che si volta per permettere una migliore individuazione del bersaglio tramite la vista.

Ma mi sento di dire che, anche senza l’intervento degli occhi, avrebbe ugualmente intercettato l’oggetto. Notate inoltre come non vi sia alcuna variazione emotiva sostanziale durante e dopo l’intercettazione (a parte un minuscolo lamento per il dolore dell’impatto alla mano, peraltro brevissimo). Anche questo è un indicatore dell’azione puramente motoria.

L’uomo gioca a baseball: il suo centro motore ha interiorizzato l’algoritmo per il calcolo della traiettoria di un oggetto in avvicinamento. Ma non solo: la sua percezione si è resa ipersensibile al movimento, a causa dell’alta velocità a cui viaggiano abitualmente le palle da baseball, un fattore che rende la vista troppo lenta per agire da sola.

Ciò che ha portato l’uomo a questo livello è tecnologia interiore applicata. Solo che lui la chiama, probabilmente, allenamento.

Qui stiamo parlando solo del centro motore: ora, provate a pensare a quali risultati può portare la stessa tecnologia quando viene applicata consapevolmente a tutte le altre sfere dell’essere umano…

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

15 Comments

  1. Mauro ha detto:

    Eccellente, Franz. Davvero eccellente…

  2. Miki ha detto:

    Allucinante!!!!!!!!!

  3. Rosi ha detto:

    Caro Franz, non vorrei deludere nessuno… sicuramente tutto ciò che hai scritto sulla sua elevata capacità di percezione, nonchè la sua ipersensibilità, sono assolutamente vere ed oggettive, ma ho come l’impressione che l’arrivo della palla l’abbia vista dal monitor che solitamente è ai piedi e di fronte all’intervistato!
    ;-)) comunque l’articolo, come sempre, è interessantissimo

    • franz ha detto:

      Possibilissimo, anche se il monitor è appunto un monitor, quindi piuttosto piccolo. Anche ammesso che abbia visto la palla su di esso, ha avuto si e no un decimo di secondo per: capire, girare l’immagine al contrario, calcolare la rotta della palla allo specchio e… agire. Comunque non gli è passato nulla in corteccia: reazione emotiva zero!

      • Rosi ha detto:

        La penso esattamente come te Franz. Ammesso che abbia visto dal monitor la palla, ciò non toglie che la sua reazione è stata immediata e perfetta, depurata da qualunque interferenza emotiva ….. da rimanere a bocca aperta!
        Grazie e alla prossima

  4. Alessandro ha detto:

    E’ un fake :finger:

    • franz ha detto:

      Quand’anche quanto dici fosse vero, la cosa sposta ma non modifica la prospettiva.

      Come nota personale, aggiungo che non mi piacciono molto quelli che dichiarano “E’ un fake” senza aggiungere una qualche argomentazione a supporto.

      Poi, ovviamente, tutti liberi di pensarla come si vuole.
      :bye:

  5. Frostbite ha detto:

    E’ un fake! Basta fare un giretto per la rete per averne conferma. Un esempio tra tanti.
    http://offthebench.nbcsports.com/2011/05/16/fake-or-real-evan-longoria-saves-reporter-with-bare-handed-catch-video/

    Spero di non strappare un’altra certezza ai frequentaori di questo blog, ma ache questo e’ un fake!
    http://www.youtube.com/watch?v=j3hwY0YrHoo
    e questo
    http://www.youtube.com/watch?v=dyMXYE_50Ts&NR=1

    La pura percezione dell’oggeto!! ah ah ah

    • franz ha detto:

      Senti frostbite o Davide o come ti chiami…
      dei due articoli che citi, il primo non dice assolutamente che il video è falso, ma si pone semplicemente un dubbio (strano, credo che l’inglese tu lo conosca meglio di me…). Il secondo non centra un cazzo con l’articolo.

      Per non parlare della tua ironia, che si qualifica da sola.

      Purtroppo negli anni ho scoperto che esiste una categoria di persone che sarebbero disposte a tutto pur di dimostrare all’umanità che la merda in cui essa vive è l’unica possibile.

      Sai come si riconosce questa gentaglia? Dal fatto che fa di tutto per distruggere qualunque cosa parli di idee che si staccano dalla media (di solito bassa) di cui si ciba abitualmente. Inutile dire cosa io possa pensare di gente di questo tipo, ovviamente.
      Ma una cosa mi sento di aggiungerla: si tratta di una categoria che le persone imparano presto a distinguere. E a ignorare come meritano.

  6. franz ha detto:

    Tanto per porre fine alla cosa: a tutta la manica di rompicoglioni che continua a insistere sul fatto che il video è un fake:
    Che sia un fake o no, il video serviva per esemplificare un concetto. Il concetto è reale, vi piaccia o no, quindi se non riuscite a capire la differenza tra contenuto ed esemplificazione, andate da un’altra parte.
    E non me ne frega un cazzo se vi sentite offesi.

    Spero di essere stato chiaro!

    • frostbite ha detto:

      Visto che quel pizzico di ironia ti ha fatto andare su tutte le furie e le offese, completamente gratuite, si sprecano, lasciami dire un paio di cose.
      Il secondo video con la nonna che calcia il piccolo era solo per ricordarti che non tutto quello che c’e’ in filmato e’ reale. In altre parole, tra una pubblicita’ ben congeniata (Gillette, che e’ poi lo sponsor principale di Evan e’ sullo sfondo!) e una teoria inventata senza ne capo ne coda, io scelgo la prima (forse perche’ vivo nella merda, per citare un noto poeta).
      Se il video e’ vero o falso la differenza la fa eccome: e’ come usare immagini di Terminator per dimostrare che esistono uomini di metallo liquido. Sono sicuro che capisci la differenza. Forse dovresti rivisitare il tuo motto: “l’interpretazione che conferma le mie congetture”, invece di “fatti venire un dubbio”. Perche’ e’ palese che il dubbio non te lo sei fatto venire…
      Per finire, quello che si e’ offeso e ha cominciato ad insultare sei tu, quindi visto che questo blog e’ pubblico, rassegnati a sentire opinioni diverse dalle tue. L’alternativa e’ che censuri posts come questo, cosa che hai il potere di fare.

  7. Walter ha detto:

    Per quello che mi riguarda il fenomeno è reale e quando ho visto il filmato la prima volta non mi interessava se fosse vero o meno. Inoltre, tutti i grandi maestri di arti marziali hanno sempre parlato di queste “possibilità”.
    Piuttosto mi ha stupito la possibilita’di applicare questa conoscenza ad altre sfere dell’ interiore e se ho capito bene per l’ umanita’ si potrebbero aprire scenari immensi.

    • franz ha detto:

      Grazie Walter! Si, le possibilità ci sono, ed effettivamente riguardano l’intera sfera interiore.
      Sull’immensità delle possibilità… beh, non so quanto possano essere immense, sicuramente belle grosse! :bye:

  8. Fede ha detto:

    Condivido toto…battaglie con spettri pure.

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.