Cristian Friscina: niente patente perchè gay? Ma veramente?

La vicenda è su tutti i giornali ma i casi sono due: o qui qualcuno sta montando un caso mediatico, oppure qualcun altro si è completamente bevuto il cervello e dovrebbe essere immediatamente rimosso dall’incarico.

A me, onestamente, viene un dubbio. A parte la normativa italiana sulla patente, completamente delirante, per cui, in teoria, non potrebbe essere rilasciata a malati di cuore, diabetici insulinodipendenti, malati di reni e pure quelli con malattie del sangue, ci sono troppe cose che non tornano in questa storia.

Prima di tutto i tempi. Il giovane avrebbe avuto la patente per la prima volta nel 1999. Ergo il rinnovo doveva essere fatto nel 2009.

Quindi, o nel 2009 è stata rinnovata per soli due anni, il che significa che ci deve essere qualche motivo per cui non è stata rinnovata per il consueto decennio, oppure la data del primo rilascio non quadra.

Secondo quanto dichiarato dalla stampa infatti il giovane si sarebbe visto rifiutare il rinnovo in questi giorni in seguito alla sua dichiarazione di omosessualità alla visita di leva e alla conseguente ipotesi che tale orientamento sessuale sia “patologia che solleva dubbi sull’idoneità alla guida.”

In secondo luogo l’identicità quasi completa di tutti gli articoli che si trovano in rete. Cos’è…. gli ha preso a tutti una mania improvvisa per il copia-incolla? O tutti i giornali hanno semplicemente citato lo stesso comunicato stampa, o lancio d’agenzia?  E in questo caso, prima di pubblicare la notizia, hanno davvero controllato alla fonte se la realtà era realmente quella descritta?

Peraltro, se veramente l’omosessualità fosse la “patologia” di cui si parla nella motivazione della negazione al rinnovo della patente, ci sarebbe semplicemente da mettersi le mani nei capelli: come cazzo si fa a considerare un’orientamento sessuale omofilo come una patologia? Ma soprattutto… che cazzo ci azzecca con la capacità di guidare?

Ora, capisco che la mamma degli idioti è sempre incinta (cosa che peraltro significa che qualcuno continua a trombarsela), ma a me sembra onestamente troppo assurdo che una motorizzazione civile spari una cazzata di queste epiche, monumentali proporzioni.

Va bene l’ignoranza, ma qui, se la notizia fosse vera, sarebbero i responsabili di questa presa di posizione a dover essere immediatamente sollevati dal loro incarico e, per buona misura, a dover venire interdetti a vita dalla pubblica amministrazione. E subito, anche.

Non è che invece c’è dell’altro che non ci stanno raccontando? Non è che ci sono altri motivi? Ormai, personalmente, di quello che dicono i giornali, specialmente in periodo di elezioni, non credo ci sia da fidarsi più di tanto.

Ma una cosa è certa: se la notizia è proprio come la raccontano, allora siamo caduti molto ma molto più in basso di quanto fosse lecito immaginarsi. Se poi i responsabili di questo atto così assurdo fossero lasciati al loro posto, allora oltre al baratro dell’ignoranza si tratterebbe davvero di un’incredibile sconfitta per la civiltà e per la democrazia.

Ma dall’italiano medio ormai c’è da aspettarsi davvero di tutto.

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

2 Comments

  1. jackll ha detto:

    Scusa non ho capito cosa c’entra la visita di leva, in quando non esiste più la leva ma si và solo volontariamente e ti posso garantire che non è così semplice entrare .

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.