Fukushima, centrale operativa da 40 anni, considerata una delle più sicure. Andiamo bene!

La dice lunga, questa breve frase dell’articolo su Repubblica. Una centrale nucleare costruita alla fine degli anni ’60 e entrata in operatività nel 1971 (quindi 40 anni fa, una follia in termini tecnologici) sarebbe “una delle maggiori centrali al mondo”, non si capisce in che termini, se di potenza o di pericolosità (ma cosa vuoi pretendere dai giornalisti italiani… che siano anche in grado di scrivere?)

La realtà è che la centrale di Fukushima, pur essendo vecchia di 40 anni, era considerata una delle più moderne. Ed è andata a puttane al primo terremoto serio, provocando danni incommensurabili.

Questa è la realtà del nucleare. Tecnologia obsoleta, conoscenza trogloditica e problemi a non finire, a partire da “Dove cazzo mettiamo le scorie dopo”, per proseguire con “cosa succede se ci scappa il terremoto” e “Non sarà un bersaglio facile per un terrorista”, per finire con “Ma quanto cazzo mi costa costruirne una”.

Questa è la realtà e questo è quello che Berlusconi vuole a tutti i costi per l’Italia. Chissà, forse gli piace l’idea che un giorno potrà dire che “lui non ha mai detto questo”, oppure che “è tutto un complotto ai suoi danni”, magari in occasione di qualche disastro ambientale.

In Germania forse l’hanno capita, in Giappone la stanno capendo (per la seconda volta negli stessi 100 anni), e noi?

Il 12 Giugno ci sarà un referendum per ribadire quello che abbiamo già detto anni fa; fermiamo il nucleare, facciamo sentire almeno la nostra voce, nell’unica lingua comprensibile a quella razza di gente che, purtroppo, ci governa: quella dei voti.

Se un intero popolo dichiara di essere contro al nucleare, anche il peggiore degli uomini politici si tirerà indietro, perchè vuole conservare la sua fottuta poltrona.

E, almeno per questo, su Berlusconi possiamo contare!

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

3 Comments

  1. vito ha detto:

    “fermiamo il nucleare, facciamo sentire almeno la nostra voce, nell’unica lingua comprensibile a quella razza di gente che, purtroppo, ci governa: quella dei voti”

    Lo spero di tutto cuore!!!

  2. viagginofferta.it ha detto:

    considerata una delle più sicure?
    Il portavoce del governo francese François Baroin ha dichiarato oggi che “nel peggiore degli scenari” l’emergenza nucleare in corso presso la centrale nucleare Fukushima-1, danneggiata dal devastante terremoto/tsunami di venerdì scorso, avrebbe “un impatto superiore a Chernobyl”

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.