Tutto il mondo blocca i beni di Gheddafi. E l’Italia?

Staremo a vedere settimana prossima cosa succederà, quando dovrebbe entrare in vigore il blocco dei beni di Gheddafi.

In Italia infatti il coinvolgimento finanziario del leader libico è piuttosto ingente: Bank of Lybia detiene più del 7% di Unicredit (che ricordo per l’ennesima volta essere uno dei soci di maggioranza in Banca d’Italia), e il denaro libico, tramite la finanziaria LAFICO è presente in una marea di altre situazioni, tra cui ENI (si presume il 2%), Retelit (circa il 15%)  e Juventus (7%), per non parlare di Finmeccanica (2%) e, ovviamente non poteva mancare, Impregilo (non conosco la percentuale).

Insomma, Gheddafi si è comprato una bella fetta di industria italiana, per cui, conoscendo i miei polli, ci scommetto che l’Italia ci andrà con la mano morta nei confronti del dittatore libico. Quantomento fino a che non verrà privato del suo status.

D’altronde la cosa non mi stupisce, visti i tempi.

Tempi in cui un terzo dei giovani è disoccupato (mentre in Germania, dove hanno un governo che lavora invece che passare la giornata a discutere di gossip, la percentuale è circa del dieci per cento).

Tempi in cui chi governa è troppo occupato a dire cazzate e quindi non ha il tempo materiale per fare i lproprio lavoro,  in cui si distrugge un sistema scolastico per miopia gestionale e politica.

Tempi in cui l’opposizione è talmente fuori da ogni parametro che non solo non si oppone, ma non sa nemmeno più contro chi dovrebbe farlo.

Tempi in cui un Presidente del Consiglio si permette di dire quello che ha detto domenica sulla scuola e sui gay, salvo poi sostenere che “è stato travisato” (eccheccazzo, tutte le volte che parla lo travisano… ma stare zitto, no?).

Tempi in cui un Papa ancora staziona sul territorio italiano e per questo si sente legittimato ad interferire appena può con il nostro sistema legislativo.

Tempi di merda, in buona sostanza!

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

2 Comments

  1. Ilia ha detto:

    Quanto hai ragione Franz… e la gran parte degli italiani continuano a dormire profondamente!

    :shit:

  2. jackll ha detto:

    Credo che non abbiamo ancora visto il meglio!

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.