Perchè, secondo me, Assange va fermato.

Perchè un conto è quando si fa della controinformazione, rivelando al pubblico i fatti segreti governativi o delle multinazionali, allo scopo di rendere consapevole la gente.

Un conto è quando si fa del lurido pettegolezzo e, anzi, ci si presta alle vendette personali di personaggi singoli.

E’ di ieri la notizia secondo cui Wikileaks starebbe per divulgare informazioni sulla presunta evasione fiscale di un paio di migliaia di cosiddetti VIPs, pubblicando il loro estratto conto bancario.

Il che non sarebbe male se la fonte non fosse una singola persona, già sotto processo per violazione del segreto bancario, le cui motivazioni non solo non sono chiare, ma non sono a parer mio neppure così nobili.

A questo punto, l’azione di Assange nel pubblicare questi dati non è per nulla giustificabile ne sotto il profilo etico ne sotto quello umano. Nessuno di costoro mi risulta indagato e, comunque, qualora gli elementi in possesso di Wikileaks avessero un qualche valore probatorio, il giusto recipiente per questi dati non è l’opinione pubblica ma la competente autorità fiscale, quantomeno fino alla conclusione dell’eventuale processo.

Con questo atto si comprende come Assange non sia affatto il paladino della libertà di informazione che tanto tiene ad apparire ma una persona che pensa di poter decidere di sputtanare chiunque gli faccia comodo, ergendosi pure a giudice e ritenendosi autorizzato a decidere se le persone di cui la sua gola profonda ha violato il segreto bancario sono colpevoli o meno di frode fiscale.

Per quanto mi costi dirlo e ben sapendo che vado controcorrente rispetto al pensiero comune, ritengo che con questo atto Assange riveli perfettamente la propria qualità, certamente non quella che ha promosso finora al pubblico mondiale.

Una qualità che, personalmente, ritengo sia estremamente pericolosa in se’ e non per quello che Wikileaks potrebbe rivelare.

Per questo ritengo che Assange vada fermato subito. Perchè questo falso paladino della verità, che alla fine si rivela tale unicamente nei confronti della propria sete di potere e della proria egocentricità, se lasciato libero di proseguire su questa strada, potrebbe in un momento qualsiasi diventare un enorme pericolo per chiunque e non solo per chi ha segreti sporchi da nascondere.

Condividi

Commenta con il tuo nome Facebook

6 Comments

  1. White Knight ha detto:

    Ehm.. non per fare la “CASSANDRA” della situazione, ma ti pare che se costui fosse stato un autentico Paladino del Bene sarebbe durato in vita su questo pianeta per più di una settimana!?
    Certo se si fosse trattato di Thor probabilmente si, ma lui e un Dio quindi non fa testo!!!
    PS: comunque ce lo abbiamo noi un autentico Paladino della Giustizia ovvero Tonino “DIO” Pietro, che ha liberato l’Italia dalla spregevole razza dei “TANGENTISTI” infatti oggi grazie a lui in Italia non ci sono più tangenti ne disonesti…. ALLEUIAH!!! :finger:

  2. cnj ha detto:

    Mi sa che siamo parecchi a non fidarci di questo australiano dalla faccia nordica. Come ho già detto in altra sede Assange usa le armi del sistema e si appoggia al capitalismo per cercare di demolire lo stesso sistema… secondo me non ha futuro e personalmente non mi ha portato a conoscenza di nulla che già non sapessi o di cui nel mio io più profondo non avessi la consapevolezza. Tutta questa pantomima dei dischetti consegnati alla pubblica utilità dal vivo, tutte queste migliaia di notizie di cui ce ne vengono tradotte una millesima parte… probabilmente quella che fanno comodo alla TV/Giornale di turno mi lascia amareggiato sul buon esito dell’operazione. Aggiungiamoci quell’alone di mistero che lo lega ad un personaggio quanto mai discutibile e certamente di parte come Soros… OK sono chiacchere? Si ma anche Assange non mi sembra che fino ad oggi abbia combinato qualcosa… se fosse veramente un serio giornalista cercherebbe le prove e le consegnerebbe alle sedi opportune e non in diretta TV al mondo che oggi (a distanza di 1 giorno) sembra già essersi dimenticato di Assange.
    P.S. Vi risulta che fra le indiscrezioni rilasciate da Wikileaks ve ne siano alcune riguardanti George Soros? Sono curioso…..

    • franz ha detto:

      Ciao CNJ. Non mi risulta nulla su Soros, ho dato un’occhiata rapida e non mi pare. Strano,vero? :muah:

  3. Antonio ha detto:

    Posso comprendere quello che dite, ma ricorate che quell’uomo rischia l’estradizione negli Stati Uniti dove lo attenderebbe un processo che potrebbe concludersi con una condanna a morte… Quanto dovresti essere egocentrico per arrivare a rischiare tanto?

    • franz ha detto:

      Parecchio. Soprattutto se come spesso succede agli egocentrici, si ritengono intoccabili. Comunque, visto che il rischio di estradizione è molto alto e origina precedentemente a questa storia della lista di evasori, c’è ovviamente molto che non ci diranno mai sotto questa vicenda. Ergo non credo che Assange rischi davvero la condanna a morte. O meglio, se non l’hanno ancora “suicidato” ci deve essere un motivo…

  4. Blushaft / wfal ha detto:

    Penso che Assange in ogni caso possa continuare a fare quello che fa perchè è coperto da qualcuno, vuoi dei servizi segreti o da qualche frangia deviata governativa….
    Non credo che l’opinione pubblica ritenga Assange un mito eroico inviolato dagli alti ideali puri e cristallini…
    anche se un anelito alle persone lo crea…un moderno robin hood che echeggia nelle profondità di ognuno di noi…
    Ma qui è un altra storia….
    il poter smuovere ed utilizzare capitali così ingenti fa si che che lui si avvicini più ad un mercenario che non ad un paladino della verità…
    e poi quale verità…?
    Quali sono i suoi obiettivi ?
    Perchè è ancora in vita ?
    Parliamoci chiaro in operazioni all’estero la CIA ne ha combinate di tutti i colori…camuffando e mascherando le varie operazioni, come incidenti, disastri…etc….e con tutto il potenziale strategico e tecnologico di cui dispongono…non riuscirebbero ad annientarlo ? Ci credo poco…
    Forse è utile a vari scopi…ma questi noi non li conosciamo….non riuscendo ad effettuare una vera e realistica analisi di strategie di politica internazionale….

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.