Adulterare il cibo non è più reato! Anzi, si…

Nelle scorse ore si è diffusa la notizia secondo cui la legge 283 del 1962, che disciplina le sanzioni penali e pecuniarie contro chi adultera il cibo, era decaduta, rientrando nell’ambito del, per me estremamente discutibile, decreto taglia-leggi del Ministro Calderoli. Diversi processi sono saltati grazie a questo fatto e in campo si è generato un bel casino.

La notizia, decisamente di estrema importanza, è stata relegata in secondo piano dalla nostra stampa immondezzaio, che come sempre predilige il gossip alle notizie, la cazzata idiota ma morbosa all’evento freddo ma sostanziale.

Poi sono partite le prime polemiche e finalmente oggi, a quanto pare, il Ministro Fazio avrebbe confermato (il condizionale ormai in questi casi è diventato d’obbligo) che la legge in questione resta in vigore, interpretazione cercata e fornita in extremis (sempre ammesso che sia considerata valida) dalla cassazione grazie alla dicitura “testo unico” in principio di contenuto che, appunto, per una serie di considerazioni giuridiche escluderebbe la 283 dall’ambito del taglialeggi.

Una cosa assurda, quella di dover salvare una legge così sostanziale e fondamentale del nostro ordinamento, un fatto su cui sicuramente qualche leguleio si appiglierà nei prossimi giorni, mesi ed anni per salvare qualche cliente danaroso, a meno che non venga esposta una qualche conferma ufficiale della resistenza in essere di questa legge, cosa che taglierebbe il problema alla base.

Quello che segue è il testo del post così come l’avevo scritto ieri, quando ancora non si sapeva che la 283 si era “salvata in corner” e che lascio comunque per motivi tecnici e di posizionamento.


ORE 9.30 NOTIZIONA DELL’ULTIMA ORA!!!! La legge si è “salvata in corner” grazie ad un cavillo (la dicitura “testo unico” all’inizio). Il ministro Fazio ha confermato, per cui la legge 283/62

RESTA IN VIGORE!

Grazie alla totale incompetenza di chi governa questo paese ormai degradato oltre al punto di non ritorno, grazie alla totale inedia e ignavia di chi considera la guida di un paese qualcosa di meno importante di una scorreggia nella nebbia, la legge 283 del 1962, l’unica difesa degli italiani contro chi adultera il cibo… non esiste più.

Ma naturalmente questa notizia, estremamente grave, di importanza capitale, viene relegata in secondo piano dalle testate della spazzatura mediatica italiana, troppo impegnata ad occuparsi del pettegolezzo nazionale, della stronzata quotidiana, per portare alla luce fatti di una gravità inaudita come questo.

Il merito è del mistico decreto “taglia-leggi” che ha fatto decadere tutte le norme antecedenti al 1970, tranne naturalmente quelle di rilevanza legislativa, come per esempio quelle fottute accise sul carburante che stanno ingrassando le tasche di tutto il mondo e del governo in particolare, e altre bazzecole di questo tipo.

Ovviamente una legge che manda in galera chi avvelena il cibo non poteva essere considerata importante, chissà come mai, e quindi è stata stroncata. Cancellata. Finita. Kaputt!

Italiani, continuate pure a parlare di Berlusconi, di Yara e di Sara… continuate a perdervi sul culo di Belen o tra le cosce virtuali della velina di turno. Passate pure la settimana a parlare di calcio.

Nel frattempo, anzi che parlare, altri fanno: fanno di tutto per troncarvelo nel culo!


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenta con il tuo nome Facebook

7 Comments

  1. Ailinen ha detto:

    Si sa che la salute non è così importante come si crede… Che schifo…

  2. franz ha detto:

    Ho modificato il post perchè nelle ultime ore la situazione si è chiarita (con intervento del ministro Fazio) e la legge resta in vigore!

  3. White Knight ha detto:

    Mi sa che l’unico cibo realmente adulterato oggi giorno sarebbe quello “GENUINO”!!! già…. se ne esistesse ancora… :bleah:

  4. Pirata ha detto:

    ‘garantire la qualità e la diffusione della giustezza per quanto maggiormente possibile, dovrebbero essere le giuste perkè socialmente e politicamente giuste perké ‘naturali’ se mi passate l’espressione: a me sembra che la mozione di calderoli sia un clamoroso autogol ma il peggiore di tutti gl’autogol: come se in una finale mondiale ad un certo punto Nesta col pallone trani piedi si gira verso la sua portas e segna il suo destino. segnando il più clamoroso degl’autogol…
    Ciao Franz !

Lascia un commento

Inserendo un commento acconsenti al trattamento dei tuoi dati. Per maggiori informazioni consulta la nostra Informativa. I campi seguiti da "*" sono obbligatori. La tua email comunque NON viene pubblicata.